PARRANO : in arrivo la tassa T.A.R.I.

Il Consiglio Comunale di Parrano , con deliberazione n.19 del 30/0972014, ha approvato il Regolamento per l’applicazione della tassa T.A.R.I. e con deliberazione n.24 del 06/07/2017 le corrisondenti tariffe per l’anno 2017.

La T.A.R.I. è una tassa con la quale si coprono i costi per il trasporto, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e assimilati.

In questi giorni arriveranno nelle case dei cittadini le cartelle che potranno essere pagate in tre rate :

  • Prima rata 12 agosto 2017
  • Seconda rata 31 ottobre 2017
  • Terza rata 12 dicembre 2017

Ricordiamo a tutti i cittadini che l’osservanza delle regole della raccolta differenziata contribuisce alla riduzione del costo del servizio e quindi ad un minor onere per le famiglie

Parrano, festa finale dei Campi Estivi

Il 29 luglio si è tenuta a Parrano la festa conclusiva dei Campi Scuola tenuti dalla coop Quadrifoglio nell’Alto Orvietano. Quest’anno  il Comune di Parrano ha partecipato con piu’ impegno e i risultati si sono visti.

Speriamo di fare meglio per l’anno venturo.

Ringraziamo gli organizzatori di aver scelto Parrano per la festa conclusiva. E’ stato bellissimo vedere tutti questi bambini e bambine popolare il nostro parco pubblico.

Ius Soli, Parrano: Consiglio comunale approva odg e chiede a sindaco Filippetti impegno per promozione iniziative /

(provincia di terni notizie)  PARRANO – 28 luglio – Promuovere iniziative di sostegno all’approvazione della legge sullo Ius Soli è il mandato che il Consiglio comunale ha assegnato al sindaco, Valentino Filippetti, approvando un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Parrano Bene Comune, Leonardo Marcacci. Ne dà notizia il sindaco stesso che si è impegnato ad avviare iniziative con gli altri sindaci dell’Umbria ed intervenendo in Consiglio ha sottolineato il valore della legge già approvata alla Camera dei Deputati.

“Parrano – ha ricordato Filippetti – è un paese di forte emigrazione. Dagli anni ’50 ad oggi la popolazione è infatti passata da 2500 a 500 abitanti. I Parranesi, spinti per lo più dalle necessità e dalle condizioni di vita molto arretrate, se ne andarono in tutte le direzioni, soprattutto a Roma e in Svizzera. I problemi che incontrarono sono simili a quelli di coloro che oggi vengono nel nostro paese a cercare una speranza di vita migliore. Allora come oggi pensiamo che i diritti siano universali, a cominciare da quelli dei bambini che sono il nostro futuro”.   (ptn 552/17   12.30)

PARRANO : il 27 Luglio Consiglio Comunale per il DUP

VISTO L’ART. 50 del D.L.gs. 267/2000.

 

                                                                      Partecipa

ALLA S.V. CHE IL CONSIGLIO COMUNALE E’ CONVOCATO IN SESSIONE ORDINARIA NELLA CONSUETA SALA DELLE ADUNANZE PER LE ORE 18,00  –  DEL 27 luglio 2017 PER DISCUTERE SUGLI AFFARI DI COMPETENZA E DI CUI AL SEGUENTE:    

 

 ORDINE DEL GIORNO

.

  • DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) – PERIODO 2018/2020 (ART. 170, COMMA 1, DEL D.LGS. N. 267/2000). APPROVAZIONE.
  • Approvazione convenzione per la gestione in forma associata, tra i Comuni di San Venanzo e Parrano, del servizio di gestione integrata degli impianti di pubblica illuminazione e votiva, messa in sicurezza elettrica e meccanica, efficientamento con totale riconversione a LED e adeguamento alla L.R. 20/2005.
  • Alienazione a titolo oneroso dei reliquati stradali di proprietà dell’amministrazione comunale, ubicati in Loc. Spereto del comune di Parrano – Autorizzazione all’alienazione a favore dei richiedenti Gherardi Rosalba e Alessandra Perello e Fabio Antuori.
  • S (Piano regolatore generale parte STRUTTURALE), PRG.O (Piano regolatore

      generale parte OPERATIVA), variante PARZIALE TEMATICA ai sensi del comma 3

      dell’art. 32 (Varianti) della L.R. 21 gennaio 2015, n. 1 “Testo unico governo del territorio

      e materie correlate”, per l’introduzione dell’area per il depuratore.

 

  5) Approvazione Regolamento tipo di Igiene Urbana – Allegato P9 al Piano d’Ambito per il

          servizio di  gestione integrata dei rifiuti urbani ed assimilati.

 

6)Approvazione Regolamento tipo per l’istituzione del servizio di Ispettori ambientali –

    Allegato P15 al Piano d’Ambito per il servizio di  gestione integrata dei rifiuti urbani ed

     assimilati.

        7) Istituzione Commissione Consiliare Speciale per la Sicurezza sul Territorio.

 

         8)Istituzione Commissione Consiliare Speciale sulle tematiche socio sanitarie.

         9) Strategia nazionale aree interne aggiornamento e integrazione convenzione tra i comuni del territorio orvietano per la progettazione e attuazione della strategia d’area.

INTEGRAZIONE CONVOCAZIONE ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO COMUNALE
DEL 27 LUGLIO 2017 ALLE ORE 18,00:
1. Lettura e approvazione verbale seduta precedente.
2. Autorizzazione all’acquisto rata di terreno adiacente il Cimitero di Frattaguida di proprietà della
Sig.ra Silvi Antonini Daniela – Fg 20 part. 106p.

                                                                                                           IL SINDACO

                                                                                                                 Valentino Filippetti

                                               

 

PARRANO : incendio in loc Casali

Il21 luglio 2017 si è sviluppato un incendio nel Comune di Parrano  in località Casali, lungo la strada provinciale per Frattaguida, che richiedeva l’intervento dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e della Funzione Associata Protezione Civile Sud-Ovest dell’Orvietano ai sensi della legge 225/92.

Nella giornata del 22 luglio l’incendio veniva domato anche grazie all’opera prestata diversi cittadini volontari tra cui  sig. Tedeschini Enrico che metteva a disposizione un  trattore e 1,5 quintali di gasolio,  l’azienda Principato di Parrano che metteva a disposizione una ruspa, due autotrasportatori Giulivi Luciano e Merluzzo Valentino che mettevano a disposizione due autocarri con relativa botte ( da 100 quintali) per adibirli al rifornimento dei mezzi antincendio.

Durante le operazioni di spegnimento il Comune di Parrano ha provveduto a rifornire il personale impegnato sia a Parrano ( Casali) che Montegabbione ( Cerqueto) di idoneo pasto serale.

Il 22 luglio alle ore 12 si è tenuta una riunione di coordinamento alla quale hanno preso parte oltre al Sindaco e gli assessori del Comune di Parrano, i Carabinieri di Fabro, Il Comandante della Polizia Locale di Parrano ( facente parte del COC), la Protezione Civile e il Sindaco di Monteleone.

Nella giornatael 23 luglio si è proceduto alla bonifica dell’area rimuovendo alberi pericolanti insistenti o caduti sulla strada provinciale tramite il personale del Comune di Parrano, della Provincia di Terni e dei privati già citati.

Si è procedendo alla messa in sicurezza dell’area limitrofa all’incendio.

Inoltre si fa presente che si rende necessario l’intervento della Telecom per il ripristino della linea che serve la frazione du Frattaguida .

A seguito dell’incendio i pali telecom in legno sono caduti .

Si rende necessaria la loro rimozione immediata, anche per permettere l’abbattimento delle piante perilcolanti sulla strada provinciale.

Il Sindaco del Comune di Parrano sta emanando una ordinanza che intima ai proprietari frontisti di rimuovere le piante bruciate che rappresentano un pericolo per la sicurezza sulla strada provinciale di Frattaguida.

 

«Parrano Medioevale» fa il pienone di visitatori

da La Nazione Umbria

 

– PARRANO – HA FATTO registrare un grande successo di pubblico la prima edizione di «Parrano Medievale». A riferirlo è il sindaco, Valentino Filippetti, che esprime soddisfazione per la riuscita dell’ iniziativa e ricorda gli appuntamenti che hanno caratterizzato la giornata. «Molto partecipato e interessante – dice Filippetti – è stato il convegno storico dal titolo «Il Medioevo e I Conti Bulgarelli: anno 1118 panorama storico italiano – panorama storico umbro- curiosità storiche», a cui hanno partecipato relatori di grande prestigio: Maria Grazia Nico Ottavini, dell’ Università di Perugia, Augusto Ciuffetti, del Politecnico delle Marche, Antonio Bianconi, amministratore delegato di Principato di Parrano, Roberto Conticelli, presidente dell’ Ordine dei Giornalisti dell’ Umbria e direttore de La Nazione Umbria. Particolarmente riuscita – aggiunge poi il sindaco – anche la cena medievale, che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone. A Parrano Medievale ha partecipato anche lo chef stellato, di origini Parranesi, Alessandro Narducci. Molti i visitatori anche ai banchi degli antichi maestri mentre un folto pubblico ha assistitito all’ esibizione di Gianluca Foresi, il Giullar cortese, insieme ai giullari dell’ Allegra Brigata.

Parrano Medievale 2017

Sabato 8 luglio Parrano Medievale

PARRANO MEDIEVALE – ANTEPRIMA

Nel 1118 il castello di Parrano viene concesso dal Vescovo di Orvieto alla famiglia Bulgarello. Il feudo diventa proprietà di Bernardo Bulgarello, il capostipite della Famiglia.
Alcuni storici ritengono che la famiglia discenda dai Conti di Chiusi, come si rileva dal testamento di Antonio di Marsciano.
Due sono gli attori principali nel panorama storico: l’impero romano-germanico e la Chiesa cattolica-romana.

Sabato 8 luglio 
“anteprima medievale” rievocazione storica: “l’inizio di Parrano”

ore 16.oo
I Banchi degli antichi maestri

ore 17.00 – 18.00
convegno storico – sala del castello 
Il Medioevo e I Conti Bulgarelli: anno 1118 panorama storico italiano – panorama storico umbro- curiosità storiche

Relatori: 
– Proff.ssa Maria Grazia Nico Ottaviani Università di Perugia
– Prof Augusto Ciuffetti Politecnico delle Marche
– Gianfranco Chiacchieroni, Consigliere Regione Umbria

–  Dr Antonio Bianconi AD Principato di Parrano
– Coordina Roberto Conticelli, Presidente Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e direttore Nazione Umbria

ore 20.00 cena medievale  in piazza della repubblica
(antiche ricette medievali preparate con i prodotti del territorio e cucinate come era d’uso a quei tempi. Immancabile la porchetta cotta al forno comunale di Parrano).

La serata sarà allietata dallo spettacolo medievale del Giullar Cortese,Gianluca Foresi insieme ai Giullari dell’Allegra Brigata

————————–————————–————— 
– Cena Medievale € 25 a persona
– L’intero borgo di Parrano sarà animato da un’ambientazione medievale
– Saranno previsti dei parcheggi di servizio per gli ospiti
– Prevendita biglietti da mercoledì 14 giugno 
– Info: Valentino 334 375 1330 | Gianni 3496424024
————————–————————–————–

“La nobiltà seguiva un’alimentazione molto ricca e pesante. Leggendo i menù di certi banchetti solenni, raccontati nelle cronache, si vede passare una quantità enorme di carne, di selvaggina specialmente – la carne nobile per eccellenza – e il tutto condito di salse ricche di spezie, con accompagnamento di frutti canditi, di dolci speziati, senza mai il respiro di un piatto leggero.
E la pesantezza di quel mangiare è come accresciuta per noi dal fatto che i nostri antenati non si servivano di piatti, né di forchette, né di tovaglioli. Adoperavano fette grandi di pane sulle quali appoggiavano la carne con la salsa e lì la mangiavano…La fetta di pane, o la parte che ne rimaneva, veniva gettata in un recipiente al centro della tavola; elemosina per i poveri. Se c’era tovaglia, vi si pulivano le dita, sicché si doveva cambiarla più volte durante il pranzo, nonostante che si adoperasse anche l’acqua per risciacquare bocca e mani. Al dessert, non prima, veniva portato il vino.”

“Naturalmente la gente qualunque mangiava più semplicemente. Per il popolo l’alimento base della dieta era il pane. Le classi più povere, soprattutto i contadini, consumavano un pane di farina mescolata con orzo, segala, saggina e fave, mentre i cittadini facevano uso del pane di grano. Con il pane si facevano una quantità di minestre e di altre preparazioni . Scarso era anche l’olio e i condimenti erano prevalentemente a base di grassi di origine animale. Poca la frutta e rarissimi i dolci (fatti con noci, miele e altra frutta secca). Per le feste più importanti si arrostivano anche il montone e la capra. Ben conosciuta era anche l’arte di conservare le carni affumicandole ed insaccandole, salate e triturate, destinate principalmente al consumo invernale. Si faceva anche consumo di formaggi, fra i quali molto usato era il pecorino.”

Nel Medievo al centro della tavola dei nobili veniva posto un piatto colmo di carni di vari tipi, da cui gli ospiti prendevano il cibo con le mani.

L’alimentazione delle classi meno agiate era costituita da minestre di cereali e legumi e da un larga fetta di pane condita con salse povere di grassi, proteine e vitamine (cioè: il companatico, dal latino cum pane). I ricchi erano soliti mangiare grossa selvaggina costituita da caprioli, cervi, evitando gli animali domestici; da qui l’utilizzo sempre più frequente di salse aromatiche e spezziate che servivano ad attutire il gusto e l’odore dei cibi che, in mancanza della refrigerazione, non potevano avere una lunga durata. 
L’uso delle spezie, non di rado impiegate anche nel vino per mascherare, con l’aggiunta di miele, l’eccessivo livello di acidità, era un vero e proprio status symbol.

COMUNE DI PARRANO : UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE

In questo anno appena trascorso, come amministratori comunali, abbiamo dovuto affrontare molte difficoltà e tante criticità; lo abbiamo fatto con il massimo dell’impegno e del rigore nell’ottica dettata dalla nostra persistente volontà di collaborare, condividere, cooperare. E’ questo che ci distingue e ci motiva ogni giorno e su questa strada continueremo ad operare

Ogni scelta e ogni decisione è stata presa pensando al  “bene comune”: ogni professionalità che collabora con noi nel difficile compito amministrativo, i dipendenti che ogni giorno portano avanti la grande mole di lavoro ( per funzionare alla perfezione un comune dovrebbe avere un dipendente ogni 150 abitanti mentre la nostra situazione è ben al di sotto di questo standard), gli amministratori che quotidianamente si confrontano per trovare  la migliore soluzione ad un problema , tutti  si sono mossi con questo intento.

L’obbiettivo principale è far si che un piccolo Comune come Parrano riesca a sopravvivere e a cambiare il corso della sua vita.

E’ giusto lasciarlo morire? In fondo può essere un decorso naturale: da 2000 abitanti degli anni ‘50 è passato ai 500 di oggi. Come si può invertire la tendenza?  Cosa stiamo facendo?

Cerchiamo di risolvere problemi arretrati, portare avanti il quotidiano, proiettarci nel futuro che vorremo per Parrano: più servizi, valorizzazione delle risorse, più sviluppo economico senza dimenticare la funzione sociale e il diritto allo studio .

Mettere in pratica la teoria è molto più difficile che progettarla: molti sono “i fantasmi” da combatte, pochissime le risorse economiche.

Per questo ci vuole  tanta volontà, diplomazia e capacità politica.

Oggi stare ad un tavolo di lavoro allargato a 20 o 12 comuni per trovare una soluzione idonea a tutti non è semplice; oggi trovare corrispondenza all’interno di questo contesto storico-politico è di una difficoltà enorme.

Per fortuna permangono in molti la lungimiranza, l’onestà e la coerenza che grande o piccolo che sia un comune viene considerato per il valore intrinseco e l’importanza che ha per la comunità.

Dobbiamo dare atto alla Regione Umbria, ai Comuni dell’Orvietano a cominciare da Orvieto, alla Provincia di Terni e ai tanti enti che ne sono espressione di averci aiutato concretamente.

Un borgo rurale rappresenta un’unicità ma necessita di ristrutturazioni affinchè al suo interno possano vivere le persone comodamente e, fosse anche una persona sola, è doveroso dotare di servizi e impianti le case del centro storico. Da qui la scelta di destinare risorse ingenti al rifacimento della rete idrica e fognante, la costruzione del nuovo depuratore, le scelte per portare la banda larga, l’investimento significativo per la ristrutturazione del distributore, i progetti per una mobilità alternativa.

Adesso sono iniziati i lavori per il rifacimento della rete idrica e fognaria nel centro storico.

Lavori che dureranno a lungo, creeranno disagi, toccheranno tanti piccoli interessi.

Li affronteremo come sempre parlando con i cittadini, trovando le soluzioni piu intelligenti.

Per  poter sistemare il collettore di congiunzione con l’esterno, l’unico modo era passare  attraverso lo spazio libero, non occupato da case, esistente all’interno del centro storico, ovvero il piccolo muro di congiunzione tra due abitazioni. Lo abbiamo ritenuto il minor male possibile anzi abbiamo pensato a farne una risorsa, pensando di creare una passeggiata che affaccia sui boschi, che qualcuno percorrendola si trovi d’incanto dentro i caratteristici e bellissimi vicoli , casomai fioriti, del borgo.

Modernità e tradizioni è una coesistenza difficile ma quale alternativa?

Ci auspichiamo che nell’ottica di cui all’inizio, i concittadini possano comprendere l’intenzione volta al bene comune e rimaniamo sempre a disposizione per ogni chiarimento, informazione o richiesta.

Valentino Filippetti – Sindaco di Parrano

Parrano 4 luglio 2017

Il 6 Luglio Consiglio Comunale a Parrano

 COMUNE DI PARRANO                                                                  PROVINCIA DI TERNI

 

 

 

                                                       

                                IL SINDACO

           

VISTO L’ART. 50 del D.L.gs. 267/2000.

 

                                                                      Partecipa

ALLA S.V. CHE IL CONSIGLIO COMUNALE E’ CONVOCATO IN SESSIONE ORDINARIA NELLA CONSUETA SALA DELLE ADUNANZE PER LE ORE 18,00  –  DEL 06 LUGLIO 2017 PER DISCUTERE SUGLI AFFARI DI COMPETENZA E DI CUI AL SEGUENTE:    

 

 ORDINE DEL GIORNO

 

– Comunicazioni del Sindaco;

 

1) Ratifica variazioni al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2017 delibere di giunta comunale nn. 44, 45, 46 e 49 del 18.05.2017.

 

2) Equilibri di bilancio e assestamento ai sensi dell’art. 193 del TUEL – D.Lgs 267/2000;

 

3) Delibera Consiglio Comunale n. 8 del 31.03.2017 – Imposta Unica Comunale (I.U.C.) – componente IMU e TASI – Determinazione aliquote per l’anno 2017. – Rettifica in via di autotutela della tabella di cui al punto 1) del deliberato;

 

4) Delibera C.C. n. 9 del 31.03.2017 Imposta Unica Comunale (I.U.C.) – componente TARI – Approvazione Piano Economico Finanziario – Determinazione delle tariffe per l’anno 2017. – Rettifica errore materiale;

 

5) Rettifica Strada vicinale del Bagno in Loc. Poderetto del Comune di Parrano;

 

6) Adesione al Protocollo d’Intesa per il riconoscimento MAB UNESCO al “Progetto Monte Peglia MAB UNESCO”.

 

7) APPROVAZIONE  REGOLAMENTO  PER  LA CONCESSIONE  DI  SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E VANTAGGI ECONOMICI  A  PERSONE  FISICHE E A ENTI, ASSOCIAZIONI O ALTRI ORGANISMI PRIVATI

 

 

                                                                                                     IL SINDACO

                                                                                                                 Valentino Filippetti