Parrano in Cittaslow, inizia il lavoro…

Mercoledi 12 Aprile, nella sala Consiliare del Comune di Parrano, si è tenuto il primo importante incontro tra il Direttore di Cittaslow International, Dr. Piergiorgio Oliveti e gli Amministratori e Dipendenti Comunali, i Consiglieri e le Associazioni locali, dopo la certificazione di Parrano Cittaslow, avvenuta il 22 Marzo scorso a Pals in Spagna.

 

Parrano entra pieno titolo nella rete internazionale di 235 città in 30 paesi del mondo che adottano la filosofia “del buon vivere”.

Le ragioni della scelta di aderire a Cittaslow erano state presentate dal Sindaco del Comune di Parrano, Valentino Filippetti alla Giunta Comunale e al Consiglio Comunale i quali sono stati concordi nello scegliere questo circuito internazionale come il più idoneo al paese di Parrano.

La motivazione è semplice: l’intento dell’Amministrazione Comunale è quello di cooperare condividere e collaborare per promuovere una cultura del buon vivere, per preservare un’identità culturale e storica, per sostenere la difesa dell’ambiente, per programmare una ParranoBiodiversa, per attuare progetti tesi all’inclusione sociale, per valorizzare la produzione locale di prodotti tipici, per favorire la filiera corta agroalimentare, per recuperare antichi mestieri, per coinvolgere attivamente la cittadinanza alla vita comunale.

 

Si legge nel sito dell’organizzazione che: “ il Movimento Cittaslow era nato nel 1999 dall’intuizione di Paolo Saturnini, allora Sindaco di Greve in Chianti, fatta propria dai Sindaci delle città di Bra Francesco Guida, di Orvieto Stefano Cimicchi e di Positano Domenico Marrone, e accolta da Carlin Petrini, Presidente di Slow Food.

 

L’obiettivo era ed è quello di allargare la filosofia di Slow Food alle comunità locali e al governo delle città, applicando i concetti dell’ecogastronomia alla pratica del vivere quotidiano.

 

I Comuni che aderiscono all’associazione sono:

 

– animati da individui curiosi del tempo ritrovato, dove l’uomo è ancora protagonista del lento, benefico succedersi delle stagioni;

 

– rispettosi della salute dei cittadini, della genuinità dei prodotti e della buona cucina;

 

– ricchi di affascinanti tradizioni artigiane, di preziose opere d’arte, di piazze, di teatri, di botteghe, di caffè, di ristoranti, luoghi dello spirito e paesaggi incontaminati;

 

– caratterizzati della spontaneità dei riti religiosi, dal rispetto delle tradizioni, dalla gioia di un lento e quieto vivere.” (www.cittaslow.it)

 

Dopo aver riempito schede su schede, che richiedevano requisiti e chiedevano impegni, (ben 72 domande), Parrano, una volta raggiunto il punteggio per entrare nella rete, ha ancora da fare per raggiungere l’obiettivo delle “tre chiocciole” ed essere città modello” ma questo non spaventa l’Amministrazione perché è tra gli obiettivi che si era posta all’indomani dell’insediamento alla guida del paese.

 Il Sindaco, nelle linee programmatiche, oltre a voler rimettere in piedi un Comune, dopo il commissariamento, aveva già espresso la volontà di perseguire un percorso di valorizzazione delle risorse di Parrano per rilanciare il paese, partendo da quello che già c’è ma che occorre  riprendere, guidare e proporre in modo adeguato secondo la filosofia del buon vivere.

L’attenzione alle problematiche e criticità del singolo cittadino,  la ricerca delle soluzioni condivise per efficientare, facendo rete, i servizi con le funzioni associate e migliorarne l’accessibilità, le proposte alternative al vivere caotico e troppo veloce delle città di oggi, sono concetti già espressi dall’Amministrazione, in connubio perfetto con Cittaslow.

La città che non significa solo urbis ma anche civitas  è alla base di un percorso che Parrano inizia ad intraprendere, cogliendo le opportunità che offre la rete internazionale di 235 città in 30 paesi del mondo.

Queste molteplici opportunità sono spiegate dal Dottor Oliveti, direttore Cittaslow International, alla platea che accoglie l’invito a “sposare” uno stile di vita dove l’attenzione viene posta sull’uomo e sull’ambiente, declinandone il principio nella  vita quotidiana.

Collaborare, condividere, cooperare, verbi alla base dell’impegno degli Amministratori comunali, trovano in Cittaslow un partner efficace ma sottolineano l’importanza di una cittadinanza attiva e propositiva affinché Parrano possa rivivere appieno le sue possibilità e peculiarità di un piccolo ma grande borgo!

 

 

 

PARRANO entra in Cittaslow Internazionale

Il 25 marzo è avvenuta la consegna del Diploma di Certificazione al Comune di Parrano durante il Comitato di Coordinamento internazionale  di Città Slow Internazionale che si svolge  a Pals (Spagna).

Alla cerimonia hanno partecipato il presidente Stefano Pisani, Sindaco di Pollica(SA), il direttore generale Piergiorgio Oliveti e Patrizia Patrizi vice sindaco di Parrano.

Si realizza un altro degli obbiettivi che la nuova Amministrazione Comunale si era proposta al momento dell’insediamento.

Un risultato molto positivo ma anche una sfida per tutta la Comunità di Parrano.

 

BARBERINI a Parrano : ” Occorre un pensiero innovativo per affrontare la questione sociale”

 

Il 16 marzo a Parrano si è volta un’affollata assemblea popolare organizzata dal Comune di Parrano sul nuovo Piano Sociale, varato dalla regione dell’Umbria all’inizio del mese, alla quale ha partecipato Luca Barberini, assessore regionale dell’Umbria.

Dopo il saluto del Sindaco di Parrano Valentino Filippetti, ha preso la parola per  relazione introduttiva Patrizia Patrizi, vice sindaco e assessore al sociale del Comune di Parrano.

Sono seguiti gli interventi di Cristina Croce ( vice sindaco di orvieto), Teresa Urbani ( direttore distretto USL di Orvieto), Cristina Maravalle ( dirigente scolastico Alto Orvietano), Francesca Barbini ( vice sindaco di Ficulle), Alessia Baldini ( assessore di Fabro), Sandro Banella ( presidente fondazione Crisalide), Andrea Massino ( presidente coop Quadrifoglio),Maurizio Terzino (sindaco di Fabro), Filippo Mechelli ( presidente consulta dei giovani di Parrano ), Giampiero Lattanzi ( presidente provincia di Terni), Giuseppe Germani ( sindaco di Orvieto).

L’assemblea è stata conclusa da Luca Barberini, assessore regionale sulle materie del sociale, della sanità e delle tematiche giovanili.

Barberini ha fatto presente i profondi cambiamenti interveniti da quando la Regione Umbria varò il primo piano sociale 15 anni fa. Una regione che produce meno ricchezza, che perde tremila abitanti ogni anno e che ha visto raddoppiare gli oltre 65 anni che ormai rappresentano il 25% della popolazione.

Da qui la nuova filosofia del Piano sociale recentemente varato che punta sul territorio, conferma le 12 zone sociali e ricerca nella collaborazione con tutti gli attori che agiscono nel sociale la via per far fronte alle difficoltà

L’assessore  ha confermato la volontà della Regione Umbria di mantenere invariati gli investimenti e i trasferimenti nel sociale e ha risposto puntualmente a tutte le questioni poste dagli interventi.

Per concludere Barberini ha sottolineato positivamente la scelta del Comune di Parrano di dar vita alla Consulta dei Giovani, ribadendo che l’unico antidoto al populismo e all’antipolitica sia la partecipazione proprio dei giovani che vanno chiamati da subito all’impegno e alla responsabilità.

SANITA’ e SOCIALE in UMBRIA, il 16 marzo l’assessore BARBERINI a PARRANO

L’Amministrazione Comunale di Parrano organizza per giovedi 16 Marzo alle ore 18 presso le scuole elementari un incontro pubblico sulla politica sociale della Regione Umbria. All’incontro sono invitati tutti gli amministratori dei Comuni limitrofi, le associazioni , i Dirigenti e gli Operatori dell’USL.

La relazione introduttiva sarà tenuta da Patrizia Patrizi , vice sindaca di Parrano. Seguiranno alcune comunicazioni di Cristina Croce, vice sindaco di Orvieto, Maurizio Terzino sindaco di Fabro.

Concluderà l’assemblea il dr Luca Barberini , assessore della Regione Umbria.

Tutta la Cittadinanza è invitata a partecipare.

LE FINALITÀ E LE STRATEGIE DEL PIANO SOCIALE DELL’UMBRIA

Il Piano sociale regionale è lo strumento di governo del sistema dei servizi e delle attività sociali mediante il quale la Regione definisce gli indirizzi, gli obiettivi, le priorità sociali, la soglia territoriale ottimale per la programmazione e la gestione degli interventi sociali ed i criteri per la relativa attuazione.

 Il nuovo Piano sociale della Regione Umbria intende porre come obiettivo strategico generale il consolidamento del sistema integrato territoriale degli interventi e dei servizi sociali, volto a favorire la produzione e lo sviluppo dei beni pubblici comuni e ad attivare le risorse comunitarie nel pieno rispetto dei diritti e della centralità della persona.

 Nello specifico, il Piano sociale assume le seguenti FINALITÀ di carattere generale:

  1. il perseguimento del principio di equità mediante la maggiore attenzione ai nuovi e accresciuti bisogni della popolazione nell’attuale contesto di crisi e di profondi mutamenti sociali, al fine di migliorare l’inclusione e la coesione sociale attraverso un rinnovato riconoscimento del diritto di usufruire delle prestazioni sociali;
  2. l’affermazione della centralità della persona attraverso la partecipazione attiva dei cittadini alla definizione di progetti personalizzati e il coordinamento degli attori sociali in un sistema a rete aperto e flessibile;
  • la responsabilizzazione dei cittadini mediante servizi e interventi sociali di tipo cooperativo piuttosto che competitivi, orientati alla produzione di un valore pubblicoche nello specifico sono: i. promuovere azioni che sostengano e tutelino le giovani generazioni, con una distinzione tra la progettualità rivolta all’infanzia, agli adolescenti e ai giovani adulti

Conclusa la manifestazione PARRANO, I PRESEPI DELLA SOLIDARIETA : i vincitori del concorso.

Si è conclusa la sera dell’EPIFANIA la manifestazione PARRANO, I PRESEPI DELLA SOLIDARIETA’ con la premiazione dei presepi.. La commissione giudicatrice

era composta dalla prof.ssa Elvira Busa, dalla direttrice del GAL Trasimeno Orvietano Francesca Caproni, dall’artista Mariella Malara e dalla fotografa Erina Amari

del Canon Club dell’Umbria. Sono stati 89 i presepi che hanno partecipato alla manifestazione e provenivano dalle scuole del territorio, dall’Istituto Piccole

Ancelle del Sacro Cuore di Roma e da privati. E tre erano quindi le categorie esaminate dalla commissione.

Una Menzione Speciale per andata  al presepe di Gabriele Lupi ” ….per aver unito Tradizione, Modernità e impegno tra le Generazioni….”.

Per la sezione che riguardava le scuole della zona ha vinto il primo premio la Scuola Secondaria di primo grado di Montegabbione

Per la sezione dei presepi provenienti da Roma il primo premio è andato a Valerio Pallavicini, il secondo a Gabriele Zelli ed il terzo a Giovanni Garofili tutti di

classi della scuola primaria delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore

Per la sezione privati il primo premio è andato a Egidio Castellano della Basilicata, il secondo premio a centro di aggregazione giovanile Frejest di Montegabbione

ed il terzo premio al Villaggio Mauro Faina di Collelungo di San Venanzo.

Questa lunga manifestazione iniziata il 23 dicembre e conclusa il 6 gennaio è stata molto importante per Parrano perchè ha visto un impegno di tutti a partire dalla

Pro Loco che ha coordinato l’iniziativa. Ci sarà tempo per fare un bilancio piu approfondito ma l’Amministrazione Comunale vuole ringraziare tutti coloro che hanno

dedicato tempo, fantasia e impegno per Parrano.

 

La PANCHINA ROSSA a PARRANO

pancina-2

Il Comune di Parrano ha raccolto la proposta degli Stati Generali delle Donne di collocare in un luogo significativo del paese una Panchina Rossa per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle violenze contro le donne. 

panchina-1panchina-3

Alla manifestazione è giunto un bellissimo messaggio della Presidente dell’Umbria Catiuscia Marini. Moltissime le personalità presenti all’incontro coordinato dalla Vice Sindaco Patrizia Patrizi  dal Sindaco e Vicesindaco di Orvieto a quello di Monteleone, l’assessora del Comune di Fabro, imprenditrici, intellettuali , esponenti del mondo della scuola e associativo.

E naturalmente molti Parranesi

PARRANO : Filippetti nomina la giunta e propone Patrizia Patrizi e Isabella Tedeschini

Questa mattina il neo Sindaco di Parrano ha depositato  le nomine dei due assessori che lo affiancheranno nella Giunta del Comune di Parrano. Si tratta di Patrizia Patrizi , assessore esterno, che ricoprirà anche la carica di vice sindaco

Patrizxia Patrizi - Vice Sindaco Comune di Parrano

Patrizia Patrizi – Vice Sindaco Comune di Parrano

e Isabella Tedeschini

Isabella Tedeschini - Assessore Comune di Parrano

Isabella Tedeschini – Assessore Comune di Parrano

che è stata eletta nel Consiglio Comunale per la lista Parrano Bene Comune.

Con queste scelte Filippetti ha inteso ribadire lo spirito con il quale la compagine che ha ottenuto la maggioranza dei consensi  si è presentata agli elettori: aprire una nuova stagione,  dove tutta la popolazione sia chiamata a collaborare, a cooperare e a condividere lo sforzo per rimettere in moto il paese, che stà attraversando grandi difficoltà.

La dott.ssa Patrizia Patrizi seguirà tutte le attività legate alla promozione e lo sviluppo, mente Isabella Tedeschini si occuperà del funzionamento della macchina amministrativa.

E’ intenzione del Sindaco Filippetti coinvolgere direttamente tutti i consiglieri in compiti specifici dopo aver realizzato il confronto politico sulle dichiarazioni programmatiche che verranno proposte al primo Consiglio Comunale.