PARRANO alla BIENNALE dello SPAZIO PUBBLICO il 25 maggio a Roma

 

Centri storici minori in Rete

GIORNO E ORA: 25 maggio, 14:30 – 19:00

Piccoli Centri Storici in Rete.

Lo Spazio Pubblico come Fattore Strategico di Rigenerazione e Coesione Sociale

 

Coordinamento: Valentino Filippetti (Sindaco di Parrano), Emma Tagliacollo (IN/Arch Lazio)

 

Reti di Comuni a confronto:

Umbria:         Parrano, Castel Viscardo, Montecchio, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Fabro,    Ficulle.

Basilicata:    Tricarico, Stigliano, Grassano, Salandra, Vaglio, Pietragalla, Barile.

Lazio:            Colleferro, Labico, Serrone, Piglio, Paliano, Cave, Vallepietra, Bellegra, Arpino, Atina.

 

Introduce e modera: Emma Tagliacollo (IN/Arch Lazio)

 

Interventi dei rappresentanti delle tre Reti

 

Valentino Filippetti, Sindaco di Parrano

Emma Tedeschini, Università di Perugia

Edoardo Tordi, SATPI Consulting

Mario Iacomini, Cuoco Custode


Pierluigi Sanna
, Sindaco di Colleferro

Natale Nucheli, Sindaco di Serrone

Alfredo Galli, Sindaco di Labico

Renato Rea, Sindaco di Arpino

Luca Calselli, Progetto Ri-Gymnasium


Angela
Marchisella, Sindaco di Tricarico

Paolo Paradiso, Vice Sindaco di Tricarico

Alessandro Dragone, INU Basilicata

 

 

Oriana Cuccu, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Politiche di Coesione

Filippo Tantillo, Coordinamento team di supporto Comitato Nazionale per le Aree Interne

Francesco Monaco, ANCI – Comitato Nazionale Aree Interne

 

Contributi dai Territori

 

Gianluca Pasqui, Sindaco di Camerino

Alessandra Capezzuoli Ranchi, Coordinatrice In_NovaMusEUm

Marco Corsi, Palazzo Chigi di Ariccia, In_NovaMusEUm

 

Nicolò Savarese, Comitato di Coordinamento della BiSP

PARRANO, scatta dal 1 gennaio 2017 la nuova regolamentazione del traffico e della sosta nel Centro Storico

Dal 1 gennaio 2017 entra in vigore definitivamente la nuova regolamentazione del traffico e della sosta nel Centro Storico. Il giudizio dell’Amministrazione Comunale è molto positivo perchè è stata riscontrata una grande disponibilità da parte della popolazione.

l’unica modifica riguarda il transito in via XX settembre che è stato allargato a tutti i residenti nel Comune di Parrano

Di seguito la nuova ordinanza.

 

============

 

Servizio Polizia Municipale dei Comuni, di Monteleone di Orvieto, Montegabbione e Parrano”

________________________________________________________________________________

Ordinanza n. 23 protocollo n.4267 del 31/12/2016

Il Comandante

-Letta l’ordinanza n.21 del 30/11/2016, con la quale è stata istituita una nuova regolamentazione della circolazione nel centro storico di Parrano capoluogo;

-Accertato la valenza temporanea della nuova disciplina della circolazione e specificatamente in essere fino al 31/12/2016;

-Considerato che la nuova regolamentazione merita di essere trasformata in definitiva, ancorché con dei cambiamenti migliorativi rispetto alla precedente regolamentazione;

-Sentite e valutate le indicazioni verbali da parte dell’Amministrazione di Parrano;

-Richiamate le disposizioni di cui al capo II° del titolo II° del decreto legislativo n.165/2000;

-Attesa la competenza alla stesura del presente atto in forza dell’art.109 D.Lgs 267/2000

-Visto il decreto Sindacale n.11 del 04/07/2016;

-Visto l’art 7 del D.Lgs 285/92

-Per i motivi sopra esposti;

ORDINA

Dal 01/01/2017

-Il divieto di transito nel centro storico di Parrano, da inizio di via XX settembre a fine passeggiata Sante De Sanctis, di tutti i veicoli di cui all’art 47 del D.Lgs 285/92, ad eccezione dei residenti nel suddetto Comune e di coloro che detengano a qualsiasi titolo un’immobile con destinazione d’uso ad abitazione, garages, magazzino e/o altro, ancorché non residenti;

-In via Roma potranno circolare coloro che sono residenti in detta via, ovvero coloro che detengano a qualsiasi titolo un immobile con destinazione d’uso ad abitazione, garages, magazzino e/o altro, ancorché non residenti;

-Potranno derogare al divieto di transito nel centro storico di Parrano, i veicoli delle Forze dell’Ordine, degli addetti al servizio postale, di Pronto Soccorso, di persone munite di contrassegno invalidi, di cui all’Art.188 del D.Lgs 285/92, i Ministri di Culto, i mezzi del Comune, ed inoltre in deroga al divieto, potranno circolare, le persone che riscuotano la pensione di anzianità e/o invalidità, anche se non residenti, nei giorni e nelle ore di pagamento delle medesime presso l’Ufficio Postale, coloro che avranno dal Comune il permesso per motivi straordinari.

-Rimangono invariate l’istituzione e le nuove disposizioni riguardanti i parcheggi, previste con l’Ordinanza n.21 sopra richiamata;

La presente sarà inviata per conoscenza alla locale stazione dei Carabinieri di Fabro, sarà pubblicata all’albo on line e secondo i dettami di cui al D.lgs 33/2013. Contro la presente si potrà ricorrere al TAR dell’Umbria e con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 o 120 giorni dalla pubblicazione. Tutte gli Agenti e Ufficiali di P.S. e P.G. , nonché i Soggetti individuati dall’art.12 del D.Lgs 285/92, sono incaricati del rispetto di cui sopra

Dalla residenza Municipale

Il Comandante

Cap. Dott. Francesco Giuliacci

Conosciamo i nostri fossili: Paleontologia nell’Alto Orvietano – Corso a Parrano Unitre Alto Orvietano

 

pakleontologia-a-parrano

Unitre Alto Orvietano Mercoledì 23 Novembre Alle ore 16 presso il centro di documentazione territoriale di Parrano Inizio del Corso Conosciamo i nostri fossili: Paleontologia nell’Alto Orvietano

Il programma prevede:

– Studio e visione dei reperti fossili appartenenti ai grandi gruppi zoologici marini

– Panoramica sui processi di fossilizzazione esistenti in natura

– Breve storia della paleontologia

– I fossili e l’evoluzione: correlazione tra le specie moderne e quelle estinte

– Esercitazioni di ricerca dei fossili nell’argilla e nella roccia

– Osservazione al microscopio dei microfossili e di particolari di macrofossili

– Pulizia e catalogazione dei reperti rinvenuti

Docente: Mario Morellini

OCCHIO SUL DIABETE, dal 14 novembre in Farmacia a Parrano test gratuiti

Il Comune di Parrano ha aderito a questa importante iniziativa!

Dal 14 Novembre per tutta la settimana, tutti i cittadini potranno fare il test gratuito in farmacia. L’importante è essere digiuni. La lotta al diabete inizia da qui.

Comune di Parrano

Il Sindaco

Info : FarmaciaComunale

0763 838751

AVVISO PUBBLICO : Progetto Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali

COMUNE  DI  PARRANO

 

AVVISO PUBBLICO  DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

Progetto Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali

 

Individuazione di partner privati,

rappresentati da produttori agricoli singoli e associati, per la costituzione di partenariati pubblico/privati finalizzati alla definizione di proposte progettuali inerenti attività promozionali da attuare a livello locale, rivolte alla valorizzazione delle filiere corte e dei mercati locali, da presentare in risposta al Bando di evidenza pubblica emanato dalla Regione Umbria nell’ambito  del Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2014/2020 – Intervento 16.4.2.1 “Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”.

 

Art. 1 (Oggetto dell’Avviso)

La Regione Umbria, Direzione regionale Agricoltura, Ambiente, Energia, Cultura, Beni culturali e Spettacolo, Servizio Innovazione, Promozione, Irrigazione, Zootecnia e Fitosanitario, con Determinazione dirigenziale del 18 maggio 2016 n. 3955 ha approvato il seguente Bando, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 7 al Bollettino Ufficiale Serie Generale n. 25 del 25  maggio 2016: “Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2014/2020 Misura 16 “Cooperazione” – sottomisura 16.4 “Sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, per la creazione e lo sviluppo di filiere corte e mercati locali e sostegno ad attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”.  Bando di evidenza pubblica concernente modalità e criteri per la concessione degli aiuti previsti dall’intervento 16.4.2.1 “Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”.

Il suddetto Bando è finalizzato a sostenere forme di cooperazione tra diversi operatori del settore agricolo, forestale, agroalimentare, turistico e altri soggetti che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi e delle priorità della politica di sviluppo rurale: competitività dell’agricoltura; gestione sostenibile delle risorse naturali; sviluppo equilibrato delle zone rurali.

La finalità perseguita è quella di promuovere il trend di crescita della vendita diretta, garantendo maggiore redditività agli agricoltori mediante operazioni di tipo collettivo che, innovando ed allargando i potenziali canali di scambio tra produttori agricoli e consumatori, ampliano le possibilità, altrimenti limitate, della semplice vendita diretta in azienda. Oltre alle azioni volte a favorire l’incontro tra offerta e domanda di prodotti agricoli senza intermediazioni, o limitando al massimo tali intermediazioni, la sottomisura prevede un’azione specifica destinata a far crescere la consapevolezza dei consumatori ed a promuovere il consumo di prodotti locali.

Nell’ambito della Misura 16, l’intervento 16.4.2.1 prevede infatti la realizzazione di campagne promozionali da attuare mediante la cooperazione nell’ambito di partenariati che debbono essere costituiti tra produttori agricoli o tra Enti locali e produttori agricoli singoli e associati, rivolte a promuovere prodotti locali e da filiera corta.

I partenariati, costituiti da almeno due soggetti dei quali uno deve essere obbligatoriamente un produttore agricolo, sono chiamati a individuare una strategia promozionale che permetta di pubblicizzare, in forma collettiva, i prodotti locali o da filiera corta dei produttori agricoli associati, impegnandosi nell’attuazione di tutte o alcune delle seguenti azioni:

  • definizione di marchi e loghi che identifichino i prodotti da filiera corta e locali;

 

  • gestione dell’utilizzo di tali marchi e loghi con campagne informative da attuare a livello locale;
  • organizzazione e/o partecipazione a fiere, manifestazioni ed eventi a livello locale;
  • produzione di materiale promozionale volto a pubblicizzare in forma collettiva i prodotti locali o da filiera corta;
  • azioni di promozione della vendita diretta nei mercati locali e tramite la filiera corta mediante:
    • campagne informative da attuare a raggio locale;
    • degustazioni e testing;
    • promozione sui canali HORECA (Hotellerie, Restaurant, Catering),
    • allestimento di stand o corner;
    • campagne per l‘educazione alimentare ed il consumo

 

Art. 2 (Finalità)

Nell’ambito delle azioni intraprese per favorire lo sviluppo economico, in attuazione di quanto disposto con Deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 30.09.2016, il Comune di Parrano intende partecipare al richiamato Bando regionale per promuovere la valorizzazione del territorio rurale e delle produzioni di qualità ad esso correlate che rappresentano componenti di rilievo del sistema agroalimentare locale e possono esprimere un potenziale di offerta atta ad essere valorizzata nell’ambito delle azioni previste dall’intervento 16.4.2.1 del PSR 2014-2020 per l’Umbria.

Il Comune di Parrano intende pertanto attivare, nelle forme previste dal menzionato Bando regionale, la costituzione di partenariato pubblico-privato, da costituire tra lo stesso Ente, il Comune di San Venanzo (soggetto capofila) il Comune di Montegabbione, il Comune di Monteleone di Orvieto e produttori agricoli singoli o associati, per la definizione delle relative proposte progettuali, concernenti la realizzazione di attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali con riferimento a tutte le produzioni agricole e dell’allevamento.

Le proposte progettuali debbono essere successivamente presentate in risposta al Bando in oggetto, per l’ottenimento degli aiuti previsti dalla Misura 16.4.2.1.

A tal fine, nel rispetto dei principi di trasparenza, pubblicità, concorrenza e parità di trattamento, indice, con il presente Avviso pubblico, la procedura di selezione dei seguenti partner privati:

  • produttori agricoli, come definiti al punto 4.1 del Bando regionale, (singoli o associati) operanti nelle attività di cui al paragrafo precedente, interessati a costituire il partenariato nelle forme previste dal richiamato Avviso Regionale, per la presentazione di progetti a valere sulla Mis. 16.4.2.1 del PSR 2014-2020;

 

Art. 3

(Area di intervento delle azioni progettuali)

Le attività di promozione dei prodotti da filiera corta o locale che saranno definite nella proposta progettuale da candidare al Bando Regionale debbono essere svolte entro l’area individuata dall’art.7 del Bando regionale e cioè entro il raggio di 70 Km dalle aziende produttrici.

 

Art. 4 (Intensità di aiuto)

Qualora i percettori del sostegno previsto dal Bando regionale siano partenariati costituiti da produttori agricoli, singoli o associati, anche per il tramite di associazioni agricole, con Enti Locali, l’aliquota del sostegno è del 100% della spesa ammissibile.

La quantificazione del contributo spettante al capofila del progetto, è commisurata al valore dei prodotti agricoli dei partner le cui unità produttive siano ubicate nel raggio di 70 Km dal luogo  ove

avviene l’evento, manifestazione o iniziativa di prodotto distribuito gratuitamente durante le iniziative promozionali oggetto di domanda.

 

Può essere riconosciuto un massimale di spesa eleggibile pari al doppio del valore del prodotto distribuito gratuitamente. Ai fini della quantificazione del valore delle produzioni distribuite gratuitamente fanno fede le documentazioni fiscali (fatture, autofatture e bolle di  accompagnamento) emesse dalle aziende agricole partner.

 

Art. 5

(Soggetti ammessi alla presentazione delle domande)

Ai fini della partecipazione alla selezione di produttori agricoli in qualità di partner, possono presentare la propria candidatura in risposta al presente Avviso pubblico i produttori agricoli, singoli e associati, in possesso di partita IVA con codice d’attività ATECO2007 prevalente agricolo, con sede legale in Umbria.

 

Art. 6

(Requisiti di partecipazione richiesti)

Per presentare validamente la propria candidatura, gli imprenditori agricoli singoli o associati, devono essere in possesso dei seguenti requisiti, maturati alla data di pubblicazione del presente Avviso:

 

  • Requisiti di ordine generale validi per tutti coloro che intendono presentare la propria candidatura al partenariato:
    1. che non è stata pronunciata nei propri confronti condanna con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale e di non avere procedimenti penali in corso ai sensi dell’art. 416 e 416/bis del codice penale;
    2. di non essere incorso nei divieti previsti dall’art. 67 del D. Lgs. 159/2011 e m.i.;
  • di non trovarsi nella condizione prevista dall’art. 9, comma 2, del D.Lgs. 231/2001 o altra sanzione che comporti il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione, compresi i provvedimenti interdettivi di cui all’art. 14, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2008;
  1. di non avere commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse o i contributi previdenziali
  2. di non avere commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  3. di non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, di concordato preventivo, salvo il caso di concordato con continuità aziendale, o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni
  • di rispettare gli obblighi derivanti dall’art. 17 della legge 12 marzo 1990, n.68 ovvero di non essere assoggettabile a tali obblighi;
  • di non incorrere nei divieto di contrattare con la PA, compresi i provvedimenti interdettivi di cui all’art. 14, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2008;

 

  • Partenariato ulteriori Requisiti:
    • essere iscritti alla CCIAA;
    • avere almeno una propria unità produttiva ubicata sul territorio del Comune di San Venanzo e/o entro 70 km, dalla quale provengano i prodotti oggetto della promozione;
    • operare nell’ambito di una delle attività indicate all’art. 2.

 

(Art. 7)

(Documentazione da presentare)

I produttori agricoli interessati a partecipare alle selezioni indette con il presente Avviso, in qualità di partner, debbono  presentare la propria adesione, a pena di esclusione, utilizzando il modello A, redatto nelle forme previste per la dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, allegato al presente Avviso.

Al modello di adesione deve essere allegato, a pena di esclusione, copia di un documento di  identità in corso di validità, del sottoscrittore.

 

Art. 8

(Scadenza e modalità di presentazione delle domande)

La domanda per la partecipazione alle selezione indetta con il presente Avviso, redatta utilizzando l’Allegato Modello A, debitamente sottoscritta  e corredata dai relativi allegati, deve pervenire al Comune di Parrano – via XX Settembre 1, 05010 Parrano (TR).

entro le ore 13:00 del giorno 17.11. 2016

 

con le seguenti modalità:

  • tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo parrano@postacert.umbria.it

Qualora l’invio della documentazione avvenga con la suddetta modalità, l’oggetto della PEC deve recare la seguente dicitura: Avviso pubblico selezione partner, Mis. 16.4.2.1;

Tutta la documentazione deve essere trasmessa in formato pdf.

  • tramite raccomandata A/R o corriere espresso o consegna a mano, mediante busta chiusa, contente l’esatta indicazione del mittente, indirizzata a: Comune di Parrano – via XX Settembre 1, 05010 Parrano (TR).

Il plico contenente la documentazione relativa alla candidatura, deve recare la seguente dicitura: Avviso pubblico selezione partner, Mis. 16.4.2.1

Per la ricezione della documentazione trasmessa mediante raccomandata A/R o corriere espresso o consegna a mano, fa fede la data di ricezione dell’Ufficio Protocollo.

 

Il recapito della documentazione entro i termini previsti dal presente Avviso rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.

Si avverte che il presente Avviso non costituisce impegno per l’Amministrazione comunale a costituire i predetti rapporti di partenariato, riservandosi la stessa di verificare, in esito alle domande pervenute, l’opportunità di procedere in tal senso.

L’Amministrazione potrà inoltre procedere a stabilire i rapporti di partenariato anche in presenza di una sola candidatura pervenuta per ciascuna filiera, qualora ritenuta ammissibile.

 

Art. 9 (Istruttoria delle domande)

A seguito della ricezione delle candidature al partenariato, pervenute entro i tempi previsti dal presente Avviso, sarà valutata a cura del Servizio Sviluppo Economico, la regolarità formale delle adesioni e la corrispondenza con i requisiti richiesti.

 

Il Servizio Sviluppo Economico potrà richiedere integrazioni alle domande pervenute qualora ciò sia ritenuto utile ai fini della valutazione.

A conclusione dell’istruttoria il Servizio Sviluppo Economico provvederà a redigere l’elenco dei produttori agricoli, singoli o associati, ammessi a partecipare al partenariato di ogni singola filiera sulla base dei  criteri indicati nel successivo art. 10.

 

Art.  10 (Criteri di valutazione)

Individuazione partenariati:

L’individuazione dei soggetti ammessi a partecipare ai partenariati è effettuata in base al possesso dei requisiti indicati agli Artt. 6.1 – 6.2 del presente Avviso nonché sulla base dei seguenti criteri qualitativi:

  1. Imprenditoria giovanile e/o femminile (età riferita al titolare):
    • Fino a 40 anni di età – punti n. 10
    • Oltre 40 anni di età – punti n. 5
  2. Rapporto commerciale con almeno un canale della GDO (1)        –  Punti n. 5

Per ogni ulteriore rapporto commerciale con canali della GDO (1)  –  Punti n. 2

  1. C) Rapporto Commerciale con almeno un Ristorante/Catering        –  Punti n. 2 (per ogni rapporto)

 

Con apposito provvedimento dirigenziale saranno approvati:

  • l’elenco dei partner ammessi a partecipare al partenariato.

 

I soggetti a cui sarà comunicata l’ammissione a partecipare al partenariato debbono confermare, entro 3 giorni dal ricevimento della predetta comunicazione, la loro disponibilità a partecipare, mediante comunicazione da inviare con posta elettronica certificata al seguente indirizzo:

comune.parrano@postacert.umbria.it

Art. 11

(Principali impegni dei soggetti aderenti al partenariato)

 

Principali impegni del Comune di San Venanzo capofila:

 –    redigere la scrittura privata per la costituzione del partenariato;

 –    contribuire alla definizione delle strategie promozionali di valorizzazione delle produzioni locali individuate dal presente Avviso;

–    redigere, in collaborazione con gli altri partner, la proposta progettuale;

  • presentare la domanda di aiuto e i relativi allegati alla Regione Umbria con le modalità e nei termini indicati nel relativo Bando regionale;
  • formalizzare la costituzione del partenariato con atto scritto, stipulato nelle forme di Legge, in caso di ammissione della domanda di aiuto;
  • sostenere in via esclusiva l’onere finanziario per la realizzazione delle attività previste dal progetto, sollevando le altri parti dai relativi rischi finanziari, non essendo prevista l’erogazione di anticipi;
  • acquistare dai produttori aderenti al partenariato il quantitativo dei prodotti indicato nella documentazione allegata alla domanda di

 

Principali impegni dei comuni partner:

  • redigere, in collaborazione con gli altri partner, la proposta progettuale;
  • contribuire alla definizione delle strategie promozionali di valorizzazione delle produzioni locali individuate dal presente Avviso;
  • formalizzare la costituzione del partenariato con tutti gli atti necessari e contribuire alla redazione dell’atto di partenariato scritto, stipulato nelle forme di Legge, in caso di ammissione della domanda di aiuto;
  • di provvedere alla pubblicazione di un atto di evidenza pubblica per la selezione dei produttori agricoli con le stesse modalità del presente e nei termini richiesti dal bando in oggetto;

 

Principali impegni dei produttori agricoli che aderiscono in qualità di partner

–   mettere a disposizione per tutta la durata del progetto, un quantitativo di prodotti tale da permettere la realizzazione delle attività promozionali che saranno previste nelle proposte progettuali quali: partecipazione agli eventi (fiere, degustazioni, manifestazioni in genere), testing, promozione sui canali HORECA e  campagne di educazione alimentare.

–     i prodotti conferiti ai fini delle attività promozionali (acquistati dal capofila) debbono essere di  derivazione esclusiva aziendale (da filiera corta e locali).

–     i partner si impegnano altresì a trasmettere tutta la documentazione utile alla presentazione della domanda di aiuto da parte del capofila.

 

Art. 12

(Pubblicità)

Del presente avviso sarà data pubblicità attraverso la sua pubblicazione sul sito internet dell’Amministrazione comunale, nella sezione Bandi.

All’esito della valutazione delle domande pervenute saranno redatti gli elenchi dei soggetti ammessi a partecipare ai partenariati.

La suddetta documentazione sarà pubblicata sul sito dell’Amministrazione comunale nella sezione Bandi.

 

 

 

(1) Grande Distribuzione Organizzata

Art. 13 (Responsabile del procedimento)

Il Responsabile del Procedimento è il Responsabile del Settore Polizia municipale e sviluppo economico del Comune di Parrano Capitano Dr.Francesco Giuliacci, tel: 0763838751 – 0763834021.

 

Art.14 (Foro competente)

Per qualunque controversia derivante o connessa al presente Avviso è competente in via esclusiva il Foro di Terni.

 

Art.15 (Trattamento dati personali)

Tutti i dati personali di cui L’Amministrazione comunale venga in possesso in occasione del presente procedimento verranno trattati nel rispetto dell’art. 13 del Decreto Legislativo n. 196 del  30 giugno 2003.

 

                                                                                              Il  Vice Segretario generale

                                   Dr. Vincenzo Riommi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parrano ricorda i Caduti il 4 novembre

corona-1corona-2

corana-4corona-3

 

Il Comune di Parrano ha voluto ricordare i Caduti il 4 novembre con una piccola cerimonia.

La vice Sindaco Patrizia Patrizi, unitamente all’assessore Isabella Tedeschini e alla consigliera Sistina Sabellico hanno posato delle corone presso il Monumento ai Caduti e sulle lapidi di Piazza della Repubblica

PARRANO e i Presepi della Solidarietà, dal 23 Dicembre 2016 – 6 Gennaio 2017

parrano-innevata-2

In occasione delle Festività del Santo Natale,

 la Proloco di Parrano,

con il patrocinio del COMUNE e in collaborazione con le Associazioni parranesi: L’Upupa, La Sportiva, Parrano Vive, Ass. Pro Loco Cantone, Le Giovani Idee,

 

 bandisce un concorso dal titolo:  

 

PARRANO e i Presepi della Solidarietà

                    23 Dicembre 2016 – 6 Gennaio 2017

     Raccolta Fondi per le zone umbre colpite dal terremoto

 

Regolamento:

 

art.1) la partecipazione è gratuita ed aperta a tutti: Istituti Scolastici, Cittadini, Associazioni, Artigiani;

 

art.2) i presepi potranno essere realizzati con qualsiasi materiale, stile e ambientazione;

 

art.3) i presepi saranno esposti all’interno di alcuni caratteristici locali del centro storico, delle frazioni e della Chiesa Madonna delle Grazie;

 

art.4) i presepi saranno allestiti dagli stessi partecipanti e la collocazione  nei  locali sarà a discrezione degli organizzatori .

 

art.5) i presepi dovranno essere recapitati, allestiti e collocati dal 9 al 22 Dicembre 2016

 

art.6) pur avendo la massima cura delle opere, non si assume nessuna responsabilità per guasti, rotture, furti o danni alle opere stesse

 

art.7) gli organizzatori potranno concedere a terzi autorizzazione ad effettuare riprese televisive e servizi fotografici dei presepi esposti, senza che gli autori possano avanzare critiche o contestazioni di qualsiasi tipo

 

art.8) un’apposita commissione valuterà i presepi basandosi su: originalità, bellezza, creatività e qualità complessiva dell’opera;

 

art.9) la premiazione si terrà il 6 gennaio alle 16.00.

Verrà attribuito un premio per la categoria Adulti e un premio per la categoria

Scuole.

 

Le adesioni dovranno pervenire al Comune di Parrano entro il 1° Dicembre 2016

(info@comune.parrano.tr.it   0763 838751)