COMUNE di PARRANO :il Consiglio Comunale unanime per ricordare Gaio Fratini, Gernando Petraccchi e Vittorio Valletta

 
Il Consiglio Comunale di Parrano riunito il 3 Agosto alle 16,30 ha discusso della Salvaguardia degli Equilibri di Bilancio e la valutazione dello stato di attuazione del programma amministrativo( voto favorevole della maggioranza e l’astensione dell’opposizione), l’approvazione definitiva della variante al P.R.G. che permetterà la costruzione del depuratore generale e la proposta di intitolare aree e spazi pubblici a Vittorio Valletta, Gernando Petracchi e Gaio Fratini ( entrambi i punti approvati all’unanimità).
Su questo ultimo punto si conclude con il consenso generale un percorso avviato molti anni fa non a caso in occasione dei 900 anni della fondazione del Feudo di Parrano

Monte Peglia Riserva Mondiale Mab Unesco

DA OGGI CITTASLOW E UNESCO SONO PIU’ VICINE
Il Monte Peglia è ufficialmente Riserva Mondiale della Biosfera Mab Unesco

Non è certo un caso che la nuova Riserva Unesco si trovi nel territorio di ben tre comuni Cittaslow, Orvieto, Parrano e Ficulle, nel cuore dell’Umbria Sud-Occidentale. E’ stata comunicata oggi dai tre Sindaci “slow”, Giuseppe Germani, Valentino Filippetti e Gian Luigi Maravalle, la notizia che è stata istituita una Riserva dell’Unesco del Programma MAB (Man and Biosphere/Uomo e Biosfera). Questo tipo di Riserve comprendono ecosistemi integri a contatto con le comunità residenti e rispettose della biodiversità. Le Riserve promuovono attività di cooperazione scientifica, ricerca interdisciplinare e sostenibilità ambientale nel pieno coinvolgimento delle comunità locali, pertanto rappresentano esempi di best practice nell’ottica dello sviluppo sostenibile e della interazione tra sistema sociale e sistema ecologico. Il programma scientifico intergovernativo MAB è stato avviato dall’UNESCO nel 1971 per promuovere su base scientifica un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile.

Il Programma mira a migliorare le relazioni tra le persone e l’ambiente in cui vivono e a tale scopo utilizza le scienze naturali e sociali, l’economia e l’educazione per migliorare la vita delle persone e l’equa distribuzione dei benefici e per proteggere gli ecosistemi naturali, promuovendo approcci innovativi allo sviluppo economico che siano adeguati dal punto di vista sociale e culturale e sostenibili dal punto di vista ambientale. “Siamo particolarmente soddisfatti del risultato ottenuto da tre territori Cittaslow in Umbria – ha affermato ilPresidente di Cittaslow International, Stefano Pisani: è la riprova che “gli effetti del buon governo, in città e campagna” come descritto mirabilmente negli affreschi trecenteschi di Ambrogio Lorenzetti, esistono e sono oggi più che mai la chiave per uno sviluppo equilibrato ed integrato tra uomo e risorse naturali. Congratulazioni da parte mia e di tutti i 250 Sindaci Cittaslow ai colleghi di Orvieto, Ficulle e Parrano. Questo è solo l’inizio di un’altra ulteriore pagina di valorizzazione resiliente delle nostre immense opportunità, senza autodistruggerci inseguendo effimeri modelli di sviluppo fast. E’ con ulteriore orgoglio che nel 2019 celebreremo ad Orvieto e nell’area circostante il 20° Anniversario della Rete Cittaslow, che proprio in queste terre è stata fondata

22 luglio, “CONALESSANDRONELCUORE” , Cantone ( Parrano)

 

Domenica a Cantone ( Parrano) si è tenuta  una iniziativa lanciata da 
Valerio Capriotti per ricordare Alessandro Narducci, il giovane chef 
che ha perso la vita un mese fa insieme a Giulia Puleio in un incidente stradale.
Questo il testo che ha convocato l’iniziativa
 

“MERENDA DI ALE”

DOMENICA 22 LUGLIO, dico DOMENICA 22 LUGLIO.
Dalle ore 17 in poi. Alle cantine di Cantone, uscita A1 di Fabro, quella dopo Orvieto.

Classica formula OGNUNO PORTA QUALCOSA: in teglia, in pentola, su vassoio, in bottiglia… andrà bene tutto, in questa Merenda per sorridere tutti ad Alessandro Narducci.

Cantone è dove, con Ale, abbiamo trascorso l’infanzia insieme ad amici, nonni e familiari vari, ecco perché a Cantone. E proprio alle Cantine perché era un posto che lui adorava, come il paesino stesso.

Si mangerà e si berrà in compagnia, in piedi, seduti, al sole, all’ombra, pasta, salumi, formaggi, dolci… TUTTI INVITATI, soprattutto gli Chef e gli Amici.

.

Valerio Capriotti 

Il dolore di Parrano per la scomparsa di Alessandro Narducci

La notizia di una morte improvvisa è sempre una triste notizia. 
La notizia della morte improvvisa del giovane chef Alessandro Narducci

ha colpito al cuore la nostra comunità; non solo perché Alessandro era di

origini parranesi, non solo perché Alessandro è stato lo chef della nostra

Parrano Medievale, ma perché Alessandro era così disponibile, così premuroso,

così affabile, così bravo, così speciale come persona e come chef, da sentirlo

davvero uno di noi, per noi tutti un esempio. 
Gli volevamo bene, così come lui lo voleva a noi, sempre  parte di questa piccola

comunità, lui così  talentuoso da essere riconosciuto come uno dei più grandi

chef italiani e noi così  orgogliosi di lui da considerarlo la nostra punta di diamante.
Siamo profondamente addolorati, porgo a nome di tutta Parrano le più sentite                                                                                                                                                                                                      condoglianze alla famiglia
                                Il Sindaco

PARRANO : IL 23 e 24 GIUGNO LA FESTA DELL’ACQUA

Il 23 e 24 giugno a Parrano si svolge la Festa dell’Acqua presso il Parco Termale .

Il programma prevede sabato 23 alle 17 la presentazione del libro

IL GIALLO DI PALAZZO CORSETTI di Alessandra Carnevali.
Ne parleranno con l’autrice 
Piero Di Pasquale
Liliana Grasso
Isabella Tedeschini

Mentre il 24 presso il Parco Termale ci si potrà apprezzare

l’acqua profumata di San Giovanni

Sempre in questi due giorni in Paese si potrà visitare la mostra

sulle Acque Minerali Umbre gentilmente messa a disposizione 

dalla Regione Umbria

PARRANO : dal 21 al 23 giugno torneo di calcio per ricordare Gianfranco Mastracchio

 

 

Dal 21 GIUGNO 2018 FINO A SABATO 23 GIUGNO 2018, TUTTE LE SERE DALLE ORE 18:45, PRESSO IL CAMPO SPORTIVO DI PARRANO ” A. MORETTI “, SI DISPUTERANNO DELLE PARTITE DI CALCIO, DI TUTTE LE CATEGORIE DEL SETTORE GIOVANILE DELL’ A.C.D. VALDICHIANA UMBRA.

OGNI INCONTRO SARA’ DEDICATO A GIANFRANCO, IDEATORE E SOCIO FONDATORE DELL’ A.C.D. VALDICHIANA UMBRA ” Puro ” Settore Giovanile.

GIANFRANCO MASTRACCHIO HA FATTO PARTE DI QUEL GRANDE MONDO DI PERSONE DI BUONA VOLONTA’ CHE SPENDONO LA PROPRIA VITA PER IL BENE COMUNE, CHE DEDICANO LE DOMENICHE AD ACCOMPAGNARE I RAGAZZI NEI CAMPI DELLE CITTA’ VICINE

IL COMUNE DI PARRANO E’ ONORATO DI OSPITARE UNA MANIFESTAZIONE CHE LO RICORDA E RINGRAZIA IL PRESIDENTE E TUTTA LA DIRIGENZA A.C.D. VALDICHIANA UMBRA DI AVER SCELTO IL NOSTRO CAMPO PER SVOLGERE LA MANIFESTAZIONE

PARRANO FEUDO 900 : domenica 10 giugno visita al Castello di Montegiove ( Montegabbione)

 
Quest’anno sono 900 anni della nascita del Feudo di Parrano per mano dei Bulgarelli che , con il tempo , crearono una Contea che si estendeva da Chiusi a Migliano (Marsciano) a Parrano
Antonio da Migliano riusci a riportare nei possedimenti dei Bulgarelli ( poi Conti di Marsciano) il Castello di Montegiove , che era andato in mano a Erasmo da Narni detto Gattamelata, sposandone proprio la figlia PAOLA BIANCA “TODESCHINA. La loro nipote Angelina ( che nasce a Montegiove, in Umbria, nel 1357 da Giacomo dei Conti di Marsciano e da Alessandra Salimbeni) è considerata la fondatrice del Terzo Ordine Regolare di San Francesco. I frati che edificano la Scarzuola chiesero proprio a Conti di Marsciano l’autorizzazione ad edificare il convento e ottennero il consenso a condizione che venissero seppelliti nella chiesa proprio i Conti di Marsciano. Domenica 10 giugno alle 10 il Comune di Parrano Organizza una visita al Castello che dette i natali alla Beata Angelina.
 
 per INFO 3483496000

2 Giugno Festa della Repubblica, medaglia d’onore a Paolo Bicchieraro

 

Il 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica il Prefetto di Terni, dott. Paolo De Biagi, consegnerà ai famigliari di Paolo Bicchieraro la Medaglia d’Onore conferita dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani,, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra  e ai familiari dei deceduti.

La cerimonia si svolgerà presso i giardini pubblici La Passeggiata a Terni alle ore 10 e vi prenderà parte anche il sindaco di Parrano Valentino Filippetti.

Paolo Bicchieraro nato a S. Vito in Monte (TR)  il 13.10.1908 fu internato STALAG VII A, MOOSBURG (Germania) dal 08/09/1943 al 30/04/1945.

 

PARRANO, nominato il Responsabile della Protezione dei Dati personali

       COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

 

 

 

 

 

OGGETTO: atto di designazione del Responsabile della Protezione dei Dati personali (RDP) ai sensi dell’art. 37 del Regolamento UE 2016/679

 

 

IL SINDACO

QUALE TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

DEL COMUNE DI PARRANO

 

 

Premesso che:

  • Il Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 «relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati)» (di seguito RGPD), in vigore dal 24 maggio 2016, e applicabile a partire dal 25 maggio 2018, introduce la figura del Responsabile dei dati personali (RDP) (artt. 37-39);
  • Il predetto Regolamento prevede l’obbligo per il titolare o il responsabile del trattamento di designare il RPD «quando il trattamento è effettuato da un’autorità pubblica o da un organismo pubblico, eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le loro funzioni giurisdizionali» (art. 37, paragrafo 1, lett a);
  • Le predette disposizioni prevedono che il RPD «può essere un dipendente del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento oppure assolvere i suoi compiti in base a un contratto di servizi» (art. 37, paragrafo 6) e deve essere individuato «in funzione delle qualità professionali, in particolare della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati, e della capacità di assolvere i compiti di cui all’articolo 39» (art. 37, paragrafo 5) e «il livello necessario di conoscenza specialistica dovrebbe essere determinato in base ai trattamenti di dati effettuati e alla protezione richiesta per i dati personali trattati dal titolare del trattamento o dal responsabile del trattamento» (considerando n. 97 del RGPD);
  • Considerato che il Comune di Parrano è tenuto alla designazione obbligatoria del RPD nei termini previsti, rientrando nella fattispecie prevista dall’art. 37, par. 1, lett a) del RGPD;
  • Considerate le dimensioni estremamente ridotte di questo Comune, si ritiene di poter individuare nel Segretario comunale la figura in grado di svolgere i compiti in questione, quantomeno nella fase iniziale di entrata in vigore della normativa;
  •  

DESIGNA

 

Federica Bifulco Responsabile della protezione dei dati personali (RPD) per il Comune di Parrano,

 

Il predetto, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 39, par. 1, del RGPD è incaricato di svolgere, in piena autonomia e indipendenza, i seguenti compiti e funzioni:

 

 

 

  1. informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal RGPD, nonché da altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati;
  2. sorvegliare l’osservanza del RGPD, di altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo;
  3. fornire, se richiesto, un parere in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e sorvegliarne lo svolgimento ai sensi dell’articolo 35 del RGPD;
  4. cooperare con il Garante per la protezione dei dati personali;
  5. fungere da punto di contatto con il Garante per la protezione dei dati personali per questioni connesse al trattamento, tra cui la consultazione preventiva di cui all’articolo 36, ed effettuare, se del caso, consultazioni relativamente a qualunque altra questione;

 

I compiti del Responsabile della Protezione dei Dati personali attengono all’insieme dei trattamenti di dati effettuati dal Comune di Parrano.

Il titolare del trattamento dei dati si impegna a:

  1. non rimuovere o penalizzare il RPD in ragione dell’adempimento dei compiti affidati nell’esercizio delle sue funzioni;
  2. garantire che il RPD eserciti le proprie funzioni in autonomia e indipendenza e in particolare, non assegnando allo stesso attività o compiti che risultino in contrasto o conflitto di interesse.

 

Data 23 maggio 2018                                                                     IL SINDACO

                                                                                                    (Valentino Filippetti)