PARRANO : il Consiglio Comunale dell’8 settembre approva il DUP e la nuova organizzazione del Centro Documentazione Territoriale

L’8 settembre si è riunito a Parrano il Consiglio Comunale che ha discusso e deliberato il seguente ordine del giorno:

  1. Ratifica delibera Giunta Comunale n. 53 del 13/07/2020
  2. Ratifica delibera Giunta Comunale n. 57 del 13/08/2020
  3. Approvazione D.U.P. 2021/2023
  4. Centro Documentazione Territoriale : ampliamento e nuovo assetto degli spazi

Tutti i punti sono stati approvati.A seguire gli indirizzi del                                                                            Documento Unico di Programmazione : 

                     “L’azione amministrativa del Comune di Parrano si avvia all’ultimo anno del mandato pertanto questo documento si configura come il programma di fine legislatura e degli indirizzi da lasciare in eredità alla nuova amministrazione che si insedierà il prossimo anno.  Il DUP tiene conto anche delle profonde modificazioni prodotte dalla pandemia del COVID . L’azione amministrativa sarà sempre  improntata alla COOPERAZIONE, COLLABORAZIONE, CONDIVISIONE, ma si accentua l’impegno verso i servizi ai cittadini. Non si tratta solo di  invertire la tendenza al declino che dal secondo dopoguerra ha visto il nostro comune ridurre la popolazione di Parrano di oltre due terzi, ma di offrire protezione ai nostri concittadini e ai nostri ospiti. Per questo abbiamo lavorato e lavoreremo per fare della Farmacia Comunale un presidio per la salute ed il benessere comune. L’iniziativa Ambulatorio Sicuro va in questa direzione. L’idea di lavorare ad una PARRANO BIODIVERSA crediamo che stia dando dei frutti anche se ha bisogno di un grande cambiamento culturale che prenda atto dei problemi del nostro pianeta e delle grandi sfide che ci attendono. Quando diciamo di PENSARE LOCALMENTE e AGIRE GLOBALMENTE pensiamo alle nostre responsabilità, all’effetto che hanno i nostri gesti quotidiani. Porsi il problema di come gestire al meglio le risorse fondamentali come l’ACQUA, la TERRA e l’ARIA vuol dire parlare della raccolta differenziata da migliorare, dei scuolabus a metano al posto di quelli diesel e dell’incentivo alle auto elettriche, della nostra campagna a difesa delle API e della BIODIVERSITA’. Concretamente dovremo affrontare il tema del funzionamento delle società a cui abbiamo affidato questi beni comuni a cominciare dalla SII. Non si tratta solo di capire le ragioni delle difficoltà economiche che le attraversano ma anche di riportarle allo spirito della volontà popolare espressosi con il Referendum sull’Acqua Pubblica. Altro capitolo da affrontare è quello della Riserva Mondiale della Biodiversità dell’Unesco al Monte Peglia. Una scelta di grande valore ed una grande opportunità che però ha bisogno di una gestione condivisa che ad oggi non si intravvede.

I prossimi anni saranno decisivi per la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio storico, culturale e archeologico. Il centro motore di questa politica sarà il Centro Documentazione Territoriale che è stato arricchito dalla presenza dell’Archivio Storico Comunale e avrà a disposizione una nuova sala a piano terra del palazzo comunale per permettere la musealizzazione della VENERE VERDE che la famiglia De Sanctis ha messo a disposizione dell’Amministrazione Comunale. Ovviamente parte essenziale di questa strategia e delle iniziative che si realizzeranno sono il Parco Termale, le Tane del Diavolo, la Biblioteca Comunale e i nostri Centri Storici.

Per fare questo c’è bisogno di migliorare il funzionamento dei nostri uffici e di una maggiore incisività delle scelte amministrative. Ma soprattutto c’è bisogno dell’apporto dei cittadini e delle cittadine di Parrano con le idee e le iniziative. Per questo continueremo la positiva collaborazione con le associazioni locali e potenzieremo il co-working che può essere lo strumento adatto per realizzare al meglio questa scelta.

Coronavirus, Speranza: “Firmata ordinanza quarantena cittadini da Romania e Bulgaria”

“Disposta la quarantena per i cittadini che negli ultimi 14 giorni abbiano soggiornato in Romania e Bulgaria.

Questa misura è già vigente per tutti i Paesi extra Eu ed extra Schengen.  Il virus non è sconfitto e continua a circolare. Per questo occorre ancora prudenza e attenzione.”

Lo afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha incontrato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, per una verifica puntuale del quadro epidemiologico a livello internazionale.

SCARICA L’ORDINANZA 24 LUGLIO 2020

PARRANO, ordinanza contro lo spreco dell’acqua

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

 

  1. 16 del 13 luglio 2020 Reg.Ordinanze Protocollo n.2937 del 13 luglio 2020

Oggetto : Contenimento consumi idrici anno  2020 nel Comune di Parrano.

Il Sindaco

 

     -Premesso che con l’arrivo dell’estate e con l’innalzamento delle temperature sia importante scongiurare crisi idriche nel territorio comunale;

     -Ritenuto che l’andamento della stagione imponga l’adozione di misure improntate ad evitare grave pregiudizio agli interessi collettivi e gli stessi devono essere tutelati mediante l’emissione di ordinanza Sindacale avente il carattere della contingibilità e dell’urgenza, con l’obbiettivo specifico di consentire l’uso alimentare e igienico sanitario dell’acqua potabile e vietarne gli altri usi non essenziali;

     -Ravvisata quindi la necessità di tutelare la salute dei cittadini;

     -Considerato il carattere  contingibile ed urgente dell’atto, che è finalizzato a preservare la maggiore quantità di acqua potabile per gli usi umani ed alimentare e di ridurre conseguentemente i prelievi di acqua potabile dall’acquedotto pubblico per scopi diversi da quelli primari;

     -Ritenuto di inviare il presente provvedimento alla Società Sii, servizio idrico integrato, a norma dell’articolo 98 del D.Lgs 152/2006, norme in materia ambientale  che prevede che: “coloro che gestiscono o utilizzano la risorsa idrica adottino misure necessarie all’eliminazione degli sprechi ed alla riduzione dei consumi”;

     -Visto l’art. 50 commi 4 e 5, del D.Lgs 267/2000 e smi;

ORDINA

     -Per i motivi esposti in premessa, con decorrenza dal 15 luglio 2020 e per i prossimi 60 giorni, il divieto nel territorio del Comune di  Parrano, di prelevare e/o utilizzare l’acqua erogata dal pubblico acquedotto per:

1)Innaffiamento di prati, giardini e orti;

2)Lavaggio di veicoli;

3)Riempimento di piscine;

 4)Tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico, per gli animali e per l’igiene personale;

 

INVITA

     -La cittadinanza ad un uso razionale e corretto dell’acqua al fine di evitare inutili sprechi;

AVERTE

     -Che è ritenuta di estrema importanza la collaborazione di tutti i cittadini;

     -Che i contravventori saranno perseguiti sia amministrativamente con l’irrogazione delle sanzioni di cui all’articolo 7/bis del D.Lgs 267/2000 e sim, sia penalmente mediante l’applicazione delle sanzioni previste dall’articolo 650 del codice penale;

TRASMETTE

     -La presente Ordinanza all’Ufficio Polizia Locale ed alla stazione dei Carabinieri che vigileranno sul rispetto dell’ordinanza e l’applicazione delle sanzioni ivi previste;

     -Avverso la presente si potrà ricorrere entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza al TAR dell’Umbria, per incompetenza, eccesso di potere o violazione di legge e/o entro 120 giorni, con ricorso straordinario, al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità.

     -Il presente provvedimento sarà reso noto mediante pubblicazione all’albo on line e mediante affissione nei pubblici locali.

Dalla residenza Municipale, li 13 luglio 2020

                                                                                                                           

                                                                                                                              Il Sindaco

                                                                                                                                   Valentino Filippetti

                                                                             

                                                                                                                               

PARRANO : il Consiglio dice no alla tariffa puntuale sui rifiuti

 

Il Consiglio Comunale di Parrano nella seduta del 6 luglio ha preso in esame il seguente ordine del giorno :

  • RIPIANO DEL MAGGIOR DISAVANZO RELATIVO AL RENDICONTO 2019
  • ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO E SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI 2020/2022
  • RATIFICA VARIAZIONE DI BILANCIO D.G. N.40 DEL 12/0672020
  • TASSA DEI RIFIUTI – TARI – PRESA DI POSIZIONE IN ORDINE A TASSA/TARIFFA  PUNTUALE

TUTTI I PUNTI SONO STATI APPROVATI TRANNE IL SECONDO CHE E’ STATO RINVIATO DOPO LE ULTIME DISPOSIZIONI DEL GOVERNO CHE HA FATTO SLITTARE TUTTO A SETTEMBRE

SIGNIFICATIVA LA DECISIONE PRESA ALL’UNANIMITA’ SUL QUARTO PUNTO , PRESENTI TUTTI I GRUPPI CONSILIARI

ECCO IL TESTO DELIBERATO :

IL CONSIGLIO COMUNALE

  • Presa visione della nota dell’AURI di Terni del 15 giugno 2020 con la quale viene richiesto ai Comuni dell’ambito un pronunciamento su tariffa corrispettiva o tributo per quanto riguarda il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani;

 

  • Vista la delibera ARERA 443/2020 di definizione dei criteri di riconoscimento dei costi efficienti di esercizio e di investimento del servizio integrato dei rifiuti, per il periodo 2018-2021;

 

  • Dato atto che con la tariffa puntuale corrispettiva, la riscossione è effettuata direttamente dal RTI ASM Terni Spa-C.N.S. gestore del servizio che incassa direttamente la tariffa del proprio servizio dai cittadini/imprese e provvede ai relativi pagamenti;

 

  • Considerato che con il tributo puntuale rimane in capo al Comune la riscossione provvedendo ai pagamenti sia del gestore che degli impianti di trattamento e comunque la cosa da tenere nella giusta considerazione è la possibilità del Comune di gestire in modo più razionale, tenendo conto delle situazioni sociali ed economiche dei contribuenti, il corrispettivo degli utenti;

 

  • Considerato, non da ultimo, anche la particolarità del momento che stiamo vivendo a seguito dell’emergenza COVID-19 che sta mettendo in grande difficoltà molti utenti sia per quanto riguarda le famiglie e che per quanto riguarda le attività economiche e produttive;

 

  • Dato atto che il metodo del tributo puntuale basato sul criterio “ex TARSU” consente al Comune una gestione del prelievo che consente al Comune di tenere in maggiore considerazione le situazioni socio/economiche sopra indicate;

 

  • Preso atto, inoltre, che ad oggi, per quanto riguarda la tariffa puntuale corrispettiva, manca un regolamento condiviso e le relative simulazioni in modo da avere la piena consapevolezza di ciò che si va ad applicare;

 

  • Vista la comunicazione effettuata dal nostro Comune ad AURI Sub Ambito 4 Via Bramante 43 05100 Terni, con prot.959/2020 con cui si rende noto che il Comune è orientato a mantenere una gestione attraverso tributo puntuale;
  • DELIBERA

     

    Di impegnare il Sindaco e la Giunta Municipale ad applicare dal 01/01/2021, fino a nuove determinazioni, per quanto riguarda il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani il tributo e non la tariffa corrispettiva.

     

    Con il seguente esito della votazione Presenti n. , Voti Favorevoli n. , Astenuti n.,  Contrari: , espressi in forma palese per alzata di mano dagli aventi diritto;

    DELIBERA

     

    di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile, ai sensi dell’articolo 134, comma 4, del d.Lgs. n. 267/2000.   

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

 

PARRANO. anche i tamponi di oggi tutti negativi

 

I tamponi effettuati oggi ( 2 luglio) a Cantone sono risultati tutti negativi. Si chiude cosi una esperienza impegnativa per tutti gli abitanti di Cantone e per tutte le istituzioni coinvolte nelle attività di diagnosi e prevenzione.

Anche il terzo tampone fatto al signore da cui era partito l’allarme covid è risultato negativo.

Come abbiamo già fatto ieri  vogliamo rinnovare il ringraziamento al personale dell’USL, alla dott.ssa Urbani, al dott Mattorre  e ad Adriana Bugnini, Franca NILMA Da Silva, Sabrina Margottini e Loredana Amendola che hanno agito sul posto.

Come dobbiamo ringraziare la Protezione Civile, i Carabinieri, il Comune di Monteleone e tutti i dipendenti comunali.

La soddisfazione per gli esiti delle verifiche non ci deve far abbassare la guardia, il problema è tutt’altro che superato. Invitiamo tutta la popolazione a mantenere il comportamento serio e responsabile che ha avuto fino ad oggi.