PARRANO, cordoglio a Parrano per la scomparsa dell’avv. Vittorio De Sanctis

 

Ci ha lasciato l’avv. Vittorio De Sanctis un concittadino che ha amato ed è stato amato dai Parranesi. Alla sua famiglia va il cordoglio dell’Amministrazione Comunale .

Per ricordarlo usiamo le motivazioni con le quali il 13 luglio del 2008 gli fu conferita unanimemente dal Consiglio Comunale di Parrano la cittadinanza onoraria :

“Vittorio De Sanctis, nonostante i suoi numerosi impegni internazionali, non ha mai abbandonato Parrano.

Anzi è tra i pochi parranesi a poter contare una conoscenza intima del territorio, una frequentazione puntuale di boschi e sentieri romiti.

A lui dobbiamo iniziative di grande pregio culturale e scientifico che proprio a Parrano hanno trovato una felice espressione, rafforzando in noi la convinzione di abitare e vivere in un posto un pò speciale  in compagnia di gente speciale.”

 

 

PARRANO: RIAPERTO IL DISTRIBUTORE DI CARBURANTE

Il Comune di Parrano è uno dei pochi Comuni ( si contano sul palmo di una mano) proprietario di un distributore. Questa mattina la prima erogazione. Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito,  a cominciare dall’ufficio tecnico comunale, i dipendenti comunali tutti, gli amministratori che appoggiarono con la prima delibera del consiglio comunale nell’estate del 2016.

L’impianto era fermo da 2015, perché la gestione dell’epoca non avevo piu ritenuto conveniente la gestione. . Nel 2016 la nuova amministrazione appena insediata compi tra i primi atti proprio la scelta di riattivare il distributore.

Con la delibera n. 4 del 16/6/2016  la giunta comunale ha iniziato l’iter amministrativo.

Infatti per Parrano, un piccolo Paese distante dai centri piu grandi e dai relativi servizi, il distributore rappresenta un vero e proprio servizio sociale.

Da li inizio il lungo e impegnativo lavoro che ha portato, prima al progetto di  riordino funzionale  della viabilità circostante e interventi di modifica alla composizione dell’ impianto di carburante e poi al collaudo intervenuto il  5 settembre del 2019.

Finita la parte tecnica è iniziata quella gestionale con la ricerca della migliore soluzione. Scartata l’ipotesi della gestione diretta che era stata ipotizzata inizialmente si è cercato un gestore privato attraverso diverse gare.

La scarsissima appetibilità economica ha reso questo lavoro molto difficile, anche se alla fine si è trovata l’azienda interessata, che per due anni gestirà l’impianto.

Si tratta di un impianto self service seguito a distanza dall’azienda che assicura interventi di assistenza.

PARRANO: il 12 maggio chiusura tratto strada da via Osteria da intersezione con la S.P. 104 a porta nord del capoluogo

 

     COMUNE DI PARRANO

 

       PROVINCIA DI TERNI

 

                                 

Ordinanza n. 9  del 11.05.2020

Prot. 1961 del 11.05.2020

 

Il Sindaco

 

     -Premesso che il giorno 12.05.2020, si procederà all’attivazione del nuovo distributore sito in via Osteria snc;

     -Accertato di dovere riservare dello spazio pubblico per permettere agli operai di poter lavorare;

     -Atteso che lo spazio pubblico individuato è quello  in via Osteria da intersezione con la SP.104 a porta Nord del capoluogo;

     -Al fine di tutelare la sicurezza dei lavoranti, necessita il divieto di sosta e di transito in via Osteria, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 del 12.05.2020;

     -Attesa la propria/ competenza all’adozione del presente atto, in forza dell’art 106 del D.Lgs 267/2000 (TUEL);

     -Richiamate le disposizione del Capo II° del Titolo II° del D.Lgs 165/2001;

     -Visto il Decreto Sindacale n.11 del 04/07/2016;

     -Per i motivi sopra esposti;

 

Ordina

 

Martedì 12/05/2020

 

     –La chiusura alla sosta ed al transito di via Osteria da intersezione con la S.P. 104 a porta nord del capoluogo dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

     -La presente sarà pubblicata all’albo pretorio on-line, sarà inviata alla Caserma Carabinieri di Fabro, sarà installata idonea segnaletica temporanea,  avverso la stessa si potrà ricorrere in via giurisdizionale al TAR dell’Umbria entro 60 gg dalla pubblicazione e/o con ricorso straordinario  al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio on-line.

 

Dalla residenza Municipale, 11.05.2020

                                                                                                         Il Sindaco

                                                                              Valentino Filippetti

                                 

PARRANO: ordinanza per la lotta agli incendi

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

                                 

N 10 /2020 Reg.Ordinanze  

Prot. 1964  del 11.05.2020

Il Sindaco

   

Ritenuto di dovere promuovere una campagna di sensibilizzazione per la lotta agli incendi;

Considerato di dovere disporre, a tutela della pubblica e privata incolumità, della sicurezza urbana, del patrimonio ambientale, al fine di prevenire fenomeni di illegalità diffusa ovvero comportamenti d’inerzia dei proprietari di terreni e conduttori di fondi, l’adozione di misure precauzionali atte ad impedire il verificarsi di incendi nel territorio Comunale;

Letto l’art.59 del T.U.L.P.S;

Vista la legge Regionale n.28/01, art 20-21-24, T.U. foreste;

Visto il T.U.E.L, D.Lgs 267/2000 e il D.Lgs 165/2001;

 

ORDINA

        

Al fine di impedire che dai terreni attigui le aree boschive e le linee ferroviarie si propaghino incendi, tutti i proprietari ed affittuari di terreni adiacenti alle aree suddette, dovranno durante la stagione estiva tenere sgombri i loro terreni fino a venti metri dai confini di cui sopra, da depositi di paglia, erbe secche o da ogni altro materiale facilmente combustibile;

I proprietari ed affittuari di terreni coltivati a cereali hanno l’obbligo di circoscrivere l’intero fondo,appena mietuto, con una striscia di terreno solcato dall’aratro e completamente scevro di stoppia, larga non meno di 4 metri da mantenere costantemente pulita;

Eguale obbligo spetta ai proprietari ed affittuari di terreni incolti e/o tenuti a pascolo;

E’ altresì obbligo di ripulire tutte le aree incolte ricadenti all’interno dei centri abitati o nelle immediate vicinanze, onde evitare pericoli per la pubblica incolumità ed il propagarsi di incendi ai centri abitati stessi;

E’ fatto obbligo di non bruciare le stoppie e quanto altro possa provocare incendi nel periodo di massima pericolosità dichiarata dalla Regione dell’Umbria;

I proprietari ed i possessori a qualsiasi titolo di terreni saranno ritenuti responsabili dei danni che si verificheranno per negligenza , imperizia ed inosservanza della presente ordinanza, salvo sempre l’applicazione di altre comminatorie previste per legge;

I Trasgressori, ove la legge non preveda sanzioni penali, saranno sanzionati ai sensi dell’art 7 bis del D.Lgs 267/2000, l’ordinanza sarà inviata per conoscenza alla Prefettura di Terni e per quanto di competenza al Comando stazione Carabinieri Forestali di San Venanzo.

Contro la presente si potrà ricorre, entro 60 giorni dalla pubblicazione all’albo on line , al TAR dell’Umbria, per eccesso di potere, incompetenza e violazione di legge e/o con ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla pubblicazione , al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità.

Gli agenti di PS e PG sono incaricati del rispetto della presente

                                                                                                        Il Sindaco

                                                                                          Valentino Filippetti