Gaio Fratini a  Parrano

Domenica 12, alle ore 17.00,  nella piazzetta a lui intitolata, a Parrano, la terra del padre Gaetano, poeta e magistrato, il grande poeta Gaio Fratini (1921-1999), è ritornato in un libro Il mio primo centenario, Futura Libri, che lo ricorda con dovizia di testimonianze e di immagini come il ”principe degli epigrammisti” e firma illustre di decine di giornali e di programmi  Rai. Dopo i saluti del sindaco Valentino Filippetti, del Consigliere della Provincia  di Terni Isabella Tedeschini, del figlio Marco Fratini  e  del presidente  della Società Operaia Roberto Todini, il  giornalista e scrittore Antonio Carlo Ponti, curatore del volume ha illustrato  la portata culturale quale omaggio a un umbro di  eccezionale valore cui  va riconosciuto il posto giusto nella  letteratura  italiana del secondo Novecento.  A seguire ne hanno parlato lo scrittore e giornalista di “Repubblica” Filippo Ceccarelli, autore della bella prefazione, e i professori Giuseppe M. Della Fina e Giancarlo Baffo. E’ stato  proiettato un documentario di Velio Baldassare estratto dalle Teche Rai che è intervenuto.. Dal libro emerge che il poeta è tuttora vivo nei suoi versi coraggiosi  e nel ricordo di quanti lo lessero ammirati e gli vollero bene. Nel suo intervento Filippo Ceccarelli ha ricordato come Gaio sia stato un anticipatore che ha saputo cogliere il cambiamento portato dalla crisi delle grandi ideologie.

 

PARRANO 9/11 luglio Festa della Terra

Il 9 luglio a Parrano ha preso il via l’edizione 2021 della Festa della Terra con un convegno sulle Città Biodiverse.  Il confronto ha fatto emergere il valore di una proposta avviata venti anni fa da Mario Iacomini e che oggi vede un ampio dibattito culturale e istituzionale. Presenti i sindaci di Ficulle, Gianluigi Maravalle, di San Venanzo Marsilio Marinelli e di Allerona Sauro Basili insieme a molti operatori economici e cittadini della zona.

Un ringraziamento particolare al Presidente dell’ANCI dell’Umbria Michele Toniaccini che con la sua presenza ed il suo intervento ha portato un contributo prezioso al lavoro che si sta facendo.

Questo il Comunicato Stampa dell’iniziativa

Città Biodiverse

“Il Gusto del Futuro”, per noi è un “GustoBiodiverso”

l comune di Parrano (TR) programmerà, dal 9 all’11 luglio, La Festa della Terra, a cui faranno seguito La Festa dell’Acqua, dal 16 al 18, ed infine, dal 23 al 25 c.m., La Festa dell’Aria.

Il complesso delle manifestazioni è stato elaborato per rendere ancora più espliciti ed intellegibili i significati del piano di azioni su cui l’amministrazione è da anni concentrata: Parrano Biodiversa.

Tale piano muove dai risultati della ricerca, innanzitutto teorica, sviluppata, a partire dal 2000, dal CuocoCustode Mario Iacomini, sulle <<…Nuove Visioni dello Sviluppo – nella prospettiva delle #PoliticheProgresso…uno sviluppo cioè maggiormente rispettoso della persona umana e del nostro ambiente naturale..>>. Ricerca che <<..ha individuato nel concetto di Biodiversità, assunto nel suo valore denso, il nord magnetico relativamente al quale definire la rotta, individuare la direzione, verso cui muovere le misure di intervento dell’azione politico-amministrativa...>>, come riflettuto in uno dei tanti ragionamenti-programma dello stesso Iacomini. Il Piano Parrano Biodiversa muove quindi anche dai risultati conseguiti dal CuocoCustode attraverso la sperimentazione sul campo relativa  <<..alla nascita dei Nuovi Sistemi Territoriali..>>, la quale, articolata, attraverso le diverse StruttureProgetto negli anni costituitesi,  in alcuni comuni della provincia de L’Aquila (Tagliacozzo prima, e poi a Scurcola Marsicana – Città Biodiversa, con l’amministrazione presieduta da Vincenzo Nuccetelli), ha interessato, dal 2006, Università, Consorzi Universitari, eccetera, e ha visto inoltre il concorso economico-finanziario, nel 2008, del MATTM, e del MIUR nel 2012.

<<Considerato il lavoro che stiamo, da cinque anni, portando avanti in questa direzione – spiega Valentino Filippetti, primo cittadino del comune umbro –, e che ci ha permesso il conseguimento di significativi obiettivi, primi fra tutti l’implemento del dato demografico relativo e la nascita di diverse esperienze economiche di “comunità”, a questo punto, anche alla luce della crisi climatica e di quella pandemica, che è crisi di un modello di sviluppo nella sua complessità (non ha funzionato per le nostre comunità e territori, non ha funzionato per niente), intendiamo ragionare e far ragionare  “..sull’organismo definito nel processo (di ricerca e sperimentazione) che abbiamo innescato nel comprensorio marsicano: La Città BiodiversaUna Città… che, utilizzando di nuovo le parole di Iacomini, “…innanzitutto riconosce…le fasce anziane della popolazione…serbatoio di ricchezza, cioè di quella “sapienzialità” infinita e complessa.., maturata in secoli di esperienze e di passaggi testamentari tra le generazioni, che sola può trasmetterci quei saperi in grado di guidare il nostro percorso..: la costruzione di [nuove] relazioni di memoria tra le generazioni per la trasmissione dei saperi, la costruzione di zone di relazione e scambio tra le persone, i territori, comunità, culture… verso il Futuro”.

<<L’iniziativa convegnistica programmata il 9 luglio all’interno della manifestazione La Festa della Terra, dal titolo Città Biodiverse, è stata immaginata proprio per approfondire e discutere la forma de La Città Biodiversa, che è da sempre il nostro obiettivo culturale – spiegano all’unisono Filippetti, Iacomini, Nuccetelli e il giornalista Alessio Buzzelli – , nella prospettiva di iniziare a lavorare, una volta verificato il valore della proposta, ad una associazione nazionale: Le Città Biodiverse, quelle città cioè che intendono porre alla base della propria #PoliticadelProgresso il concetto di Biodiversità. Il momento di studio programmato, inoltre, intende ragionare sulla recente decisione del Comitato Ristretto del Senato che sta lavorando alla modifica dell’Articolo 9 della Costituzione prevedendo di inserire il concetto di Biodiversità (la sua tutela). Questo atto, al di là della formulazione, segnala un cambiamento culturale oltre che politico che dà forza a chi da anni lavora anche in questa direzione: il ripensamento delle carte. E’ giunto quindi il momento che le comunità locali affrontino questo tema e avviino un dibattito sulla modifica degli statuti comunali, inserendo la Biodiversità come valore da cui non si può più prescindere: per noi “Il Gusto del Futuro”, non può che essere un “Gusto Biodiverso>>.

Il convegno programmato sarà idealmente annunciato, alle ore 16.30, dalla fondazione del Centro di Ricerche sulla Biodiversità “La Città Biodiversa”, già attivo in termini autofinanziati, che avrà luogo presso Palazzo Vetoli (Corso Vittorio Emanuele III, Scurcola Marsicana) e in cui parteciperà da remoto anche il Sindaco di Parrano. L’atto inaugurale consisterà nella apposizione di una targa nello spaziocortile dell’antica dimora recante la dicitura: Piazza della Biodiversità.

Alle ore 18.00, in Piazza della Repubblica di Parrano, si entrerà nel vivo del programma. Parteciperanno ai lavori di Città Biodiverse: Valentino Filippetti – Primo Cittadino di Parrano; Karl Schibel – Sociologo; Maurizio Conticelli – Ecomuseo del Paesaggio; Michele Toniaccini – Presidente Anci Umbria. Da remoto: Vincenzo Nuccetelli – ex Sindaco di Scurcola Marsicana [Città Biodiversa]; Alessio Buzzelli – Giornalista e Direttore Artistico Ass. Cult. Tempi Moderni; Mario Iacomini CuocoCustode e Direttore Culturale dell’Ist. di Ricerca MondiVivo. Seguiranno i lavori: Roccecerro Città Biodiversa – la comunità; Mauro Papa – Direttore del Polo Museale delle Clarisse di Grosseto.

Relazione di Fine Mandato del Sindaco Valentino Filippetti

Relazione Fine Mandato 2016-2021

 

 

 

Comune di Parrano – TR

 

Via XX settembre,  05010 PARRANO                                                       

 

Relazione Fine Mandato. 1

Relazione di Fine Mandato. 4

Premessa. 4

Parte I – Dati Generali 5

Popolazione residente. 5

Organi Politici 6

Giunta Comunale. 6

Consiglio Comunale. 6

Struttura Organizzativa. 6

Condizione Giuridica dell’Ente. 7

Condizione Finanziaria dell’Ente. 7

Situazione di contesto Interno/Esterno. 7

Parametri Obiettivi per l’accertamento della condizione di ente strutturalmente deficitario ai senti dell’art 242 del TUOEL. 7

Parte II – Descrizione Attività Normativa e Amministrativa svolte durante il Mandato  8

Attività Normativa. 8

Attività Tributaria. 10

Politica tributaria locale. Per ogni anno di riferimento. 10

ICI/Imu. 10

Addizionale Irpef 10

Prelievi sui rifiuti 10

Attività amministrativa. 11

Sistema ed esiti controlli interni 11

Controllo di gestione. 11

Controllo Strategico. 12

Valutazione delle Performance. 14

Controllo sulle società Partecipate/controllate. 14

Parte III – Situazione Economico Finanziaria dell’ente. 14

Sintesi dei dati finanziari a consuntivo del bilancio dell’ente. 15

Equilibrio parte corrente del bilancio consultivo relativo agli anni del mandato  15

Gestione di competenza. Quadro Riassuntivo. 19

Risultati della gestione: fondo di cassa e risultato di amministrazione. 20

Utilizzo avanzo di amministrazione. 20

Gestione dei residui. Totale residui di inizio e fine mandato. 21

Analisi anzianità dei residui distinti per anno di provenienza. 23

Rapporto tra competenza e residui 24

Patto di Stabilità interno. 25

Indebitamento. 25

Evoluzione indebitamento dell’ente. 25

Rispetto del limite di indebitamento. 25

Utilizzo strumenti di finanza derivata. 25

Rilevazione flussi 26

Conto del patrimonio in sintesi 26

Conto economico in sintesi 26

Riconoscimento debiti fuori bilancio. 27

Spesa per il personale. 27

Andamento della spesa del personale durante il periodo del mandato. 27

Spesa del personale pro-capite. 27

Rapporto abitanti/dipendenti 28

Rispetto dei limiti di spesa previsti dalla normativa vigente per i rapporti di lavoro flessibile  28

Spesa sostenuta nel periodo di riferimento per i rapporti di lavoro flessibile  28

Rispetto dei limiti assunzionali dalle aziende speciali e dalle Istituzioni 28

Fondo risorse decentrate. 28

Adozione di provvedimenti ai sensi dell’art. 6 bis del D.Lgs 165/2001 e dell’art. 3, comma 30 della legge 244/2007(esternalizzazioni) 29

Parte IV – Rilievi degli organismi esterni di controllo. 29

Rilievi della Corte dei conti 29

Rilievi dell’Organo di revisione. 29

Parte V – Azioni intraprese per contenere la spesa. 29

Parte VI – Organismi Controllati 29

Organismi Controllati ai sensi dell’art.2359, comma 1, n. 1 e 2, del codice civile  31

 

 

 

Relazione di Fine Mandato

 

Premessa

La presente relazione viene redatta da province e comuni ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149, recante: “Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2, 17, e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42” per descrivere le principali attività normative e amministrative svolte durante il mandato, con specifico riferimento a:

  • sistema e esiti dei controlli interni;
  • eventuali rilievi della Corte dei conti;
  • azioni intraprese per il rispetto dei saldi di finanza pubblica programmati e stato del percorso di
  • convergenza verso i fabbisogni standard;
  • situazione finanziaria e patrimoniale, anche evidenziando le carenze riscontrate nella gestione degli enti controllati dal comune o dalla provincia ai sensi dei numeri 1 e 2 del comma primo dell’articolo 2359 del codice civile, ed indicando azioni intraprese per porvi rimedio;
  • azioni intraprese per contenere la spesa e stato del percorso di convergenza ai fabbisogni standard, affiancato da indicatori quantitativi e qualitativi relativi agli output dei servizi resi, anche utilizzando come parametro di riferimento realtà rappresentative dell’offerta di prestazioni con il miglior rapporto qualità-costi;
  • quantificazione della misura dell’indebitamento provinciale o comunale.


La relazione è sottoscritta dal sindaco non oltre il sessantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato. Entro e non oltre quindici giorni dopo la sottoscrizione della relazione, essa deve risultare certificata dall’organo di revisione dell’ente locale e, nei tre giorni successivi la relazione e la certificazione devono essere trasmesse dal presidente della provincia o dal sindaco alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.
La relazione di fine mandato e la certificazione sono pubblicate sul sito istituzionale del comune da parte del sindaco entro i sette giorni successivi alla data di certificazione effettuata dall’organo di revisione dell’ente locale, con l’indicazione della data di trasmissione alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.
In caso di scioglimento anticipato del Consiglio comunale o provinciale, la sottoscrizione della relazione e la certificazione da parte degli organi di controllo interno avvengono entro venti giorni dal provvedimento di indizione delle elezioni e, nei tre giorni successivi la relazione e la certificazione sono trasmesse dal presidente della provincia o dal sindaco alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.
La relazione di fine mandato è pubblicata sul sito istituzionale della provincia o del comune entro e non oltre i sette giorni successivi alla data di certificazione effettuata dall’organo di revisione dell’ente locale, con l’indicazione della data di trasmissione alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.
L’esposizione di molti dei dati viene riportata secondo uno schema già adottato per altri adempimenti di legge in materia per operare un raccordo tecnico e sistematico fra i vari dati ed anche nella finalità di non aggravare il carico di adempimenti degli enti.
La maggior parte delle tabelle, di seguito riportate, sono desunte dagli schemi dei certificati al bilancio ex art. 161 del Tuel e dai questionari inviati dall’organo di revisione economico finanziario alle Sezioni regionali di controllo della Corte dei Conti, ai sensi dell’articolo 1, comma 166 e seguenti della legge n. 266 del 2005. Pertanto, i dati qui riportati trovano corrispondenza nei citati documenti, oltre che nella contabilità dell’ente.
Le informazioni di seguito riportate sono previste per le province e per tutti i comuni.
 

 

Parte I – Dati Generali

 

Popolazione residente

DATA RILEVAZIONE

 

ABITANTI

2016

 529

2017

 520

2018

 504

2019

 487

2020

 499

 

 

 

Organi Politici

 

Giunta Comunale

Carica

Nominativo

in Carica Dal

Fino al

SINDACO

FILIPPETTI VALENTINO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

VICESINDACO

PATRIZI PATRIZIA

05/06/2016

28/03/2018

VICESINDACO

ALFIERI ETTORE

01/04/2018

31/03/2019

VICESINDACO

TEDESCHINI ISABELLA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

ASSESSORE

DE ANGELIS CATIA

09/05/2019

SETTEMBRE 2021

 

 

Consiglio Comunale

Carica

Nominativo

in Carica Dal

Fino al

PRESIDENTE

SINDACO FILIPPETTI VALENTINO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

MORETTI MARCELLO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

DURANTI LAURA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

GIULIETTI GIACOMO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

MARCACCI LEONARDO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

TEDESCHINI ISABELLA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

TRIPPELLA MARCO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

MORCELLINI ANDREA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

MECHELLI ANNA MARIA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

SABELLICO SISTINA

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

CONSIGLIERE

TODINI ROBERTO

05/06/2016

SETTEMBRE 2021

 

Struttura Organizzativa

Organigramma: 

AREA AMMINISTRATIVA-FINANZIARIA-FARMACIA:

RESPONSABILE DOTT.SSA MARIA ASSUNTA BERNESI

 

AREA TECNICO-MANUTENTIVA-URBANISTICA:

RESPONSABILE GEOM MARCO PELLORCA

 

AREA VIGILANZA (POLIZIA MUNICIPALE):

RESPONSABILE SABATINI GIOVANNI (DIPENDENTE DI RUOLO DEL COMUNE DI ORVIETO)

SEGRETARIO COMUNALE: NOMINA A SCAVALCO

NUMERO POSIZIONI ORGANIZZATIVE: 3

 

NUMERO TOTALE PERSONALE DIPENDENTE: N. 4 FULL TIME E N. 2 PART TIME 

Condizione Giuridica dell’Ente

L’Ente non è commissariato e non lo è stato nel periodo del mandato.

 

Condizione Finanziaria dell’Ente

L’ente non ha dichiarato il dissesto finanziario, nel periodo del mandato, ai sensi dell’art. 244 del TUEL, o il predissesto finanziario ai sensi dell’art. 243- bis.

 

Situazione di contesto Interno/Esterno

 

Le principali criticità del contesto interno riguardano l’esiguità del personale nei vari settori dell’ente e la forte incidenza sul Bilancio Comunale dell’evasione tributaria.

 

 

Parametri Obiettivi per l’accertamento della condizione di ente strutturalmente deficitario ai senti dell’art 242 del TUOEL

Il numero dei parametri obiettivi di deficitarietà risultati positivi all’inizio ed alla fine del mandato: 0

 

 

 

 

 

 

 

 

Parte II – Descrizione Attività Normativa e Amministrativa svolte durante il Mandato

 

Attività Normativa

Durante il mandato elettivo è stata approvata una modifica allo statuto Comunale con Deliberazione di consiglio Comunale n.  23   del    23/03/2020.

 

Sono stati adottati i seguenti Regolamenti:

 

  • REGOLAMENTO DI CONTABILITA’ ( Delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 30/09/2016)
  • REGOLAMENTO TIPO DI IGIENE URBANA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 31 del 30/09/2016)
  • REGOLAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 15/02/2017)
  • REGOLAMENTO PER LE SAGRE E FESTE POPOLARI  ( Delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 15/02/2017)
  • NUOVO REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELL’ADDIZIONALE COMUNALE LL’IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del 31/03/2017)
  • REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)-TARI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 31/03/2017)
  • REGOLAMENTOPER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E VANTAGGI EC. A PERSONE, AD ENTI, ASSOCIAZIONI O ALTRI ORGANISMI( Delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 06/07/2017
  • REGOLAMENTO TIPO DI IGIENE URBANA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 31 del 27/07/2017)
  • REGOLAMENTO TIPO ISTITUZIONE SERVIZIO ISPETTORI AMBIENTALI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 32 del 27/07/2017)
  • REGOLAMENTO CONTROLLI INTERNI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 09/02/2018)
  • NUOVO REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELL’ADDIZIONALE COMUNALE LL’IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 27/02/2018)
  • REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)-TARI MODIFICA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 8 del 27/02/2018)
  • REGOLAMENTO PER LE CELEBRAZIONI DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 15 del 27/02/2018)
  • REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO DI PERSONE, MEDIANTE AUTOSERVIZI PUBBLICI NON DI LINEA-SERVIZIO DI NOLEGGIO DI AUTOVETTURE CON CONDUCENTE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 14/05/2018)
  • REGOLAMENTO PERLA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E TRASFERTE E DEI RIMBORSI DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI COMUNALI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 39 del 26/11/2018)
  • REGOLAMENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE PUBBLICA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 41 del 26/11/2018)
  • REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE DI IMPOSTA DI SOGGIORNO ( Delibera di Consiglio Comunale n. 1 del 15/03/2019)
  • REGOLAMENTO PER CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI PROPRIETARI CHE LOCANO A CANONE CONCORDATO E CALMIERATO PER PRIMA CASA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 9 del 15/03/2019)
  • REGOLAMENTO ATTUATIVO LEGGE REGIONALE 28 NOVEMBRE 2003 N.23 E SS.MM.II NORME DI RIORDINO IN MATERIA DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 30/04/2019)
  • REGOLAMENTO IN ATTUAZIONE REGOLAMENTO UE N.2016/679 RELATIVO ALA PROTEZIONE DELLE PERSONE FISICHE CON RIGUARDO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI ( Delibera di Consiglio Comunale n. 20 del 21/05/2019)
  • REGOLAMENTO PER CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI PROPRIETARI CHE LOCANO A CANONE CONCORDATO E CALMIERATO PER PRIMA CASA ( Delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 17/02/2020)
  • REGOLAMENTO PER NUOVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ( Delibera di Consiglio Comunale n. 29 del 22/05/2020)
  • REGOLAMENTO PER CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI PROPRIETARI CHE LOCANO A CANONE CONCORDATO E CALMIERATO PER PRIMA CASA MODIFICA ART.3 ( Delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 17/02/2020)
  • REGOLAMENTO VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 50 del 29/06/2020)
  • REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEL CANONE UNICO PATRIMONIALE ( Delibera di Consiglio Comunale n. 57 del 29/12/2020)

 

 

 

 

 

 

Attività Tributaria

 

Politica tributaria locale. Per ogni anno di riferimento

 

ICI/Imu

Le aliquote IMU sono rimaste invariate negli anni 2017, 2018, 2019:

-4 per 1000 per abitazioni principali categoria A1, A8,A9 e relative pertinenze

-la detrazione abitazione principale  nella misura fissata dalla legge, euro 200;

-10,60 per mille per tutti gli altri fabbricati

 

mentre dal 2020 è aumentata la sola aliquota IMU per l’effetto dell’accorpamento IMU TASI facendo rimanere inalterato il prelievo complessivo:

Aliquote ICI/IMU

2017

2018

2019

2020

2021

Aliquota abitazione principale

4

4

4

5

5

Detrazione Abitazione Principale

€ 200,00

€ 200,00

€ 200,00

€ 200,00

€ 200,00

Altri Immobili

10.60

10.60

10.60

10.60

10.60

Fabbricati rurali e strumentali (Solo IMU)

 

 

 

 

 

 

 

Addizionale Irpef

Addizionali IRPEF

2017

2018

2019

2020

2021

Aliquota Massima

0.80

0.8

0.8

0.8

0.8

Fascia Esenzione

 

 

 

 

 

Differenziazione Aliquote

 

 

 

 

 

 

 

Prelievi sui rifiuti

Prelievi sui Rifiuti

2017

2018

2019

2020

2021

Tipologia di prelievo

111479.06

110907.78

112916.46

121821.00

 

Tasso di copertura

100%

100%

100%

100%

 

costo del servizio procapite

214.38

220.06

231.86

244.13

 

 

 

Attività amministrativa

 

Sistema ed esiti controlli interni

L’articolazione del sistema dei controlli interni si articola come segue:

-controllo amministrativo 

-controllo contabile di rispetto equilibri finanziari

-controllo di gestione in via di strutturazione

 

Controllo di gestione

 

CONTROLLI:

INTERNI

Il sistema dei controlli interni è stato potenziato in questa ammistrazione con un controllo preventivo nella fase dell’elaborazione delle proposte delle deliberazioni di Giunta e Consiglio da parte del Responsabile del Servizio e da parte del Servizio Finanziario per l’attestazione del parere di regolarotà tecnica e della correttezza dell’attività ammiistraztiva con la sottoscrizione della stessa (controllo di regolatità amministrativa e contabile)

Un ulteriore controllo viene fatto sulla regolarità amministrativa esercitato dal Segretario Comunale anche con la sottoscrizione del Piano della prevenzione della corruzione.

GESTIONE

Sono state messe in campo tutte le attività al fine della riorganizzazione dei controlli di gestione

 

 

 

Controllo Strategico

I principali obiettivi inseriti nel programma di mandato e il livello della loro realizzazione alla fine del periodo amministrativo, con riferimento ai seguenti servizi/settori si può riassumere come di seguito:

 

PERSONALE

Razionalizzazione della dotazione organica e degli uffici con la riorganizzazione delle aree e l’inserimento di figure a tempo indeterminato in sostituzione al ricorso continuo al tempo determinato e parziale a copertura delle varie funzioni;

 

LAVORI PUBBLICI

 INTERVENTI CONCLUSI

 

  • Riordino funzionale della viabilità circostante il distributore in via Osteria snc ed interventi di modifica alla composizione dell’impianto carburanti;
  • Messa in sicurezza tratto di strada comunale di Pievelunga, di cui al D.M. 10.01.2019;
  • Lavori di ampliamento civico cimitero del Capoluogo – I° Stralcio per realizzazione di loculi all’interno del cimitero esistente;
  • Interventi di manutenzione straordinaria finalizzati all’efficientamento energetico del palazzo comunale, di cui al D.D. 14.05.2019 del Mi.S.E.;
  • Manutenzione straordinaria tratto di strada comunale di Pievelunga;
  • Sistemazione e messa in sicurezza strade comunali – Via Pastine;
  • Messa in sicurezza blocco loculi cimiteriali e realizzazione muro di cinta a protezione delle strutture di servizio esistenti con realizzazione rampa per abbattimento barriere architettoniche, nel civico cimitero del Capoluogo;
  • Intervento di efficientamento energetico del palazzo comunale con nuovi corpi illuminanti a led, di cui al D.M. 02.07.2020;
  • Intervento di adeguamento e adattamento degli spazi a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 mediante manutenzione straordinaria per realizzazione bagno nella scuola primaria e infanzia “Sante de Sanctis”, di cui ai fondi PON 2014-2020 – Ministero dell’Istruzione.

 

INTERVENTI INIZIATI E IN CORSO DI REALIZZAZIONE

  • Completamento delle strutture del Parco Termale con abbattimento delle barriere architettoniche ed adeguamento per terapie riabilitative – P.S.R. 2014-2020 Intervento 7.4.1;
  • Rischio dissesto abitazioni del centro storico di Parrano (rifacimento rete idrica e fognaria e ripristino pavimentazione stradale) – Intervento gestito dalla Regione Umbria – Beneficiario del finanziamento il Comune di Parrano.

  

GESTIONE DEL TERRITORIO

  • Concessione del servizio gestione integrata degli impianti di illuminazione pubblica e votiva, messa in sicurezza elettrica e meccanica, efficientamento con totale riconversione a led e adeguamento alla R. 20/2015;
  • Realizzazione nuovo impianto di depurazione e colletamento della rete fognaria a servizio del Comune di Parrano – Intervento realizzato dal soggetto gestore S.I.I. S.c.p.a. – Auri Sub-ambito 4;
  • Indagini di microzonazione sismica di livello 3 di cui alla DGR n. 1067 del 01.10.2018 e D.D. n. 10025 del 03.10.2018;
  • Realizzazione di un monitoraggio della qualità dell’aria del Paese attraverso una centralina mobile dell’ARPA Umbria;
  • Attivazione della Comunità Energetica.

 ISTRUZIONE PUBBLICA

Sviluppo servizio mensa e potenziamento del trasporto scolastico con l’acquisto di un nuovo scuolabus a metano;

CICLO DEI RIFIUTI

Si è vigilato sul rispetto delle norme dettate dal Piano d’Ambito e sul raggiungimento degli obiettivi prefissati con l’aumento della percentuale di raccolta differenziata negli anni.

SOCIALE

Si è potenziata la funzione sociale sul territorio con la presenza fisica di assistenti sociali e ufficio per gli stranieri a cadenza settimanale mettendo a disposizione spazi idonei all’ascolto.

Realizzazione per conto della Zona Sociale n. 12 di n. 2 assistenti sociali e n. 1 educatore professionale a tempo determinato per garantire la prosecuzione del servizio nel territorio.

 

SVILUPPO ECONOMICO

Durante il Mandato è stata attivata la gestione del Parco termale affidata tramite avviso pubblico. E’ stato attivato il Mercato Contadino con la messa a disposizione di stalli dedicati ai produttori locali ed è stato realizzato un collegamento gratuito di due giorni a settimana (lunedi e venerdi) con il Mercato di Fabro Scalo.

Attraverso l’utilizzo del Fondo per I Comuni Montani sono stati erogati contributi a fondo perduto per esercizi commerciali (codice ateco 471 e 472) di prossimità posti oltre 400 metri.

Lo sviluppo del turismo è stato alla base della mission di tutto il Mandato. Si sono organizzate durante i vari anni numerose iniziative locali volte a coinvolgere istituzioni, enti, associazioni, strutture ricettive tutte volte a far conoscere la bellezza del territorio ed attirare un numero il più elevato possibile di persone.

 

Valutazione delle Performance

Vengono assegnati gli obiettivi dalla Giunta Comunale ai Responsabili dei Servizi attraverso il PEG e viene valutato il grado di raggiungimento degli stessi attraverso il Piano della Performance annualmente.

Fanno riferimento al Regolamento per la valutazione della Performance approvato con delibera di Giunta Comunale n. 50 del 29/06/2020

 

Controllo sulle società Partecipate/controllate

Con la delibera del Consiglio Comunale n.49 del 29/12/2020 si è proceduto alla Revisione annuale delle partecipazioni societarie ai sensi del d.lgs 19/08/2016, n.175modificato dal d.lgs 16 giugno 2017 n.100.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parte III – Situazione Economico Finanziaria dell’ente

 

 

Sintesi dei dati finanziari a consuntivo del bilancio dell’ente

Entrate

2016

2017

2018

2019

2021

2020

%

Entrate Correnti

€ 783.293,08

€ 869.998,19

€ 961.488,61

€ 1.033.241,25

€ 489.589,39

€ 938.872,64

24,19%

Entrate da Alienazioni e trasferimenti di Capitale

€ 862.984,33

€ 53.585,94

€ 299.213,01

€ 445.192,79

€ 5.085,79

€ 173.782,49

48,41%

Entrate derivanti da accensioni di prestiti

€ 0,00

€ 0,00

€ 95.000,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

0,00%

Totale

€ 1.646.277,41

€ 923.584,13

€ 1.355.701,62

€ 1.478.434,04

€ 494.675,18

€ 1.112.655,13

10,20%

Spese

2016

2017

2018

2019

2021

2020

%

Spese Correnti

€ 745.724,11

€ 766.050,92

€ 823.347,09

€ 845.058,53

€ 378.589,01

€ 884.495,70

11,75%

Spese in Conto Capitale

€ 989.773,67

€ 48.951,01

€ 53.781,09

€ 255.783,36

€ 0,00

€ 395.979,94

74,16%

Rimborso di Prestiti

€ 42.511,87

€ 42.632,58

€ 46.018,06

€ 48.096,96

€ 0,00

€ 18.077,74

11,61%

Totale

€ 1.778.009,65

€ 857.634,51

€ 923.146,24

€ 1.148.938,85

€ 378.589,01

€ 1.298.553,38

35,38%

Partite di Giro

2016

2017

2018

2019

2021

2020

%

Entrate da Servizi per conto di tezi

€ 161.747,32

€ 196.843,80

€ 144.342,08

€ 154.924,74

€ 36.833,86

€ 129.478,10

4,22%

Spese per servizi per conto di terzi

€ 161.954,33

€ 196.843,80

€ 144.342,08

€ 154.924,74

€ 25.962,89

€ 129.478,10

4,34%

 

 

Equilibrio parte corrente del bilancio consultivo relativo agli anni del mandato

EQUILIBRIO ECONOMICO-FINANZIARIO

2016

2017

2018

2019

2020

2021

A) Fondo pluriennale vincolato per spese correnti iscritto in entrata

(+)

€ 0,00

€ 23.870,03

€ 21.601,75

€ 21.097,98

€ 8.153,04

€ 0,00

AA) Recupero disavanzo di amministrazione esercizio precedente

(-)

€ 0,00

€ 1.081,00

€ 1.081,00

€ 1.081,00

€ 0,00

€ 0,00

B) Entrate Titoli 1.00 – 2.00 – 3.00

(+)

€ 783.293,08

€ 869.998,19

€ 961.488,61

€ 1.033.241,25

€ 938.872,64

€ 489.589,39

  –   di cui per estinzione anticipata di prestiti

 

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

C) Entrate Titolo 4.02.06 – Contributi agli investimenti direttamente destinati al rimborso dei prestiti da amministrazioni pubbliche

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

D) Spese Titolo 1.00 – Spese correnti

(-)

€ 745.724,11

€ 766.050,92

€ 823.347,09

€ 845.058,53

€ 884.495,70

€ 321.902,21

D1) Fondo pluriennale vincolato di parte corrente (di spesa)

(-)

€ 23.870,03

€ 21.601,75

€ 21.397,98

€ 8.153,04

€ 0,00

€ 0,00

E) Spese Titolo 2.04 – Altri trasferimenti in conto capitale

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

E1) Fondo pluriennale vincolato di spesa – titolo 2.04 Altri trasferimenti in conto capitale

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

F1) Spese Titolo 4.00 – Quote di capitale amm.to dei mutui e prestiti obbligazionari

(-)

€ 42.511,87

€ 42.632,58

€ 46.018,06

€ 48.096,96

€ 18.077,74

€ 0,00

  –   di cui per estinzione anticipata di prestiti

 

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

F2) Fondo anticipazioni di liquidità

 

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

G) Somma finale (G=A-AA+B+C-D-D1-D2-E-E1-F1-F2)

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ 151.949,70

€ 44.452,24

€ 167.687,18

Altre poste differenziali, per eccezioni previste da norme di legge e dai principi contabili, che hanno effetto sull’equilibrio ex articolo 162, comma 6, del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali

H) Utilizzo avanzo di amministrazione per spese correnti

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

  –   di cui per estinzione anticipata di prestiti

 

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

I) Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di legge o dei principi contabili

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 9.943,00

€ 0,00

  –   di cui per estinzione anticipata di prestiti

 

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

L) Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento in base a specifiche disposizioni di legge o dei principi contabili

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

M) Entrate da accensione di prestiti destinate a estinzione anticipata dei prestiti

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

O1) RISULTATO DI COMPETENZA DI PARTE CORRENTE (O1=G+H+I-L+M)

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ 151.949,70

€ 54.395,24

€ 167.687,18

– Risorse Accantonate Di Parte Corrente Stanziate Nel Bilancio Dell’esercizio 2019

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 79.270,46

€ 0,00

€ 0,00

– Risorse vincolate di parte corrente nel bilancio

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 10.000,00

€ 0,00

€ 0,00

O2) EQUILIBRIO DI BILANCIO DI PARTE CORRENTE

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ 62.679,24

€ 54.395,24

€ 167.687,18

– Variazione accantonamenti di parte corrente effettuata in sede di rendiconto (+)/(-)

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 337.641,41

€ 0,00

€ 0,00

O3) EQUILIBRIO COMPLESSIVO DI PARTE CORRENTE

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ -274.962,17

€ 54.395,24

€ 167.687,18

P) Utilizzo avanzo di amministrazione per spese di investimento

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 60.000,00

€ 0,00

Q) Fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale iscritto in entrata

(+)

€ 135.521,82

€ 0,00

€ 0,00

€ 126.465,71

€ 204.953,16

€ 0,00

R) Entrate Titoli 4.00-5.00-6.00

(+)

€ 862.984,33

€ 53.585,94

€ 394.213,01

€ 445.192,79

€ 173.782,49

€ 5.085,79

C) Entrate Titolo 4.02.06 – Contributi agli investimenti direttamente destinati al rimborso dei prestiti da amministrazioni pubbliche

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

I) Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di legge o dei principi contabili

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 9.943,00

€ 0,00

S1) Entrate Titolo 5.02 per Riscossione crediti di breve termine

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

S2) Entrate Titolo 5.03 per Riscossione crediti di medio-lungo termine

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

T) Entrate Titolo 5.04 relative a Altre entrate per riduzioni di attività finanziaria

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

L) Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento in base a specifiche disposizioni di legge o dei principi contabili

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

M) Entrate da accensione di prestiti destinate a estinzione anticipata dei prestiti

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

U) Spese Titolo 2.00 – Spese in conto capitale

(-)

€ 989.773,67

€ 48.951,01

€ 53.781,09

€ 255.783,36

€ 395.979,94

€ 0,00

U1) Fondo pluriennale vincolato in c/capitale (di spesa)

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 126.465,71

€ 204.953,16

€ 0,00

€ 0,00

V) Spese Titolo 3.01 per Acquisizioni di attività finanziarie

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

E) Spese Titolo 2.04 – Altri trasferimenti in conto capitale

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Z1) RISULTATO DI COMPETENZA IN C/CAPITALE (Z1=P+Q+R-C-I-S1-S2-T+L-M-U-U1-U2-V+E)

€ 8.732,48

€ 4.634,93

€ 213.966,21

€ 110.921,98

€ 32.812,71

€ 5.085,79

– Risorse accantonate in c/capitale stanziate nel bilancio dell’esercizio 2021

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

– Risorse vincolate in c/capitale nel bilancio

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 110.921,98

€ 0,00

€ 0,00

Z2) EQUILIBRIO DI BILANCIO IN C/CAPITALE

€ 8.732,48

€ 4.634,93

€ 213.966,21

€ 0,00

€ 32.812,71

€ 5.085,79

– Variazione accantonamenti in c/capitale effettuata in sede di rendiconto (+)/(-)

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Z3) EQUILIBRIO COMPLESSIVO IN CAPITALE

€ 8.732,48

€ 4.634,93

€ 213.966,21

€ 0,00

€ 32.812,71

€ 5.085,79

S1) Entrate Titolo 5.02 per Riscossioni di crediti di breve termine

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

S2) Entrate Titolo 5.03 per riscossione crediti di medio-lungo termine

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

T) Entrate Titolo 5.04 relative a Altre entrate per riduzioni di attivit finanziarie

(+)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

X1) Spese Titolo 3.02 per Concessioni di crediti

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

X2) Spese Titolo 3.03 per concessione crediti di medio-lungo termine

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Y) Spese Titolo 3.04 per Altre spese per acquisizioni di attività finanziarie

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

W1) RISULTATO DI COMPETENZA (W1=O1+Z1+S1+S2+T-X1-X2-Y)

€ -20.080,45

€ 67.136,90

€ 305.212,44

€ 262.871,68

€ 87.207,95

€ 172.772,97

Risorse accantonate stanziate nel bilancio dell’esercizio 2021

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 79.270,46

€ 0,00

€ 0,00

Risorse vincolate nel bilancio

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

W2/EQUILIBRIO DI BILANCIO

€ -20.080,45

€ 67.136,90

€ 305.212,44

€ 183.601,22

€ 87.207,95

€ 172.772,97

Variazione accantonamenti effettuata in sede di rendiconto

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 337.641,41

€ 0,00

€ 0,00

W3/EQUILIBRIO COMPLESSIVO

€ -20.080,45

€ 67.136,90

€ 305.212,44

€ -154.040,19

€ 87.207,95

€ 172.772,97

Saldo corrente ai fini della copertura degli investimenti pluriennali:

O1) Risultato di competenza di parte corrente

 

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ 151.949,70

€ 54.395,24

€ 167.687,18

Utilizzo risultato di amministrazione per il finanziamento di spese correnti (H)

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Entrate non ricorrenti che non hanno dato copertura a impegni

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

– Risorse accantonate di parte corrente stanziate nel bilancio dell’esercizio 2021

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 79.270,46

€ 0,00

€ 0,00

– Variazione accantonamenti di parte corrente effettuata in sede di rendiconto (+)/(-)

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 337.641,41

€ 0,00

€ 0,00

– Risorse vincolate di parte corrente nel bilancio

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 10.000,00

€ 0,00

€ 0,00

Equilibrio di parte corrente ai fini della copertura degli investimenti pluriennali

 

€ -28.812,93

€ 62.501,97

€ 91.246,23

€ -274.962,17

€ 54.395,24

€ 167.687,18

 

 

Gestione di competenza. Quadro Riassuntivo

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Riscossioni

(+)

€ 1.118.671,84

€ 1.217.046,43

€ 963.367,76

€ 1.154.908,30

€ 933.695,06

€ 105.763,26

Pagamenti

(-)

€ 1.046.354,26

€ 1.121.914,46

€ 820.270,47

€ 971.459,19

€ 832.704,70

€ 99.106,34

Differenza

(=)

€ 72.317,58

€ 95.131,97

€ 143.097,29

€ 183.449,11

€ 100.990,36

€ 6.656,92

Residui Attivi

(+)

€ 689.352,89

€ 229.516,91

€ 536.675,94

€ 478.450,48

€ 308.438,17

€ 424.509,49

Residui Passivi

(-)

€ 893.609,72

€ 258.699,26

€ 247.217,85

€ 332.404,40

€ 595.326,78

€ 248.758,76

Differenza

(=)

€ -204.256,83

€ -29.182,35

€ 289.458,09

€ 146.046,08

€ -286.888,61

€ 175.750,73

Fondo pluriennale vincolato per spese correnti

(-)

€ 23.870,03

€ 21.601,75

€ 21.397,98

€ 8.153,04

€ 0,00

00

Fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale

(-)

€ 0,00

€ 0,00

€ 126.465,71

€ 204.953,16

€ 0,00

00

Avanzo (+) o Disavanzo(-) (COMPETENZA)

(=)

€ -155.809,28

€ 44.347,87

€ 284.691,69

€ 116.388,99

€ -185.898,25

€ 182.407,65

 

 

Risultati della gestione: fondo di cassa e risultato di amministrazione

Descrizione

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Fondo di Cassa al 31 Dicembre

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 246.395,98

€ -166.414,93

Totale Residui attivi finali

€ 1.084.612,22

€ 734.748,78

€ 990.872,63

€ 1.072.008,36

€ 1.164.960,12

€ 1.558.811,81

Totale residui passivi finali

€ 1.079.231,80

€ 538.117,79

€ 465.861,57

€ 517.501,93

€ 837.861,48

€ 867.279,21

Risultato di amministrazione (Esclusi FPV)

€ 5.380,42

€ 196.630,99

€ 525.011,06

€ 554.506,43

€ 573.494,62

€ 525.117,67

Utilizzo Anticipazione di Cassa

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

 

 

Utilizzo avanzo di amministrazione

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Reinvestimento quote accantonate per ammortamento

 

 

 

 

 

 

Finanziamento debiti Fuori Bilancio

 

 

 

 

 

 

Salvaguardia equilibri di bilancio

 

 

 

 

 

 

Spese correnti non ripetitive

 

 

 

 

 

 

Spese correnti in sede di assestamento

 

 

 

 

 

 

Spese di investimento

 

 

 

 

 

 

Estinzione anticipata di prestiti

 

 

 

 

 

 

Totale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gestione dei residui. Totale residui di inizio e fine mandato

Residui attivi Inizio Mandato

 

Iniziali

Riscossi

Maggiori

Minori

Riaccertati

Da riportare

Residui di competenza

Residui Finali

a

b

c

d

e=(a+c-d)

f=(e-b)

g

h=(f+g)

Titolo 1 – ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA, CONTRIBUTIVA E PEREQUATIVA

€ 265.497,90

€ 12.074,49

€ 0,00

€ -22.776,24

€ 242.721,66

€ 230.647,17

€ 37.939,77

€ 268.586,94

Titolo 2 – TRASFERIMENTI CORRENTI

€ 75.400,24

€ 19.326,00

€ 0,00

€ -1.336,85

€ 74.063,39

€ 54.737,39

€ 11.341,10

€ 66.078,49

Titolo 3 – ENTRATE EXTRATRIBUTARIE

€ 120.649,01

€ 24.316,09

€ 0,00

€ -10.171,39

€ 110.477,62

€ 86.161,53

€ 29.202,23

€ 115.363,76

Parziale titoli 1+2+3

€ 461.547,15

€ 55.716,58

€ 0,00

€ -34.284,48

€ 427.262,67

€ 371.546,09

€ 78.483,10

€ 450.029,19

Titolo 4 – ENTRATE IN CONTO CAPITALE

€ 99.212,71

€ 91.577,23

€ 0,00

€ -42,23

€ 99.170,48

€ 7.593,25

€ 587.827,48

€ 595.420,73

Titolo 5 – ENTRATE DA RIDUZIONE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 6 – ACCENSIONE DI PRESTITI

€ 16.119,99

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 16.119,99

€ 16.119,99

€ 0,00

€ 16.119,99

Titolo 7 – ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 9 – ENTRATE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 2.673,45

€ 957,52

€ 0,00

€ -1.715,93

€ 957,52

€ -0,00

€ 23.042,31

€ 23.042,31

Totale titoli

€ 579.553,30

€ 148.251,33

€ 0,00

€ -36.042,64

€ 543.510,66

€ 395.259,33

€ 689.352,89

€ 1.084.612,22

Residui attivi Fine Mandato

 

Iniziali

Riscossi

Maggiori

Minori

Riaccertati

Da riportare

Residui di competenza

Residui Finali

a

b

c

d

e=(a+c-d)

f=(e-b)

g

h=(f+g)

Titolo 1 – ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA, CONTRIBUTIVA E PEREQUATIVA

€ 396.461,40

€ 40.778,79

€ 75.451,54

€ -42.912,81

€ 429.000,13

€ 388.221,34

€ 268.451,33

€ 656.672,67

Titolo 2 – TRASFERIMENTI CORRENTI

€ 74.181,23

€ 9.145,67

€ 0,00

€ -10.249,35

€ 63.931,88

€ 54.786,21

€ 3.615,93

€ 58.402,14

Titolo 3 – ENTRATE EXTRATRIBUTARIE

€ 122.512,08

€ 25.520,92

€ 407,08

€ -18.693,16

€ 104.226,00

€ 78.705,08

€ 28.082,05

€ 106.787,13

Parziale titoli 1+2+3

€ 593.154,71

€ 75.445,38

€ 75.858,62

€ -71.855,32

€ 597.158,01

€ 521.712,63

€ 300.149,31

€ 821.861,94

Titolo 4 – ENTRATE IN CONTO CAPITALE

€ 289.627,87

€ 6.133,50

€ 0,00

€ -217.976,43

€ 71.651,44

€ 65.517,94

€ 173.760,07

€ 239.278,01

Titolo 5 – ENTRATE DA RIDUZIONE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 6 – ACCENSIONE DI PRESTITI

€ 95.000,00

€ 93.985,46

€ 0,00

€ 0,00

€ 95.000,00

€ 1.014,54

€ 0,00

€ 1.014,54

Titolo 7 – ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 9 – ENTRATE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 13.090,05

€ 2.308,20

€ 0,00

€ -5.469,08

€ 7.620,97

€ 5.312,77

€ 4.541,10

€ 9.853,87

Totale titoli

€ 990.872,63

€ 177.872,54

€ 75.858,62

€ -295.300,83

€ 771.430,42

€ 593.557,88

€ 478.450,48

€ 1.072.008,36

Residui Passivi Inizio Mandato

 

Iniziali

Pagati

Maggiori

Minori

Riaccertati

Da riportare

Residui di competenza

Residui Finali

a

b

c

d

e=(a+c-d)

f=(e-b)

g

h=(f+g)

Titolo 1 – SPESE CORRENTI

€ 340.940,42

€ 174.162,19

€ 0,00

€ -34.945,85

€ 305.994,57

€ 131.832,38

€ 251.514,58

€ 383.346,96

Titolo 2 – SPESE IN CONTO CAPITALE

€ 88.816,57

€ 79.078,60

€ 0,00

€ -0,29

€ 88.816,28

€ 9.737,68

€ 600.647,58

€ 610.385,26

Titolo 3 – SPESE PER INCREMENTO ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 4 – RIMBORSO DI PRESTITI

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 19.759,91

€ 19.759,91

Titolo 5 – CHIUSURA ANTICIPAZIONI RICEVUTE DA ISTITUTO TESORIERE/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 7 – USCITE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 63.127,51

€ 19.075,49

€ 0,00

€ 0,00

€ 63.127,51

€ 44.052,02

€ 21.687,65

€ 65.739,67

Totale titoli

€ 492.884,50

€ 272.316,28

€ 0,00

€ -34.946,14

€ 457.938,36

€ 185.622,08

€ 893.609,72

€ 1.079.231,80

Residui Passivi Fine Mandato

 

Iniziali

Pagati

Maggiori

Minori

Riaccertati

Da riportare

Residui di competenza

Residui Finali

a

b

c

d

e=(a+c-d)

f=(e-b)

g

h=(f+g)

Titolo 1 – SPESE CORRENTI

€ 338.947,37

€ 159.987,72

€ 0,00

€ -24.668,06

€ 314.279,31

€ 154.291,59

€ 184.170,41

€ 338.462,00

Titolo 2 – SPESE IN CONTO CAPITALE

€ 83.696,33

€ 69.188,67

€ 0,00

€ -1.325,19

€ 82.371,14

€ 13.182,47

€ 135.294,47

€ 148.476,94

Titolo 3 – SPESE PER INCREMENTO ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 4 – RIMBORSO DI PRESTITI

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 5 – CHIUSURA ANTICIPAZIONI RICEVUTE DA ISTITUTO TESORIERE/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 7 – USCITE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 43.217,87

€ 20.281,59

€ 0,00

€ -5.312,81

€ 37.905,06

€ 17.623,47

€ 12.939,52

€ 30.562,99

Totale titoli

€ 465.861,57

€ 249.457,98

€ 0,00

€ -31.306,06

€ 434.555,51

€ 185.097,53

€ 332.404,40

€ 517.501,93

 

 

Analisi anzianità dei residui distinti per anno di provenienza

RESIDUI ATTIVI

Residui attivi al 31-12

2015 e precedenti

2016

2017

2018

Totale residui da ultimo rendiconto approvato 2019

Titolo 1 – ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA, CONTRIBUTIVA E PEREQUATIVA

€ 103.146,86

€ 22.025,45

€ 151.401,51

€ 111.647,52

€ 268.451,33

Titolo 2 – TRASFERIMENTI CORRENTI

€ 20.806,66

€ 8.263,94

€ 8.210,82

€ 17.504,79

€ 3.615,93

Titolo 3 – ENTRATE EXTRATRIBUTARIE

€ 46.370,55

€ 0,00

€ 22.564,00

€ 9.770,53

€ 28.082,05

Parziale titoli 1+2+3

€ 170.324,07

€ 30.289,39

€ 182.176,33

€ 138.922,84

€ 300.149,31

Titolo 4 – ENTRATE IN CONTO CAPITALE

€ 0,00

€ 47.517,94

€ 0,00

€ 18.000,00

€ 173.760,07

Titolo 5 – ENTRATE DA RIDUZIONE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 6 – ACCENSIONE DI PRESTITI

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 1.014,54

€ 0,00

Titolo 7 – ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 9 – ENTRATE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 0,00

€ 0,00

€ 5.177,22

€ 135,55

€ 4.541,10

Totale titoli

€ 170.324,07

€ 77.807,33

€ 187.353,55

€ 158.072,93

€ 478.450,48

RESIDUI PASSIVI

Residui passivi al 31-12

2015 e precedenti

2016

2017

2018

Totale residui da ultimo rendiconto approvato 2019

Titolo 1 – SPESE CORRENTI

€ 28.628,23

€ 36.474,96

€ 41.876,59

€ 47.311,81

€ 184.170,41

Titolo 2 – SPESE IN CONTO CAPITALE

€ 0,00

€ 9.161,35

€ 4.021,12

€ 0,00

€ 135.294,47

Titolo 3 – SPESE PER INCREMENTO ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 4 – RIMBORSO DI PRESTITI

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 5 – CHIUSURA ANTICIPAZIONI RICEVUTE DA ISTITUTO TESORIERE/CASSIERE

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

€ 0,00

Titolo 7 – USCITE PER CONTO TERZI E PARTITE DI GIRO

€ 7.087,53

€ 55,72

€ 4.699,19

€ 5.781,03

€ 12.939,52

Totale titoli

€ 35.715,76

€ 45.692,03

€ 50.596,90

€ 53.092,84

€ 332.404,40

 

Rapporto tra competenza e residui

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Residui attivi Titoli I e III

€ 386.146,91

€ 383.950,70

€ 530.801,73

€ 518.973,48

€ 763.459,80

€ 845.999,75

Totale accertamenti entrate correnti Titoli I e III

€ 737.470,38

€ 837.882,20

€ 920.461,18

€ 998.235,67

€ 822.699,44

€ 489.229,65

Percentuale tra residui attivi Titoli I e III e
totale accertamenti entrate correnti Titoli I e III

€ 52,36

€ 45,82

€ 57,67

€ 51,99

€ 92,80

€ 172,92

 

 

 

Patto di Stabilità interno

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

s

s

s

s

s

s

 

 

Indebitamento

 

Evoluzione indebitamento dell’ente

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Residuo Debito Finale

€ 552.820,43

€ 529.078,67

€ 580.600,60

€ 533.489,64

€ 500.609,78

€ 0,00

Popolazione Residente

529

520

504

487

499

0

Rapporto tra residuo debito e popolazione residente

% 1.045,03

% 1.017,46

% 1.151,99

% 1.095,46

% 1.003,23

% 0,00

 

 

Rispetto del limite di indebitamento

Indicare la percentuale di indebitamento sulle entrate correnti di ciascun anno, ai sensi dell’art. 204 del TUEL:

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Incidenza percentuale attuale degli interessi passivi sulle entrate correnti (art. 204 TUEL)

308

306

256

219

2.19

 

 

 

Utilizzo strumenti di finanza derivata

Nel periodo considerato l’ente non ha in corso contratti relativi a strumenti derivati.

 

 

Rilevazione flussi

 

Conto del patrimonio in sintesi

Indicare i dati relativi al primo anno di mandato ed all’ultimo, ai sensi dell’art. 230 dei TUEL.

Anno 2016

Attivo

Importo

Passivo

Importo

Immobilizzazione Immateriali

€ 7.846,66

Patrimonio Netto

€ 2.658.848,72

Immobilizzazione Materiali

€ 2.357.030,97

 

 

Immobilizzazione Finanziarie

€ 140.816,86

 

 

Rimanenze

€ 0,00

Conferimenti

€ 0,00

Crediti

€ 1.084.612,22

Fondi Rischio e Oneri

€ 0,00

Attivita Finanziarie non Immobilizzate

€ 0,00

T.F.R.

€ 0,00

Disponibilità Liquide

€ 90.195,30

Debiti

€ 1.021.653,26

Ratei e risconti Attivi

€ 0,00

Ratei e risconti Passivi

€ 0,00

Totale

€ 3.680.502,01

Totale

€ 3.680.501,98

Anno 2019

Attivo

Importo

Passivo

Importo

Immobilizzazione Immateriali

€ 11.221,66

Patrimonio Netto

€ 1.358.332,48

Immobilizzazione Materiali

€ 1.885.480,19

 

 

Immobilizzazione Finanziarie

€ 0,00

 

 

Rimanenze

€ 0,00

 

 

Crediti

€ 315.573,81

Fondi Rischio e Oneri

€ 9.033,02

Attivita Finanziarie non Immobilizzate

€ 0,00

Conferimenti

€ 0,00

Disponibilità Liquide

€ 206.081,61

Debiti

€ 1.050.991,77

Ratei e risconti Attivi

€ 0,00

Ratei e risconti Passivi

€ 0,00

Totale

€ 2.418.357,27

Totale

€ 2.418.357,27

 

 

Conto economico in sintesi

Anno 2019

Voci del Conto Economico

Importo

A) COMPONENTI POSITIVI DELLA GESTIONE

€ 0,00

B) COMPONENTI NEGATIVI DELLA GESTIONE

€ 0,00

C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI

€ 0,00

D) RETTIFICHE DI VALORE ATTIVITA’ FINANZIARIE

€ 0,00

E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI

€ 0,00

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+C+D+E)

€ 0,00

Imposte (*)

€ 0,00

RISULTATO DELL’ESERCIZIO

€ 0,00

 

 

Riconoscimento debiti fuori bilancio

Non esistono debiti fuori bilancio ancora da riconoscere. 

 

Spesa per il personale

 

Andamento della spesa del personale durante il periodo del mandato

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Importo limite di spesa (art. 1, c. 557 e 562 della L. 296/2006) *

34062597

34062597

34062597

34062597

29372651

€ 283.618,88

Importo spesa di personale calcolata ai sensi delI’art. 1, c. 557 e 562 della L. 296/2006

25740364

26355766

31012519

30747678

28564611

 

Rispetto del limite (SI /NO)

SI

SI

SI

SI

SI

 

Incidenza delle spese di personale sulle spese correnti

34.29

32.00

38.00

30.00

32.29

 

 * Linee Guida al rendiconto della Corte dei Conti.

 

 

Spesa del personale pro-capite

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Spesa personale

€ 257.403,64

€ 263.557,66

€ 310.125,19

€ 307.476,78

€ 337.359,65

€ 283.618,88

Abitanti

529

520

504

487

499

498

Spesa personale
/
Abitanti

% 486,59

% 506,84

% 615,33

% 631,37

% 676,07

% 569,52

 * Spesa di personale da considerare: intervento 01 + intervento 03 + IRAP

 

 

Rapporto abitanti/dipendenti

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

Abitanti

529

520

504

487

499

498

Dipendenti

8

6

6

6

6

5

Abitanti
/
Dipendenti

% 66,13

% 86,67

% 84,00

% 81,17

% 83,17

% 99,60

 

 

Rispetto dei limiti di spesa previsti dalla normativa vigente per i rapporti di lavoro flessibile

Nel periodo considerato per i rapporti di lavoro flessibile instaurati dall’amministrazione sono stati rispettati i limiti di spesa previsti dalla normativa vigente.

 

Spesa sostenuta nel periodo di riferimento per i rapporti di lavoro flessibile

La spesa sostenuta nel periodo di riferimento della relazione per tali tipologie contrattuali è stata sempre contenuta rispetto al limite di € 75110,61 come approvato da delibera di Giunta Comunale n.41 del 05/04/2021.

 

Rispetto dei limiti assunzionali dalle aziende speciali e dalle Istituzioni

 

Fondo risorse decentrate

La consistenza del fondo delle risorse per la contrattazione decentrata negli anni è stata dei seguenti importi:

 

2016

2017

2018

2019

2020

2021

fondo risorse decentrate

19130

19130

19130

19130

19130

 

 

 

Adozione di provvedimenti ai sensi dell’art. 6 bis del D.Lgs 165/2001 e dell’art. 3, comma 30 della legge 244/2007(esternalizzazioni)

L’ente non ha adottato provvedimenti ai sensi dell’art. 6 bis del D.Lgs 165/2001 e dell’art. 3, comma 30 della legge 244/2007 (esternalizzazioni).

 

Parte IV – Rilievi degli organismi esterni di controllo

 

Rilievi della Corte dei conti

Attività di controllo:

l’ente è stato oggetto di deliberazioni, pareri, relazioni, sentenze in relazione a rilievi effettuati per  irregolarità contabili in seguito ai controlli di cui ai commi 166-168 dell’art. 1 della legge 266/2005:

-nell’anno 2018 sui Rendiconti 2014-2015-2016;

-nell’anno 2020 sui Rendiconti e calcolo FCDE 2016-2017-2018 in corso di istruttoria.

 

Rilievi dell’Organo di revisione

L’ente non è stato oggetto di rilievi di gravi irregolarità contabili da parte dell’organo di revisione.

 

Parte V – Azioni intraprese per contenere la spesa

Si è provveduto ad effettuare una riorganizzazione del personale contraendo la spesa complessiva.

 

Parte VI – Organismi Controllati

descrivere, in sintesi, le azioni poste in essere ai sensi dell’art.14, comma 32 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78, così come modificato dall’art. 16, comma 27 del D.L. 13/08/2011 n. 138 e dell’art. 4 del D.L. n. 95/2012, convertito nella legge n. 135/2012:

 

1.1. Le società di cui all’articolo 18, comma 2 bis, del D.L. 112 del 2008, controllate dall’Ente locale hanno rispettato i vincoli di spesa di cui all’articolo 76 comma 7 del dl 112 del 2008?

 

SI       

 

1.2. Sono previste, nell’ambito dell’esercizio del controllo analogo, misure di contenimento delle dinamiche retributive per le società di cui ai punto precedente

                                                             NO

 

 

 

Organismi Controllati ai sensi dell’art.2359, comma 1, n. 1 e 2, del codice civile

ORGANISMI CONTROLLATI AI SENSI DELL’ART. 2359, COMMA 1 E 2, DEL CODICE CIVILE:

 

SII SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SCPA                                     PI01250250550     QUOTA PARTECIPAZIONE 0.4833%

AZIENDA TRASPORTI CONSORZIAI SPA IN LIQUIDAZIONE           PI01456930559     QUOTA PARTECIPAZIONE 0.39%

A.T.C. SERVIZI SPA IN LIQUIDAZIONE                                        PI0020222554       QUOTA PARTECIPAZIONE 0.39%

UMBRIA DIGITALE SCARL                                                           PI03761180961     QUOTA PARTECIPAZIONE  0,00000721%

PATTO 2000 SRL IN CONS. SOC.A RESP.LIM. IN LIQUIDAZIONE    PI02322700549      QUOTA PARTECIPAZIONE  0.57%

 

 

Tale è la relazione di fine mandato del COMUNE DI PARRANO che è stata trasmessa alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti in data ……/……/…………

02/04/2021

 

CERTIFICAZIONE DELL’ORGANO DI REVISIONE CONTABILE

Ai sensi degli articoli 239 e 240 del T.U.E.L., si attesta che i dati presenti nella relazione di fine mandato sono veritieri e corrispondono ai dati economico – finanziari presenti nei documenti contabili e di programmazione finanziaria dell’ente. I dati che vengono esposti secondo lo schema già previsto dalle certificazioni al rendiconto di bilancio ex articolo 161 del T.U.E.L. o dai questionari compilati ai sensi dell’articolo 1, comma 166 e seguenti della legge n. 266 del 2005 corrispondono ai dati contenuti nei citati documenti.

……/……/…………

L’organo di revisione economico finanziaria([1])

……………………………………………………………………….

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[1]Va indicato il nome e cognome del revisore ed in corrispondenza la relativa sottoscrizione.

26 Marzo Presentazione del Libro MARKETING del BENESSERE

 
 
L’incontro è promosso dal Comune di Parrano e avrà inizio alle ore 16  con un saluto  del Sindaco Valentino Filippetti.
 
Coordinerà la presentazione Pier Giorgio Oliveti, ( Giornalista libero professionista specializzato nei campi turistico e ambientale, collabora a numerose riviste e giornali di settore; è autore di guide e pubblicazioni di genere turistico. Svolge la professione di consulente per il turismo: ideazione e gestione progetti di sviluppo locale, marketing turistico, progetti di promozione, comunicazione e immagine, progetti europei. Settori di specializzazione: ambiente, montagna, trasporti, turismo “verde”, enogastronomia, sviluppo sostenibile, Segretario Generale Cittaslow International.
 
interverranno insieme all’autrice del libro dott.ssa Paola Rizzitelli consulente di Marketing e Comunicazione esperta di wellness economy
 
il dott.Claudio Pagliara ,Medico Oncologo, fondatore e presidente dell’associazione “ La medicina olistica”. Formatore, divulgatore e autore dei libri “ La via della Guarigione” “ L’amore è la medicina più potente” “ La salute con l’acqua”.

il dr. Armando Cirillo( Innovation Manager; Consulente del Ministro della Salute (analisi dei dati e normativa); Task Force “Data-Driven” Covid-19; Componente Commissione per l’innovazione e la digitalizzazione dei servizi sanitari del Ministero della Salute; Cabina di Regia per l’Innovazione dell’Italia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in rappresentanza del Ministero della Salute. E’ stato per tre anni consulente di IPSOS – Italia, azienda leader nel campo delle ricerche di mercato. E’ iscritto nell’Elenco degli Innovation Manager del MISE. E’ stato Direttore del Centro studi di ricerca economica Nens iscritto all’anagrafe nazionale delle ricerche del MUR. E’ stato Consigliere del Ministro dei Beni culturali e del Turismo).
L’iniziativa si terrà in modalità remoto sulla piattaforma ZOOM con l’Autrice ed il Sindaco presso la sala Consiliare del Comune di Parrano e verrà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Comune e quelle segnalate dall’Autrice.
 
 
Per i collegamento sulle pagine facebook
https://www.facebook.com/ComunediParrano
https://www.facebook.com/sinergieperilbenessere
https://www.facebook.com/pagliara.claudio
 
 
 
 

 

Il Consiglio Comunale di Parrano conferisce la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

 

Il Consiglio Comunale di Parrano nella seduta del 29 novembre 2019 ha conferito la Cittadinanza Onoraria alla senatrice Liliana Segre con decisione unanime dell’assemblea.

Di seguito la mozione presentata dal Sindaco e fatta propria dal Consiglio Comunale con la quale si motiva questa scelta.

Comune di PARRANO

Mozione

Il sottoscritto Sindaco del Comune di Parrano

Premesso che

il 30 ottobre 2019 il Senato ha approvato una mozione per istituire una Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza, di cui prima firmataria la senatrice a vita Liliana  Segre, sopravvissuta  al campo di concentramento di Auschwitz;

il compito della commissione è controllare e indirizzare la concreta attuazione delle convenzioni e degli accordi sovranazionali e internazionali e della legislazione nazionale relativi ai fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e di istigazione all’odio e alla violenza, nelle loro diverse manifestazioni di tipo razziale, etnico-nazionale, religioso, politico e sessuale;

la Commissione svolge anche una funzione propositiva, di stimolo e di impulso nell’elaborazione e nell’attuazione delle proposte legislative e promuove anche ogni altra iniziativa utile a livello nazionale, sovranazionale e internazionale;

la nuova commissione vuole combattere i cosiddetti hate speech ovvero discorsi d’odio (non solo sulla rete, ma nella vita sociale in genere, negli stadi);

Considerato che

provazione ha fatto discutere non solo per gli episodi a margine del dibattito come il rifiuto, dai banchi delle opposizioni (che si era anche astenuta) ad alzarsi in piedi e applaudire la senatrice ma per quanto poi è scaturito sui social media;

in questo periodo,  in Italia, il clima di odio e violenza istillato sui social si è tradotto in atti e fatti rilevanti ai fini della coerenza costituzionale e delle leggi italiane che hanno preoccupato anche l’ Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet che , aprendo i lavori del Consiglio Onu per i diritti umani dichiara: “Abbiamo intenzione di inviare personale in Italia per valutare il riferito forte incremento di atti di violenza e di razzismo contro migranti, persone di discendenza africana e Rom”;

gli osservatori Onu inviati in Italia sottolineano come un aumento degli attacchi di odio in Italia non può essere separato dai politici “che abbracciano spudoratamente la retorica razzista e xenofoba anti-migrante e anti-straniera”;

Atteso che

in Italia, come in altri grandi paesi europei, i crimini d’odio motivati da ragioni etniche, di genere,  religiose e razziali sono in aumento da anni;

in definitiva il clima sociale in Italia è fortemente preoccupante per la continua e aumentata recrudescenza di atti emulativi del fascismo e del peggiore nazionalismo e spesso l’indifferenza verso il razzismo e altri orrori del mondo è più colpevole della violenza stessa;

lo Statuto del Comune di Parrano recita all’ articolo 4:

 

  1. “Il Comune promuove lo sviluppo e il progresso civile, sociale ed economico della propria comunità, garantisce ai singoli il massimo livello di dignità ispirandosi ai valori ed agli obiettivi della Costituzione”;
  2. “il Comune persegue la collaborazione e la cooperazione con tutti i soggetti pubblici e privati e promuove la partecipazione dei cittadini, delle forze sociali, economiche e sindacali alla vita amministrativa”;
  3. la sfera di Governo del Comune è costituita dall’ambito territoriale degli interessi”;
  4. Il Comune ispira la propria azione ai seguenti criteri e principi:
  5. a) il superamento degli squilibri economici, sociali e territoriali esistenti nel proprio ambito e nella Comunità nazionale.
  6. b) la tutela e lo sviluppo delle risorse naturali, ambientali, storiche e culturali presenti nel proprio territorio per garantire alla collettività una migliore qualità della vita.

per i motivi di cui alle premesse

Il Consiglio Comunale

IMPEGNA

 il Sindaco e la Giunta

ad esprimere solidarietà e sostegno alla senatrice Liliana Segre, riconoscendo che la sua storia personale costituisce un esempio tangibile del sentimento antirazzista e antifascista dello Stato italiano, un baluardo a facili derive che rischiano, se non si delineano i confini ideali costituzionalmente garantiti, di creare un clima di odio e paura anche in piccoli Comuni come il nostro;

ad attivare tutte le procedure per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre.

Parrano 29  novembre 2019

                                                                                               Il Sindaco

                                                                                         Valentino FILIPPETTI