Divieto di transito sulla Strada Vicinale di Manziano per automezzi superiori a 35 q

COMUNE DI PARRANO

“Servizio Polizia Municipale dei Comuni, di Monteleone di Orvieto, Montegabbione  e Parrano”

 

Il Comandante

 

     -Sentita la comunicazione verbale del Sindaco Sig. Valentino Filippetti sulla situazione della strada vicinale di  Manziano, facente parte del consorzio sulle strade vicinali di Manziano;

     -Letta la Delibera Consiliare n.65 del 2013, avente ad oggetto Proposta di Costituzione del “Consorzio per la Manutenzione delle Strade Vicinali del Bagno, di Casa Balda e di Manziano”;

     -Letta la delibera consiliare n.47 del 2013, avente ad oggetto Costituzione Consorzio per la manutenzione delle strade vicinali del Bagno, di Casa Balda e di Manziano;

     -Letta la delibera consiliare n.9 del 2014, avente ad oggetto consorzio strade vicinali del Bagno, di casa Balda e di Manziano-valutazioni osservazioni e approvazione definitiva;

     -Letta la delibera consiliare n.33 del 2016, avente ad oggetto la ridefinizione consorzio obbligatorio strada di Manziano;

     -Letto lo statuto comunale  del consorzio per la manutenzione delle strade vicinali di Manziano-Parrano (Terni), dal quale si evince che il comune di Parrano partecipa alle spese consortili, tecniche amministrative e di manutenzione per una quota parte del 20%;

     -Letto nello specifico l’articolo 12 di detto statuto relativamente agli obblighi dei soci consorziati sull’utilizzo della strada;

     -Accertato che la strada vicinale di Manziano si snoda quasi totalmente all’interno di zone boschive, ove  operano imprese dedite al taglio ed allo sfruttamento del legname;

     -Considerato che il legname ottenuto viene trasportato su camion che, data la loro imponenza e pesantezza, possono danneggiare la carreggiata della strada vicinale, costringendo il Comune ed i Soci del consorzio ad intervenire con opere manutentive per assicurare la viabilità;

     -Al fine di evitare danni alla carreggiata, alle opere strutturali della strada vicinale ed  esborsi economici oltre che al Consorzio anche all’Ente pubblico;

     -Visto l’articolo 2 comma 6 lettera d) del D.Lgs 285/92;

     -Attesa la propria competenza all’adozione del presente atto, in forza dell’art 106 del D.Lgs 267/2000 (TUEL);

     -Richiamate le disposizione del Capo II° del Titolo II° del D.Lgs 165/2001;

     -Visto il Decreto Sindacale n.06 del 09/02/2018;

     -Visto l’articolo 6 comma 4 lettera b) del  D.Lgs 285/92;

     -Per i motivi sopra esposti;

 

Ordina

 

     –Il divieto di transito ai veicoli con massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, sulla strada vicinale di Manziano. Le Ditte boschive e non operanti nel territorio che per la loro attività usufruiscono di detta strada, dovranno, per ottenere l’autorizzazione al transito con camion, presentare idonea polizza fideiussoria assicurativa e/o bancaria a  garanzia dei lavori manutentivi che si rendessero necessari al ripristino della carreggiata danneggiata. Sulla strada vicinale di Manziano dovrà essere installata idonea segnaletica verticale permanente, con il divieto di transito ai mezzi con massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate (figura II 60/b art.117) ed un limite di velocità a 30 km orari (figura II 50 art.116).

 

     -La presente sarà pubblicata all’albo pretorio on-line, sarà inviata alla Caserma Carabinieri di Fabro, alla stazione Carabinieri forestali di S.Venanzo, al Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Parrano per conoscenza e quanto di competenza, avverso l’Ordinanza si potrà ricorrere al TAR dell’Umbria, per motivi di eccesso di potere, violazione di legge o incompetenza, entro 60 gg dalla pubblicazione e/o con ricorso straordinario  al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio on-line.

 

Dalla residenza Municipale

                                                                                         Il Comandante

                                                                             Cap. Dott.Francesco Giuliacci