PARRANO : il Consiglio dice no alla tariffa puntuale sui rifiuti

 

Il Consiglio Comunale di Parrano nella seduta del 6 luglio ha preso in esame il seguente ordine del giorno :

  • RIPIANO DEL MAGGIOR DISAVANZO RELATIVO AL RENDICONTO 2019
  • ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI 2020/2022
  • RATIFICA VARIAZIONE DI BILANCIO D.G. N.40 DEL 12/0672020
  • TASSA DEI RIFIUTI – TARI – PRESA DI POSIZIONE IN ORDINE A TASSA/TARIFFA  PUNTUALE

TUTTI I PUNTI SONO STATI APPROVATI TRANNE IL SECONDO CHE E’ STATO RINVIATO DOPO LE ULTIME DISPOSIZIONI DEL GOVERNO CHE HA FATTO SLITTARE TUTTO A SETTEMBRE

SIGNIFICATIVA LA DECISIONE PRESA ALL’UNANIMITA’ SUL QUARTO PUNTO , PRESENTI TUTTI I GRUPPI CONSILIARI

ECCO IL TESTO DELIBERATO :

IL CONSIGLIO COMUNALE

  • Presa visione della nota dell’AURI di Terni del 15 giugno 2020 con la quale viene richiesto ai Comuni dell’ambito un pronunciamento su tariffa corrispettiva o tributo per quanto riguarda il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani;

 

  • Vista la delibera ARERA 443/2020 di definizione dei criteri di riconoscimento dei costi efficienti di esercizio e di investimento del servizio integrato dei rifiuti, per il periodo 2018-2021;

 

  • Dato atto che con la tariffa puntuale corrispettiva, la riscossione è effettuata direttamente dal RTI ASM Terni Spa-C.N.S. gestore del servizio che incassa direttamente la tariffa del proprio servizio dai cittadini/imprese e provvede ai relativi pagamenti;

 

  • Considerato che con il tributo puntuale rimane in capo al Comune la riscossione provvedendo ai pagamenti sia del gestore che degli impianti di trattamento e comunque la cosa da tenere nella giusta considerazione è la possibilità del Comune di gestire in modo più razionale, tenendo conto delle situazioni sociali ed economiche dei contribuenti, il corrispettivo degli utenti;

 

  • Considerato, non da ultimo, anche la particolarità del momento che stiamo vivendo a seguito dell’emergenza COVID-19 che sta mettendo in grande difficoltà molti utenti sia per quanto riguarda le famiglie e che per quanto riguarda le attività economiche e produttive;

 

  • Dato atto che il metodo del tributo puntuale basato sul criterio “ex TARSU” consente al Comune una gestione del prelievo che consente al Comune di tenere in maggiore considerazione le situazioni socio/economiche sopra indicate;

 

  • Preso atto, inoltre, che ad oggi, per quanto riguarda la tariffa puntuale corrispettiva, manca un regolamento condiviso e le relative simulazioni in modo da avere la piena consapevolezza di ciò che si va ad applicare;

 

  • Vista la comunicazione effettuata dal nostro Comune ad AURI Sub Ambito 4 Via Bramante 43 05100 Terni, con prot.959/2020 con cui si rende noto che il Comune è orientato a mantenere una gestione attraverso tributo puntuale;
  • DELIBERA

     

    Di impegnare il Sindaco e la Giunta Municipale ad applicare dal 01/01/2021, fino a nuove determinazioni, per quanto riguarda il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani il tributo e non la tariffa corrispettiva.

     

    Con il seguente esito della votazione Presenti n. , Voti Favorevoli n. , Astenuti n.,  Contrari: , espressi in forma palese per alzata di mano dagli aventi diritto;

    DELIBERA

     

    di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile, ai sensi dell’articolo 134, comma 4, del d.Lgs. n. 267/2000.