PARRANO, parte dal 1 luglio il servizio di trasporto per Fabro e per il Mercato Contadino di Parrano

Nella mattinata odierna è stata firmata la convenzione per l’affidamento del “Servizio di trasporto verso i mercati di Fabro e il mercato contadino di Parrano”. 
L’azienda che si è aggiudicata la gara è la ditta Fabiani Mirco di Castelgiorgio.
 
L’iniziativa gratuita è il frutto dell’aggiudicazione, da parte del Comune di Parrano, dei Fondi per la Montagna – SICOMONN, messi a disposizione dei piccoli Comuni, con l’obiettivo di alleviare le difficoltà degli abitanti, sempre più penalizzati dai tagli al trasporto pubblico locale.
 
Al tempo stesso, si vuole sostenere le attività dei produttori agricoli, ed in particolare dei produttori locali, stabilendo a Piazza della Repubblica degli spazi per l’allestimento di un mercato contadino dedicato alla vendita diretta.  Infatti, proprio in Via Roma a Parrano, esiste, ormai da anni, un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli, gestito dall’Associazione di imprenditori agricoli Gusto Umbria – Terre dell’Upupa, che rappresenta ormai un’eccellenza del loco, assieme ad altre Aziende di spicco del territorio, le quali si stanno sempre più orientando verso questa forma di commercializzazione diretta al consumatore finale.
 
Il Comune di Fabro, da decenni ormai, ha fatto questa scelta, e nel proprio territorio esiste un mercato settimanale al venerdì ed una fiera mensile di grandi dimensioni la seconda domenica di ogni mese.
 
Inoltre, insistendo a Fabro sia la sezione USL territoriale, sia la stazione ferroviaria che serve anche Parrano, gli orari ed i giorni delle corse sono stati pensati per connettere i cittadini di Parrano a questi servizi e agli orari dei treni principali e veloci per Roma e Firenze.
 
In particolare, il servizio si svolgerà nei giorni di venerdì e lunedì con tre corse in partenza da Parrano per Fabro, alle ore 6.05, 12.15, 17.50 ed in partenza da Fabro per Parrano alle ore 12.00, 17.00, 19.00.
 
 
 

Imposta di soggiorno 2020

1 – Delibera n. 5 del 27.01.2020, che conferma imposta di soggiorno per l’anno 2020; – SCARICA

2 – Delibera n. 5 del 27.01.2020, Regolamento. – SCARICA
 
3 – Informativa – SCARICA
 
4 – ImpostaSoggiorno Riepilogo Trimestrale – SCARICA

5 – ImpostaSoggiorno Dichiarazione Sostitutiva Esenzi
one Autisti Accompagnatori – SCARICA

6 – ImpostaSoggiorno Dichiarazione Sostitutiva Esenzione Pazienti – SCARICA

7 – ImpostaSoggiorno Dichiarazione Sostitutiva Esenzione Studenti – SCARICA

Supporto delle Consigliere di Parità della Provincia di Terni alla popolazione

Già prima dell’ emergenza Coronavirus, le donne italiane erano al primo posto nella classifica europea per tasso di rinuncia al lavoro per la cura dei figli, non solo perché non trovano aiuto nell’organizzazione scolastica, né in quella del lavoro e familiare, ma anche perché l’organizzazione del lavoro è spesso rigida e non propensa a tenere in debita considerazione le esigenze di garantire un welfare adeguato alle persone che lavorano nell’organizzazione stessa. A pagare il prezzo più alto della crisi economica causata dal coronavirus rischiano di essere, ancora una volta, le donne, che sono i soggetti economicamente più fragili.

Con il progressivo ritorno alla normalità e la ripresa a pieno delle attività commerciali e produttive, l’occupazione femminile è, infatti, quella che corre i maggiori rischi, anche perché le difficoltà di riavvio delle scuole e di assistenza all’infanzia, provocheranno oggettivamente una spinta alla rinuncia al posto di lavoro da parte della componente della famiglia meno remunerata che, visto il gap salariale esistente tra donne e uomini, è molto spesso la donna.

Le Consigliere di Parità hanno istituzionalmente il compito di favorire azioni che possano aiutare il superamento di ostacoli alla parità di genere nel mondo del lavoro, anche affiancando le lavoratrici nella ricerca di soluzioni a problematiche specifiche, rispetto alle quali non sono messi in atto dal datore di lavoro gli accorgimenti necessari per consentire alla lavoratrice di mantenere con serenità il proprio posto di lavoro. In questa ottica, le Consigliere di Parità della Provincia di Terni hanno realizzato iniziative, in tempi non sospetti, per lo sviluppo dell’utilizzo del lavoro a distanza e per promuovere, all’interno del mondo del lavoro, un’attenzione particolare al welfare, imprescindibile da una buona gestione delle risorse umane, e hanno affiancato diverse lavoratrici a risolvere problemi di conciliazione tra lavoro e diritto alla genitorialità e all’assistenza e cura.

…leggi tutto

COMUNE di PARRANO , al consiglio del 22 maggio approvati Rendiconto 2019, Rinegoziazione dei Mutui, Ripiano del Disavanzo e Piano Comunale di Protezione Civile.

 

Il 22 maggio si è tenuto   il Consiglio Comunale di Parrano con all’ordine del giorno :

1) Approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2019 ai sensi dell’art. 227 del d.Lgs. n. 267/000;

2) Ratifica Deliberazione Giunta Comunale n. 27 del 31.03.2020, avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione dell’esercizio 2020/2022”;

3) Ratifica Deliberazione Giunta Comunale n. 35 del 28.04.2020, avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione dell’esercizio 2020/2022”;

4) Regolamento per l’applicazione della nuova IMU e approvazione aliquote;

5) Rinegoziazione mutui CDP ai sensi della circolare CDP n. 1300 del 23.04.2020;

6) Disavanzo       di      amministrazione relativo      all’esercizio          2019 Provvedimento di ripiano ai sensi dell’art. 188 del D.Lgs. n.267/2000 e FCDE Il Decreto Milleproroghe (Decreto Legge 30 dicembre 2019, n. 162).

7) Variante Parziale tematica al PRGS- PRGO ai sensi lettera A 4 comma art.32 LR 20/2015 n.1

8) Piano Emergenza Comunale di Protezione Civile

Tutti i punti sono stati approvati all’unanimità.

Di fatto con queste decisioni si chiude la lunga fase di difficoltà che accumuna tutti i piccoli Comuni ma che è stata aggravata a Parrano dal commissariamento e dalle gravi carenze della struttura amministrativa.

Un Comune rimasto per anni senza Ragioniere, senza Segretario Comunale e con altre figure fondamentali.

Il bilancio 2019 si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 546.000 euro compromesso pero dalla presenza di residui attivi per 1.072.000 euro che in virtu delle nuove norme sul Fondo Crediti a garanzia dei creditori del Comune ha generato un risultato finale di 244.000 euro di disavanzo.

La decisione presa dal Governo di autorizzare un mutuo a 15 anni per ripianare il debito,la scelta di rallentare la restituzione dei mutui e la decisione della Cassa Depositi e Prestiti di permettere una rinegoziazione dei mutui  stessi permetterà di affrontare bene i prossimi anni.

Ovviamente rimane la necessità di una azione forte e decisa per recuperare l’evasione fiscale.

E’ stato varato il nuovo Regolamento per l’IMU mantenendo le aliquote invariate.

E’ finito il lungo iter la Variante al PRGS-PRGO per ridefinire le zone boscate

E a conclusione è stato approvato il Piano Emergenza Comunale di Protezione Civile realizzato grazie alle risorse delle Aree Interne e al lavoro prezioso del nucleo tecnico della Funzione Associata della Protezione Civile

A conclusione il Sindaco a voluto ringraziare tutti i dipendenti che in una situazione diffficile come quella creata dal Covid19 sono riusciti a produrre una mole di lavoro straordinaria per qualità e quantità.

 

 

 

PARRANO COMUNE AMICO DELLE API

20 Maggio 2020, GIORNATA MONDIALE DELLE API

Il Comune di Parrano rilancia questo appuntamento e aderisce alla proposta di Citta Slow che fa un  l’appello per iniziative di sensibilizzazione e progetti concreti a difesa delle Api.

In particolare vede con interesse il progetto in allegato promosso da Paolo Fontana , Entomologist-Apidologist , della Fondazione Edmund Mach – Centro Trasferimento Tecnologico, Unità operativa: Protezione delle piante e biodiversità agroforestale.

Con PARRANO BIODIVERSA abbiamo avviato anni fa un impegno che si stà sviluppando in varie direzioni con il GIARDINO AMICO DELLE API E L’APIARIO DI COMUNITA’.