Festa della Terra 2020

Parrano Biodiversa – Festa della Terra 2020

Oggi saremmo stati tutti insieme, spensierati, per festeggiare l’evento Parrano Biodiversa-un luogo da vivere.Avremmo celebrato “ la festa della terra” come ogni 3 maggio.Lo facciamo da casa, dai nostri giardini, dai nostri orti. Anche se non possiamo stare insieme, possiamo ammirare le bellezze del nostro piccolo borgo.Le strade, le pietre, i boschi. La biodiversità che rende Parrano unica, non solo per le sue ricchezze naturali, ma anche e soprattutto per la cultura della sua gente. Cittadini semplici, che con il loro grande senso di responsabilità e impegno hanno permesso che non si diffondesse il coronavirus. Nel nostro borgo non c’è stato nessun caso di covid 19.Grazie ai cittadini e grazie al l’eccezionale patrimonio di acqua limpida, aria pulita e terra fertile. E queste sono le basi su cui tutti insieme ci stiamo impegnando nella costruzione di Parrano Borgo del III millennioGrazie alla nostra scuola, alle associazioni del paese.Grazie a chi ha accettato il nostro invito e la nostra sfida, Paolo, Nicola, Marcello, Piero, Antonio, Federico.Sappiamo che niente sarà piu come prima ma che qui, a Parrano si puo iniziare a costruire qualcosa di nuovo

Pubblicato da Comune di Parrano su Domenica 3 maggio 2020

PARRANO, bella serata con PIZZICA nel BORGO

L’undicesima edizione di UMBRIA FOLK FESTIVAL, dedicata a “Terra & Territorio”, ha avuto un prologo con musica, balli e tradizioni del territorio dell’orvietano, varcando così i confini di Piazza del Popolo ad Orvieto dove, dal 30 agosto al 3 settembre, si svolgeranno le 5 serate della kermesse musicale.

Dopo l’avvio del weekend scorso a Castel Viscardo, Aspettando Umbria Folk Festival c’è stato l’appuntamento di  sabato 29 luglio a Parrano con PIZZICA NEL BORGO.

Una sinergia d’intenti quella tra Umbria Folk Festival e Parrano: l’obiettivo, di promuovere la conoscenza e il patrimonio naturale, culturale e artistico dei borghi dell’Umbria, è comune.

E’ stata una serata di grande energia e coinvolgimento,iniziata alle ore 19.30 al parco comunale con un Aperitivo Folk per poi proseguita con l’esibizione dei musicisti del gruppo MAMMA LI TURCHI e dell’ORCHESTRA GIOVANILE DI MUSICA POPOLARE

Graditissimo ritorno ad Umbria Folk Festival per Mamma li Turchi, che torna ad emozionare con tutta l’energia di canti d’amore, canti di ribellione verso l’oppressore, canti di malavita; tamburi infuocati che fanno ballare, esorcizzando il male di vivere, scacciando la morte causata dal morso del ragno. Il tutto al grido di “Mamma… li Turchi!”, esclamazione di paura dei popoli salentini al giungere delle navi condotte dai crudeli invasori turchi. Il gruppo, composto da Mariangela Berazzi (voce, castagnette, tamburi a cornice, ballo), Fabio Soriano (tamburi a cornice, fiati), Giuseppe Barbaro (chitarra, voce), Roberto Forlini (batteria), Sandro Paradisi (fisarmonica, voce), Graziano Brufani (basso), propone un repertorio basato sulla tradizione dei popoli salentini e campani, in una performance live che comprende pizziche, tarantelle e tammurriate. 

Atteso ritorno anche per i giovani cantanti e musicisti dell’Orchestra Giovanile di Musica Popolare. Dopo il grande successo dei concerti delle scorse edizioni di Umbria Folk Festival, il gruppo torna a proporre una serie di canti tipici della tradizione dell’Umbria e del Lazio (canti narrativi, di questua, filastrocche e strambotti d’amore) accompagnati  da strumenti tradizionali (organetti, fisarmoniche, ciaramelle, fiatipastorali, tamburelli). 

 

La cultura popolare della musica folk ben si sposa con l’intento di valorizzazione delle risorse del borgo umbro promosso dall’ente pubblico, proprio perché è partendo dalla conoscenza delle proprie radici che si può conoscere ciò che è diverso da noi e farne un’esperienza e un’opportunità di crescita.

“Il medium è il messaggio” parafrasando McLuhan si ottiene che ogni mezzo o strumento che sia può interferire con la nostra coscienza e la nostra intelligenza; gli eventi musicali che ricordano la cultura popolare creano un sentimento confortante ma allo stesso tempo vivace e interattivo, tale da essere di spinta per approfondire ma anche per elaborare nuove relazioni e nuovi processi.

L’Amministrazione Comunale e la Pro Loco di Parrano ringraziano  gli organizzatori e il GAL Trasimeno Orvietano per questa iniziativa che ha permesso di condividere con il pubblico una serata all’insegna del buon cibo e della buona musica.

 

Gli altri appuntamenti

Aspettando Umbria Folk Festival prosegue il 14 e15 agosto sul Lago di Corbara presso la Penisola Country Resort e il 26 agosto alla FolkOsteria di Orvieto. Spazio poi alle 5 serate orvietane (30 agosto-3 settembre) da trascorrere sotto il cielo stellato di Piazza del Popolo.