PARRANOBIODIVERSA incontra ORIOLO ROMANO

 
“Nel Primo libro dei Consigli redatto nel 1575 viene riportato l’elenco dei residenti da dove risulta la presenza di 106 persone; oltre la metà dei residenti, 64 persone, giunsero dall’Umbria, in particolare da Parrano 37, da Orvieto 10, da Gubbio 6, da Fabro 4, da Piegaro e Castel Viscardo 2, altre 27 persone dalla Toscana di cui 21 da Ficulle e 3 da Arezzo, 4 dall’Emilia Romagna. L’origine umbra dei primi abitanti di Oriolo Romano, risulta ancora oggi, a distanza di secoli, in talune inflessioni dialettali, usi culinari e folcloristici che si possono osservare nell’attuale popolazione”
CONCERTO APERITIVO
Sabato 12 settembre dalle 18:00
Patrizia Vecchi presenta :
Pianista Angela Ciampani
Baritono Lorenzo Sterpa
Tenore Marco Rumori
Piazza della Repubblica
(in caso di pioggia il concerto si svolgerà nella Chiesa delle Grazie in via Osteria)
INCONTRO TRA LE GIUNTE COMUNALI DI PARRANO E ORIOLO ROMANO
Domenica 13 settembre ore 10:00
Sala Consiliare
Sono stati invitati i sindaci di Fabro, Ficulle, Orvieto, Castel Viscardo, Piegaro e il Direttore di Cittaslow International

PARRANO. anche i tamponi di oggi tutti negativi

 

I tamponi effettuati oggi ( 2 luglio) a Cantone sono risultati tutti negativi. Si chiude cosi una esperienza impegnativa per tutti gli abitanti di Cantone e per tutte le istituzioni coinvolte nelle attività di diagnosi e prevenzione.

Anche il terzo tampone fatto al signore da cui era partito l’allarme covid è risultato negativo.

Come abbiamo già fatto ieri  vogliamo rinnovare il ringraziamento al personale dell’USL, alla dott.ssa Urbani, al dott Mattorre  e ad Adriana Bugnini, Franca NILMA Da Silva, Sabrina Margottini e Loredana Amendola che hanno agito sul posto.

Come dobbiamo ringraziare la Protezione Civile, i Carabinieri, il Comune di Monteleone e tutti i dipendenti comunali.

La soddisfazione per gli esiti delle verifiche non ci deve far abbassare la guardia, il problema è tutt’altro che superato. Invitiamo tutta la popolazione a mantenere il comportamento serio e responsabile che ha avuto fino ad oggi.

PARRANO, tutti negativi gli oltre quaranta tamponi fatto oggi per il test covid a Cantone

 

Nella giornata di ieri un cittadino orvietano in vacanza a Cantone ha accusato un maloree  si era recato all’ospedale dove è stato sottoposto al test come tutti coloro che entrano nel nosocomio . Il primo test aveva rivelato  che il signore era  Covid asintomatico . Un secondo test fatto   successivamente a Terni  invece aveva dato esito negativo. Ovviamente sono scattate subito le procedure previste, il Sindaco ha emanato delle ordinanze cautelative  e l’USL si è recata a Cantone nella giornata di ieri dove  ha ricostruito tutte le relazioni e oggi (1 luglio ) ha effettuato quarantatre  tamponi che hanno dato tutti esito negativo.

Un grosso sospiro di sollievo per tutta la comunità che nei mesi scorsi aveva partecipato attivamente alla salvaguardia della salute pubblica con comportamenti rigorosi e rispettosi delle regole emanate dai vari organismi.

Un ringraziamento a nome di tutti i Parranesi al personale dell’USL, alla Protezione Civile della Funzione Associata e dell’Anci, al Comune di Monteleone che ha messo immediatamente a disposizione le sue risorse e ai dipendenti del Comune che hanno ancora una volta dato la massima collaborazione senza badare a orari e carichi di lavoro.

Valentino Filippetti

Sindaco di Parrano

PARRANO, parte dal 1 luglio il servizio di trasporto per Fabro e per il Mercato Contadino di Parrano

Nella mattinata odierna è stata firmata la convenzione per l’affidamento del “Servizio di trasporto verso i mercati di Fabro e il mercato contadino di Parrano”. 
L’azienda che si è aggiudicata la gara è la ditta Fabiani Mirco di Castelgiorgio.
 
L’iniziativa gratuita è il frutto dell’aggiudicazione, da parte del Comune di Parrano, dei Fondi per la Montagna – SICOMONN, messi a disposizione dei piccoli Comuni, con l’obiettivo di alleviare le difficoltà degli abitanti, sempre più penalizzati dai tagli al trasporto pubblico locale.
 
Al tempo stesso, si vuole sostenere le attività dei produttori agricoli, ed in particolare dei produttori locali, stabilendo a Piazza della Repubblica degli spazi per l’allestimento di un mercato contadino dedicato alla vendita diretta.  Infatti, proprio in Via Roma a Parrano, esiste, ormai da anni, un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli, gestito dall’Associazione di imprenditori agricoli Gusto Umbria – Terre dell’Upupa, che rappresenta ormai un’eccellenza del loco, assieme ad altre Aziende di spicco del territorio, le quali si stanno sempre più orientando verso questa forma di commercializzazione diretta al consumatore finale.
 
Il Comune di Fabro, da decenni ormai, ha fatto questa scelta, e nel proprio territorio esiste un mercato settimanale al venerdì ed una fiera mensile di grandi dimensioni la seconda domenica di ogni mese.
 
Inoltre, insistendo a Fabro sia la sezione USL territoriale, sia la stazione ferroviaria che serve anche Parrano, gli orari ed i giorni delle corse sono stati pensati per connettere i cittadini di Parrano a questi servizi e agli orari dei treni principali e veloci per Roma e Firenze.
 
In particolare, il servizio si svolgerà nei giorni di venerdì e lunedì con tre corse in partenza da Parrano per Fabro, alle ore 6.05, 12.15, 17.50 ed in partenza da Fabro per Parrano alle ore 12.00, 17.00, 19.00.
 
 
 

PARRANO ricorda Gaio Fratini, Gernando Petracchi, Vittorio Valletta

Il Consiglio Comunale di Parrano ha deciso lo scorso anno  di dedicare tre spazi a personalità che hanno vissuto a Parrano e che si sono distinti in campo nazionale ed internazionale contribuendo a dare lustro al nostro paese oltre che all’intera nazione.

Si tratta di Gernando Petracchi, di Gaio Fratini e di Vittorio Valletta.

Di seguito tre brevi biografie dei tre personaggi

GAIO FRATINI  (Città della Pieve6 settembre 1921 – Orvieto31 gennaio 1999) è stato un poetagiornalista e critico televisivo italiano.

Gaio Fratini ha vissuto a Parrano nella casa di famiglia fino a pochi anni dalla morte. Era molto legato al proprio paese.

È considerato uno dei maggiori epigrammisti italiani.

Redattore de Il Caffè di Giambattista Vicari (di cui ha curato nel 1992 un’antologia in volume, pubblicata dall’editore Lubrina).

Ha curato con Antonio Delfini ed Ennio Flaiano l’Almanacco del Pesce d’Oro (1960).

Tra le sue raccolte di poesia si ricordano: I poeti muoiono (1952), Il Re di Sardegna (1961), La signora Freud (1964), Il caffè delle Furie, Italici piangenti e La luna in Parlamento (1973), Un derby in maschera (1985), Italici piangenti (1988) e La matita di Minerva. Poesie, 1945-1999 (2000, a cura di Paolo Mauri).

Ha raccolto l’antologia La rivolta delle muse. Epigrammi d’Italia (1994).

È stato anche sceneggiatore per film di Pietro Francisci e Domenico Paolella e per Boccaccio ’70 di Federico Fellini.

GLI E’ STATA INTITOLATA LA PIAZZETTA POSTA TRA PALAZZO FRATINI E LA CHIESA

 

GERNANDO PETRACCHI (Parrano 1902 – Pavia 1976) Fu’ Direttore del Laboratorio Sperimentale dell’Arsenale Militare di La Spezia dal 1929 al 1963 . Iniziò a frequentare le scuole a Parrano e studiò a Orvieto, Assisi, Roma e  Torino .Fu’ Direttore del Laboratorio Sperimentale dell’Arsenale di La Spezia. Fu  Consigliere Provinciale di La Spezia.. Si occupò anche molto della rivista “La Riforma della Scuola” per la quale teneva una rubrica di suggerimenti per l’insegnamento delle osservazioni scientifiche. Nel 1963 ebbe l’aiuto di alcuni professori dell’Università di Pisa ed ottenne un distacco presso quella Università dove lavorò fino alla sua morte.

I suoi studi e le pubblicazioni scientifiche, Eccone alcune:

  • Geofisica e meteorologia
  • Geofisica Pura E Applicata
  • Rivista italiana di geofisica e scienze affini
  • Rivista del catasto e dei servizi tecnici erariali
  • Applied Mechanics Reviews
  • NATO Letter
  • L’ India contemporanea. Dinamiche culturali e politiche, trasformazioni economiche e mutamento sociale.
    FONDAZIONE GIOVANNI AGNELLI. TORINO
  • L’ accumulazione in Italia (by Francesco Farina).
    POLITICA ED ECONOMIA, RIVISTA BIMESTRALE DEL CESPE, / ROMA
  • Il dibattito sull’ordine del mercato.
    BARI. 
  • Il triste bilancio di 40 anni del PCI.
    CORRISPONDENZA SOCIALISTA, RIVISTA MENSILE DI CRITICA POLITICA E DI DOCUMENTAZIONE 
  • PROBLEMI DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL’APPLICAZIONE PACIFICA DELL’ENERGIA NUCLEARE. Atti del Convegno tenuto a Roma il 29-30 dicembre 1955. Fascicolo monotematico della rivista bimestrale “Societa”. Roma, Einaudi,
  • La società feudale (by M. Bloch); Archivio finanziario (direttore E. Morselli). (Recensioni)
    CRITICA ECONOMICA, RIVISTA BIMESTRALE, CRITICA ECONOMICA EDITRICE,
  • Esperienze di economia pianificata (by C. Dami); Appunti sulla obbligazione tributaria (by A. Rotondi); La giustizia nell’ amministrazione (by S. Spaventa); Conseguenze politiche e militari dell’ energia atomica (by P.M.S. Blackett); L’ opera di Luigi Einaudi (by A. Bernardino). (Recensioni)
    CRITICA ECONOMICA, RIVISTA BIMESTRALE, CRITICA ECONOMICA EDITRICE, 
  • Politica salariale e sviluppo economico: Verbale di una discussione.
    TEMPI MODERNI, RIVISTA MENSILE, CIRD, / ROMA
  • RICERCA SCIENTIFICA E ENERGIA NUCLEARE. Convegno
  • Gernando Petracchi, (I problemi della ricerca scientifica e dell’ applicazione pacifica dell’ energia nucleare (Atti del Convegno tenuto a Roma il 29-30 settembre 1955))
    SOCIETA’, RIVISTA TRIMESTRALE DIRETTA DA GASTONE MANACORDA E CARLO MUSCETTA, GIULIO EINAUDI, / TORINO, ROMA, N° 1 FEBBRAIO 1956
  • L’insegnamento scientifico nella scuola obbligatoria del 13 marzo 1963 organizzato dall’Istituto Gramsci con Lucio Lombardo Radice e Gernando Petracchi

GLI E’ STATA INTITOLATA LA NUOVA PASSEGGIATA RECENTEMENTE RIATTIVATA SUL LATO EST DELLE MURA

VITTORIO VALLETTA ( Sampiderna, 28 luglio 1883 – Pietrasanta, 10 agosto 1967 ) è stato un dirigente d’azienda italiano, dal 1921 al 1966 dirigente della FIAT, della quale fu amministratore delegato e, successivamente, presidente.

Con l’avvicinarsi della seconda guerra mondiale decise di portare la famiglia a Parrano dove acquistò il Castello e una vasta proprietà. Finito il conflitto Valletta utilizzo la proprietà come luogo di relazione ad altissimo livello. Si deve a lui la realizzazione del casello dell’A1 a Fabro.

 Laureato in scienze economiche e in matematica, prof. nell’Istituto commerciale di Torino, si dedicò, insieme, ad attività di consulenza, di organizzazione e di direzione in aziende medie e grandi, particolarmente nel campo automobilistico. Invitato nel 1921 da Giovanni Agnelli ad assumere funzioni di responsabilità nella FIAT, ne fu presto nominato direttore centrale, poi nel 1928 direttore generale e nel 1939 amministratore delegato. Alla morte di Agnelli (1945) assunse la presidenza del grande complesso torinese conservando le funzioni di amministratore delegato. Membro onorario della Pontificia Accademia delle scienze (dal 1956), cavaliere del lavoro (dal 1952), senatore a vita della Repubblica (1966).

GLI E’ STATO INTITOLATO IL PARCO PUBBLICO DONATO DAGLI EREDI VALLETTA AL PAESE