AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DI BUONI SPESA O FORNITURA DI GENERI DI PRIMA NECESSITA’ RIVOLTO A PERSONE CHE VERSANO IN STATO DI GRAVE DISAGIO ECONOMICO – MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 – II BANDO

 

La Giunta Comunale di Parrano il 19 agosto approvò l’avviso pubblico per l’assegnazione di buoni spesa rivolto alle persone in difficoltà causa COVID.                                                             Si decise allora di non pubblicarlo perchè l’Amministrazione Comunale  ormai aveva esaurito la sua funzione e da li a poco ci sarebbe stata la campagna elettorale.                                            La nuova Amministrazione ha dato subito seguito alla delibera per dare un piccolo solliuevo a chi ne ha piu bisogno ovviamente rispettando le diposizioni provenienti dal Governo.

Come potete leggere nel Disciplinare approvato il 31 marzo 2020 hanno la preferenza le persone e le famiglie seguite dai Servizi Sociali della Zona Sociale n.12 e poi si esamineranno le domande che entro 10 giorni i cittadini potranno inoltrare al Comune.                                            Di seguito il disciplinare e l’avviso pubblicato oggi 

Valentino Filippetti

Sindaco di Parrano

________________________________________________________________________

Allegato A – disciplinare

COMUNE DI PARRANO

PROVINCIA DI TERNI

 

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SPESA DI CUI ALL’OCDPC N. 658 DEL 29/03/2020

 

 

     

I N D I C E

Art. 1 – Oggetto

Art. 2 – Definizioni

Art. 3 – Importo del buono spesa

Art. 4 – Modalità di concessione del buono spesa ed individuazione dei beneficiari

Art. 5 – Procedura per la concessione del buono spesa

Art. 6 – Modalità di utilizzo del buono spesa

Art. 7 – Verifica dell’utilizzo del buono

Art. 8 – Rapporti con gli esercizi commerciali

Art. 9 – Adempimenti in materia di pubblicità, trasparenza e Informazione e rapporto con la tutela della riservatezza

Art. 10 – Disposizioni final

Art. 1 – Oggetto

  1. Il presente disciplinare regola i criteri e le modalità per la concessione dei buoni spesa di cui all’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020, adottata al fine di fronteggiare i bisogni alimentari dei nuclei familiari, anche monoparentali, privi della possibilità di approvvigionarsi di generi di prima necessità, a causa dell’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19 in grave difficoltà economica e alcuna forma di sostentamento reperibile attraverso accumuli bancari o postali .
  2. Le disposizioni del presente disciplinare costituiscono quadro attuativo degli elementi di principio stabiliti dall’art. 12 della legge 241/1990 e degli obblighi di pubblicità stabiliti dagli artt. 26 e 27 del d.lgs. 33/2013.

Art. 2 – Definizioni

  1. Ai fini del presente regolamento si intendono:
  2. a) per “generi di prima necessità” i prodotti alimentari, per l’igiene personale – ivi compresi pannolini, pannoloni, assorbenti – e prodotti per l’igiene della casa;
  3. b) per “soggetti beneficiari”, le persone fisiche in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 del presente disciplinare;
  4. c) per “buono spesa,” il titolo spendibile negli esercizi commerciali aderenti nel Comune di Parrano, pubblicati sul sito internet comunale e preventivamente comunicati dai cittadini in sede di istanza oppure, se non indicato, assegnati dall’ente in base al criterio della maggior vicinanza alla propria residenza/dimora;
  5. d) per “servizi sociali” l’ufficio di cittadinanza dell’Ambito Sociale n. 12;

 

Art. 3 – Importo del buono spesa

 

1.Il buono spesa è una tantum e l’importo è determinato come segue:

 

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO

NUCLEI fino  a 1 persone

€ 100,00

NUCLEI fino a  2 persone

€ 200,00

NUCLEI fino a  3 persone

€ 300,00

NUCLEI fino a  4 persone

€ 400,00

NUCLEI con 5 persone o più

€ 500,00

 

 

Art. 4 – Modalità di concessione del buono spesa ed individuazione dei beneficiari

 

  1. I beneficiari sono individuati mediante la stesura di appositi elenchi stilati dai servizi sociali sulla base dei principi definiti dall’OCDPC n. 658 del 29/03/2020 e pertanto tenendo conto dei nuclei familiari più esposti ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus COVID-19 e dando priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

 

  1. Più in particolare ai fini dell’assegnazione dei buoni spesa, si terrà conto:

 

  1. – PER IL 50% DELLE RISORSE ASSEGNATE- delle relazioni tecniche dei servizi sociali che segnalano al Comune motivate necessità di concedere il buono spesa a determinati utenti, anche già seguiti dai predetti uffici non già assegnatari di qualsivoglia forma di sostegno pubblico; A tal fine viene predisposto dai servizi sociali uno specifico elenco; -QUESTI NUCLEI NON PRESENTANO ALCUNA ISTANZA
  2. – PER IL 50% DELLE RISORSE ASSEGNATE – delle istanze di parte dei residenti che si trovino a non avere risorse economiche disponibili per poter provvedere all’acquisto di generi di prima necessità. A tal fine viene predisposto dai servizi sociali specifico avviso secondo schema allegato B e relativa graduatoria.

 

Eventuali economie che si produrranno a valere sulle casistiche a) verranno assegnate a valere sulla casistica b).

Eventuali ulteriori economie verranno riutilizzati attraverso altri nuovi bandi.

Qualora si realizzino, invece, fabbisogni eccedenti rispetto alle disponibilità il buono spesa  sarà proporzionalmente ridotto tra tutti i beneficiari.

 

  1. Ai fini dell’assegnazione del buono spesa viene assegnato un termine di 5 giorni dalla pubblicazione del bando per la presentazione delle istanze di parte dei singoli cittadini.

 

  1. I criteri di formazione della graduatoria per le istanze di parte sono i seguenti:

 

 

CRITERI

PUNTEGGI DA ASSEGNARE

1

NUCLEI FAMILIARI CHE NON SONO TITOLARI DI ALCUN REDDITO

30 punti

2

NUCLEI FAMILIARI MONOREDDITO o PLURIREDDITO  IL/I CUI PERCETTORE/I HANNO PERSO IL POSTO DI LAVORO – PER CAUSE NON RICONDUCIBILI A RESPONSABILITA’ DEL LAVORATORE – SUCCESSIVAMENTE ALLA DATA DEL 31/01/2020

20 punti

3

NUCLEI FAMILIARI MONOREDDITO DI LAVORATORI AUTONOMI, PROFESSIONISTI, SOCI LAVORATORI E DITTE INDIVIDUALI CHE ABBIANO REGISTRATO UN CALO DEL FATTURATO COME CONSEGUENZA DELLA CHIUSURA O DELLA RESTRIZIONE DELLA PROPRIA ATTIVITA’ A SEGUITO DELLE NORME RESTRITTIVE ATTE AL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO DERIVANTE DALL’EPIDEMIA COVID-19.  

10 punti

 

 

 

Per i richiedenti appartenenti alle categorie sopra elencate viene operata una decurtazione del 50% del punteggio nei casi in cui gli stessi risultino già assegnatari  di qualsivoglia altra forma di sostegno pubblico ( RdC, Rei, Naspi, Indennità di mobilità, Cassa integrazione e altre forme di sostegno previste anche in funzione della specifica situazione di emergenza sanitaria) .

 

Sono, in ogni caso, esclusi dal buono spesa i percettori di forme di sostegno pubblico di importo superiore ad 800 euro/mese.

 

 

Art. 5 – Procedura per la concessione del buono spesa

 

  1. Ultimata l’istruttoria da parte dei servizi, l’elenco dei beneficiari di cui al punto 1 e la graduatoria di cui al punto 2 del presente articolo sono approvati con ordinanza sindacale.

 

 

Art. 6 – Modalità di utilizzo del buono spesa

 

1.Gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa sono pubblicati sul sito internet comunale. Il beneficiario, in sede di istanza indica l’esercizio commerciale presso il quale spendere il buono spesa. In caso di mancata indicazione, l’esercizio commerciale viene indicato dal Comune in base alla minor distanza dalla propria residenza.

 

Art. 7 – Verifica dell’utilizzo del buono

 

  1. L’Amministrazione adotta criteri di controllo della veridicità delle dichiarazioni rese in sede di istanza provvedendo al recupero delle somme erogate ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000 in caso di false dichiarazioni.

 

 

Art. 8 – Rapporti con gli esercizi commerciali

 

  1. I servizi sociali provvedono ad acquisire la disponibilità degli esercizi commerciali alla erogazione al Comune dei buoni spesa. Gli acquisti sono effettuati in deroga al d.lgs. 50/2016.
  2. I rapporti tra Comune, utente ed esercizio commerciale sono improntati alla massima semplificazione e tutela della salute al fine di ridurre i tempi di erogazione ed il rischio di contagio, anche non prevendendo il rilascio di apposito buono cartaceo/informatico all’utente ma provvedendo all’invio agli esercizi commerciali degli elenchi dei beneficiari e comunicando all’utente la concessione del buono, il relativo ammontare e l’esercizio in cui spenderlo via email o telefonica.

 

 

 

Art. 9 – adempimenti in materia di pubblicità, trasparenza e Informazione e rapporto con la tutela della riservatezza

 

  1. Il responsabile del servizio è competente per l’applicazione degli obblighi previsti in materia di pubblicità, trasparenza e informazione, previsti dagli artt. 26 e 27 del d.lgs. 33/2013.
  2. I dati relativi al procedimento di cui all’OCDPC n. 658 del 29/03/2020 sono trattati nel rispetto del Regolamento UE 679/2016 e del d.lgs. 196/2003, unicamente per le finalità connesse alla gestione del procedimento.

 

 

Art. 10 – Disposizioni finali

 

  1. Per quanto non previsto dal presente regolamento, si fa riferimento alla normativa statale e regionale vigente.
  2. Il presente disciplinare entra in vigore ad intervenuta esecutività della ordinanza approvativa.

________________________________________________________________________

AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DI BUONI SPESA O FORNITURA DI GENERI DI PRIMA NECESSITA’ RIVOLTO A PERSONE CHE VERSANO IN STATO DI GRAVE DISAGIO ECONOMICO – MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 – II BANDO

SI RENDE NOTO
– Che questa amministrazione Comunale con delibera di giunta n.61 del 19/08/2021 ha disposto di attivare, l’assegnazione di buoni spesa da destinare alle famiglie che, a causa dell’emergenza Covid-19, versano in gravi difficoltà economiche;
– Che può essere presentata domanda per accedere alla graduatoria di assegnazione ai nuclei
familiari residenti nel Comune di Parrano, in condizione di grave disagio economico, di BUONI
SPESA, finalizzati a fronteggiare le esigenze primarie legate all’approvvigionamento di generi
alimentari a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, da utilizzare esclusivamente presso gli
esercizi commerciali del Comune di Parrano aderenti all’iniziativa come da elenco pubblicato sul
sito dell’Ente.
Si considera nucleo la famiglia anagrafica intesa come insieme di persone legate da vincolo di matrimonio, parentela, vincoli affettivi, adozione o tutela, coabitanti ed aventi la stessa residenza;
– Che il buono spesa è il titolo di acquisto corrispondente ad un determinato valore monetario che
legittima il beneficiario ad accedere alla rete di punti vendita convenzionati nel territorio comunale
per l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità.
REQUISITI PER L’ACCESSO
 – RESIDENZA: Possono presentare richiesta di ammissione all’avviso tutti i cittadini residenti nel Comune di Parrano;
– SITUAZIONE ECONOMICA: Il richiedente, alla data di presentazione della richiesta, deve autodichiarare all’interno del modulo, di essere residente che si trova a non avere risorse economiche disponibili per poter provvedere all’acquisto di generi di prima necessità.
Sono in ogni caso esclusi dal buono spesa i percettori di sostegno pubblico statale di importo
superiore a € 800,00.
A tal fine viene verrà predisposta relativa graduatoria.


CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLA GRADUATORIA
La graduatoria dei soggetti ammessi al beneficio sarà formulata applicando il seguente schema di punteggio:
CRITERI PUNTEGGI DA
ASSEGNARE
1 –  NUCLEI FAMILIARI CHE NON SONO TITOLARI DI ALCUN REDDITO – 30 punti
2 –  NUCLEI FAMILIARI MONOREDDITO o PLURIREDDITO IL/I CUI PERCETTORE/I HANNO
PERSO IL POSTO DI LAVORO – PER CAUSE NON RICONDUCIBILI A RESPONSABILITA’ DEL
LAVORATORE – SUCCESSIVAMENTE ALLA DATA DEL 31/01/2020 – 20 punti
3 –  NUCLEI FAMILIARI MONOREDDITO DI LAVORATORI AUTONOMI, PROFESSIONISTI,
SOCI LAVORATORI E DITTE INDIVIDUALI CHE ABBIANO REGISTRATO UN CALO DEL
FATTURATO COME CONSEGUENZA DELLA CHIUSURA O DELLA RESTRIZIONE DELLA
PROPRIA ATTIVITA’ A SEGUITO DELLE NORME RESTRITTIVE ATTE AL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO DERIVANTE DALL’EPIDEMIA COVID-19. – 10 punti


Per i richiedenti appartenenti alle categorie sopra elencate viene operata una decurtazione del 50% del punteggio nei casi in cui gli stessi risultino già assegnatari di qualsivoglia altra forma di
sostegno pubblico ( RdC, Rei, Naspi, Indennità di mobilità, Cassa integrazione e altre forme di
sostegno previste anche in funzione della specifica situazione di emergenza sanitaria).


MODALITA’ DI ASSEGNAZIONE
Il buono spesa è una tantum e l’importo è determinato come segue:

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO
FAMILIARE IMPORTO
NUCLEI fino a 1 persone € 100,00
NUCLEI fino a 2 persone € 200,00
NUCLEI fino a 3 persone € 300,00
NUCLEI fino a 4 persone € 400,00
NUCLEI con 5 persone o più € 500,00


MODALITA’ DI UTILIZZO DEL BUONO SPESA
Gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa sono:
– ALIMENTARI FUCILI RITA, VIA OSTERIA N.46
– ALIMENTARI PETRUCCI EDDA, VIA OSTERIA N.14Il beneficiario, in sede di istanza indica l’esercizio commerciale presso il quale spendere il buono
spesa. In caso di mancata indicazione, l’esercizio commerciale viene indicato dal Comune in base alla minor distanza dalla propria residenza.
Il beneficiario è responsabile della veridicità delle dichiarazioni rese in sede di istanza e passibile di  denuncia all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000 in caso di false dichiarazioni.
Il beneficiario è altresì responsabile, unitamente all’esercente, del corretto utilizzo del buono spesa ed è tenuto a conservare gli scontrini fiscali da produrre all’Ente nell’eventualità che vengano richiesti.
Ai fini dell’assegnazione del buono spesa si comunica che la presentazione delle istanze da parte dei singoli cittadini dovrà pervenire entro il termine di n. 10 giorni dalla pubblicazione del bando.
INFORMAZIONI
Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare gli Uffici comunali dal lunedì al
venerdì esclusivamente dalle 09,00 alle 13,00 ai seguenti numeri: Tel. 0763838751 int.1 e 4.

DOMANDA BUONI SPESA A NUCLEI FAMILIARI IN CONDIZIONE DI DISAGIO
ECONOMICO – MISURE DI CONTENIMENTO EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA
DA COVID-19- II AVVISO : 

https://asp.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1UR033.sto?DB_NAME=n1201759&NodoSel=45

 

LOTTA AGLI INCENDI , ordinanza del Comune di Parrano

Comune di Parrano

“Servizio di Polizia Municipale dei Comuni in Convenzione di Monteleone di Orvieto, Montegabbione e Parrano”

  1. Reg.Ordinanze                          del

Il Sindaco

    

-Ritenuto di dovere promuovere una campagna di sensibilizzazione per la lotta agli incendi;

     -Considerato di dovere disporre, a tutela della pubblica e privata incolumità, sicurezza urbana, del patrimonio ambientale, per prevenire fenomeni di illegalità diffusa ovvero comportamenti d’inerzia dei proprietari di terreni e conduttori di fondi, l’adozione di misure precauzionali atte ad impedire il verificarsi di incendi nel territorio Comunale;

     -Letto l’art.59 del T.U.L.P.S;

     -Vista la legge Regionale n.28/01, art 20-21-24, T.U. foreste;

     -Visto il T.U.E.L, D.Lgs 267/2000 e il D.Lgs 165/2001;

 

ORDINA

         

  -Al fine di impedire che dai terreni attigui le aree boschive e le linee ferroviarie si propaghino incendi, tutti i proprietari ed affittuari di terreni adiacenti alle aree suddette, dovranno durante la stagione estiva tenere sgombri i loro terreni fino a venti metri dai confini di cui sopra, da depositi di paglia, erbe secche o da ogni altro materiale facilmente combustibile;

     -I proprietari ed affittuari di terreni coltivati a cereali hanno l’obbligo di circoscrivere l’intero fondo,appena mietuto, con una striscia di terreno solcato dall’aratro e completamente scevro di stoppia, larga non meno di 4 metri da mantenere costantemente pulita;

     -Eguale obbligo spetta ai proprietari ed affittuari di terreni incolti e/o tenuti a pascolo;

     -E’ altresì obbligo di ripulire tutte le aree incolte ricadenti all’interno dei centri abitati o nelle immediate vicinanze, onde evitare pericoli per la pubblica incolumità ed il propagarsi di incendi ai centri abitati stessi;

     -E’ fatto obbligo di non bruciare le stoppie e quanto altro possa provocare incendi nel periodo di massima pericolosità dichiarata dalla Regione dell’Umbria;

     -I proprietari ed i possessori a qualsiasi titolo di terreni saranno ritenuti responsabili dei danni che si verificheranno per negligenza , imperizia ed inosservanza della presente ordinanza, salvo sempre l’applicazione di altre comminatorie previste per legge;

     -I Trasgressori, ove la legge non preveda sanzioni penali, saranno sanzionati ai sensi dell’art 7 bis del D.Lgs 267/2000, l’ordinanza sarà inviatya per conoscenza e quanto di competenza al Comanda stazione Carabinieri Forestali di  San Venanzo.

     -Contro la presente si potrà ricorre, entro 60 giorni dalla pubblicazione all’albo on line , al TAR dell’Umbria, per eccesso di potere, incompetenza e violazione di legge e/o con ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla pubblicazione , al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità.

. Gli agenti di PS e PG sono incaricati del rispetto della presente

                                                                                        

 

                                                                                              Il Sindaco

                                               Valentino Filippetti

PARRANO : riaperta la strada comunale Frattaguida-San Marino

Questa l’ordinanza  del Comune di Parrano che revoca la chiusura della strada comunale Frattaguida/San Marino dopo i lavori di ripristino all’altezza del torrente Migliari, realizzati grazie al Comune di San Venanzo

Parrano

“Servizio Polizia Municipale dei Comuni, di Monteleone di Orvieto, Montegabbione  e Parrano”

________________________________________________________________________________

  1. 05/2018 reg.ordinanze                                                   protocollo n.1343  del 07 aprile 2018

 

 

Il COMANDANTE

 

     -Considerato che in data 09 marzo 2018 è stata chiusa, con ordinanza dirigenziale n.04/2018, al traffico veicolare e pedonale la strada comunale di S.Marino all’altezza del fosso Migliari, in quanto le avverse condizioni metereologiche avevano eroso la carreggiata nella congiunzione tra il ponte e la strada e per ulteriori ml 30 circa, nel versante che si interseca con la strada Provinciale 104 di Frattaguida;

     -Accertato che  sono stati ultimati i lavori di ripristino della carreggiata, come da comunicazione verbale del Responsabile Ufficio Tecnico e  documentazione fotografica acquisita in data 06/04/2018 relativamente alla strada comunale di S.Marino;

     -Al fine di riaprire al traffico veicolare e pedonale la strada comunale;

     -Attesa la propria competenza all’adozione del presente atto, in forza dell’art 106 del D.Lgs 267/2000 (TUEL);

     -Richiamate le disposizione del Capo II° del Titolo II° del D.Lgs 165/2001;

     -Visto il Decreto Sindacale n.6 del 19/02/2017;

     -Per i motivi sopra esposti;

 

ORDINA

 

     -La riapertura al traffico veicolare e pedonale della strada comunale di S.Marino. Dovrà essere rimossa la segnaletica verticale temporanea e quanto altro utilizzato per la chiusura della strada comunale. La presente ordinanza sarà pubblicata all’albo on line del Comune di Parrano, sarà inviata per  conoscenza e quanto di competenza alla Stazione Carabinieri di Fabro e al Comune di S.Venanzo. Avverso la presente si potrà ricorrere al TAR dell’Umbria, per motivi di eccesso di potere, incompetenza e violazione di legge, entro 60 giorni dalla pubblicazione e/o, con ricorso straordinario, per motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla pubblicazione  al Presidente della Repubblica.

 

Dalla Residenza Municipale

 

                                                                                               Il Comandante

                                                                                       Cap.Dott.Francesco Giuliacci

 

PARRANO : Consiglio Comunale il 9 febbraio 2018 alle 17

IL CONSIGLIO COMUNALE DI PARRANO E’ CONVOCATO IN SESSIONE ORDINARIA
NELLA CONSUETA SALA DELLE ADUNANZE

PER LE ORE 17.00 DEL 09 FEBBRAIO 2018
PER DISCUTERE SUGLI AFFARI DI COMPETENZA E DI CUI AL SEGUENTE:
ORDINE DEL GIORNO
Comunicazione del Sindaco.
1) Approvazione verbali seduta precedente.
2) Presa d’atto della nomina del revisore dei conti.
3) PRGS.Piano Regolatore Generale ( Parte Strutturale), PRG.O – ( Piano Regolatore Generale,
parte Operativa ), Variante Parziale Tematica ai sensi del comma 3 dell’art.32 della legge
regionale 21 gennaio 2015 n.1, per l’introduzione dell’area per il Depuratore.
Controdeduzioni alle osservazioni- Approvazione.
4) Regolamento sui controlli interni. Approvazione.
5) Area Interna Umbria Sud Ovest Orvietano, dopo l’approvazione dell’Accordo Programma Quadro
verso l’Unione dei Comuni.
Il punto n.5 verrà trattato in Consiglio Comunale in forma aperta alla partecipazione dei Sindaci
dei Comuni interessati.
IL SINDACO
(Valentino Filippetti)

 

COMUNE di PARRANO : AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA REDAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA 2018-2020

COMUNE DI PARRANO

PROVINCIA DI TERNI

 

 

Via XX Settembre, 1 – C.A.P. 05010 – Tel. 0763/838751 – Fax 0763/838520 –

Mail: info@comune.parrano.tr.it – PEC: comune.parrano@postacert.umbria.it

C.F. 81001460559

 

AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA REDAZIONE DEL

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA

2018-2020 …leggi tutto