Parrano: consiglio comunale sotto la neve, approvato l’assestamento di bilancio e varata la commissione per rivedere lo Statuto Comunale

Il 29 novembre si è tenuta la riunione del Consiglio Comunale dove è stato esaminato ed approvato l’assestamento di bilancio ( con l’astensione dei tre consiglieri di opposizione).

Durante la seduta è stata discussa ed approvata la proposta del gruppo consiliare NOI NO di realizzare la diretta streeming delle sedute dopo aver varato un apposito regolamento e fatte le verifiche sui costi da sostenere.

Altro punto importante affrontato è stato la costituzione di una commissione consigliare speciale che si dovrà occupare della modifica dello Statuto Comunale che risale al 2004. Ne farranno parte il sindaco Filippetti ( o un suo delegato) e i consiglieri Buratta e Tiberi.

Durante la seduta del Consiglio Comunale il capogruppo della lista Parrano Bene Comune ha richiesto che al prossimo consiglio si discuta della questione giovanile e della creazione di un Centro di Aggregazione Giovanile.

Il sindaco ha annunciato che per le feste si terranno le seguenti manifestazioni;

  • il 18 dicembre Festa per i Bambini organizzata dall’ass, Parrano Plus Ultra
  • il 19 dicembre concerto presso la Chiesa Parrocchiale organizzato dalla Società Operaia
  • il 26 dicembre Presepe Vivente a Cantone organizzato dalla Pro Loco e Borgo Consapevole
  • il 6 gennaio concerto alla chiesina comunale organizzato dall’Amministrazione Comunale

25 NOVEMBRE 2021 A PARRANO

FERMIAMO LA PANDEMIA

FERMIAMO LA VIOLENZA

PARRANO NON SI FERMA

 
 
 
Il 25 Novembre ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite.
Per violenza contro le donne si intende “qualsiasi atto di violenza di genere che si traduca o possa provocare danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche alle donne, comprese le minacce di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia che avvengano nella vita pubblica che in quella privata”.
Di questo fenomeno tendiamo a vedere solo i casi che per gravità e brutalità trovano spazio nei giornali e nei social media. Purtroppo il fenomeno è molto più diffuso, radicato e profondo e soprattutto è sommerso: si compone di tanti abusi non riportati e non denunciati perché frequentemente subiti nel privato familiare. Paura, vergogna, diffidenza portano spesso a vivere in totale isolamento queste violenze.
I dati ufficiali ci dicono che 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale. 652 mila donne hanno subìto stupri e 746 mila sono le vittime di tentati stupri.
Sembrano i numeri di una pandemia che proprio nella pandemia da covid19 hanno trovato un terreno fertile. La chiusura costretta dal virus, la rarefazione della vita sociale e civile ha ridotto le occasioni di relazione e contatto per le donne e quindi anche la possibilità di chiedere aiuto.
Tuttavia Il numero 1522 anti violenza e stalking, i centri antiviolenza e le case rifugio sono sempre rimasti attivi.
Le informazioni raccolte dal numero verde contro la violenza e lo stalking hanno fornito e forniscono evidenze sul fenomeno della violenza domestica durante il periodo della pandemia, soprattutto rispetto al trend delle richieste di aiuto. Le campagne di sensibilizzazione promosse dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri sui canali televisivi e rilanciate sui social tra la fine di marzo ed aprile hanno rinforzato, infatti, il messaggio dell’importanza della richiesta di aiuto per uscire dalla violenza, che alla luce dei nuovi dati aggiornati, confermano la loro rilevanza.
Nel corso del 2020 le chiamate al 1522 sono aumentate del 79,5% rispetto al 2019, sia per telefono, sia via chat (+71%).
Le richieste di aiuto sono cresciute particolarmente da fine marzo e hanno i livelli più elevati ad aprile (+176,9% rispetto allo stesso mese del 2019) e a maggio (+182,2 rispetto a maggio 2019).
La violenza riportata al 1522 è soprattutto fisica (47,9% dei casi), ma quasi tutte le donne hanno subito più forme di violenza e tra queste in particolare quella psicologica (50,5%).
Rispetto agli anni precedenti, sono aumentate le richieste di aiuto delle giovanissime fino a 24 anni di età (11,8% nel 2020 contro il 9,8% nel 2019) e delle donne con più di 55 anni (23,2% nel 2020; 18,9% nel 2019).
Nella gestione di queste richieste di aiuto il territorio ha un ruolo primario. Il 70,5% delle vittime nel secondo trimestre 2021 è stata indirizzata verso un servizio territoriale (dato in aumento rispetto al primo trimestre del 2021) e di queste l’89,5% (pari a 2.678 vittime) è stata inviata ad un Centro antiviolenza.
Dal 1 gennaio al 7 Novembre 87 donne sono state uccise in ambito familiare o affettivo. In altri termini ogni quattro giorni una donna muore vittima di violenza in famiglia. 60 sono state uccise dal partner o dall’ex partner.

PARRANO, Consiglio Comunale il 29 Novembre per assestamento e adesione a FELCOS

COMUNE DI PARRANO PROVINCIA DI TERNI

IL SINDACO
VISTI gli artt. 39, comma 1, 40 e 41 del D.L.gs.267/2000.

convoca 


 IL CONSIGLIO COMUNALE ELETTO A SEGUITO DELLA RECENTE
CONSULTAZIONE ELETTORALE  NELLA CONSUETA SALA DELLE
ADUNANZE PER LE ORE 18,00 DEL GIORNO 29 novembre 2021 PER LA TRATTAZIONE DEL
SEGUENTE:
ORDINE DEL GIORNO
1-PRESA D’ATTO CANCELLAZIONE AZIENDA TRASPORTI CONSORZIALI SPA IN
LIQUIDAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE
2-VARIAZIONE DI BILANCIO AI FINI DELL’ASSESTAMENTO DEFINITIVO BILANCIO
2021
3-PRESA D’ATTO DEL MANCATO OBBLIGO DELLA REDAZIONE ED
APPROVAZIONE DEL BILANCIO CONSOLIDATO PER L’ESERCIZIO FINANZIARIO
2021.
4- MOZIONE PER LA TRASMISSIONE IN STREAMING DELLE SEDUTE DEL
CONSIGLIO COMUNALE DI PARRANO.
5-COSTITUZIONE COMMISSIONE SPECIALE PER LA MODIFICA DELLO STATUTO
COMUNALE.
6-COSTITUZIONE COMMISSIONE SPECIALE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO
COMUNALE.
7-ADESIONE FELCOS UMBRIA
                                                                               IL SINDACO
                                                                    F.to (Valentino Filippetti)

PARRANO, prima ordinanza lavori centro storico

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

Ord. n.  69 del 04 novembre 2021

 

Prot. n.  4846 del 04.11.2021

 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLIZIA LOCALE

 VISTA la nota in data 04.11.2021 della direzione lavori, relativa all’intervento denominato “Rischio dissesto abitazioni del centro storico di Parrano”, con la quale comunica che dal 04.11.2021 inizieranno i lavori di rifacimento fognatura e rete idrica nel centro storico da parte della ditta BAGNOLI SRL con sede in Castropignano (CB), Contrada Cerreto snc,  e con la quale si chiede l’autorizzazione alla regolazione del traffico veicolare in viale Sante de Sanctis a senso unico alternato da movieri per le esigenze del cantiere suddetto.

RAVVISATA la necessità di consentire la regolare esecuzione dei lavori in discorso e di salvaguardare l’incolumità di persone e cose.

 RITENUTO di aderire alla richiesta.

 VISTO gli artt. 5-6-21-25-26   del D.l.vo 30 aprile 1992 n° 285 e successive modificazioni e integrazioni.

VISTO il D.l.vo  18/08/2000 n° 267.

AUTORIZZA

per le motivazioni in premessa la regolamentazione su viale Sante de Sanctis della circolazione stradale a senso unico alternato regolato da movieri  a partire dal giorno 05.11.2021, limitatamente alle esigenze del cantiere di in cui in premessa, e fino al termine dello stesso.

 DISPONE INOLTRE

  • Che la presente ordinanza venga resa nota al pubblico mediante l’installazione, a cura della ditta esecutrice dei lavori, della segnaletica prescritta e la pubblicazione all’Albo pretorio del Comune di Parrano.
  • Che sarà cura della Ditta esecutrice dei lavori porre in essere tutte le misure atte a tutelare l’incolumità dei pedoni.
  • Che sia consentita l’operatività ai veicoli di soccorso e di emergenza.
  • Che gli Agenti della Polizia Locale e delle altre forze di Polizia Stradale curino l’applicazione e l’osservanza del presente provvedimento.

 

Avverso il presente atto è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. Umbria da proporsi nelle forme e nei termini  (60 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del Comune di Parrano) previsti dalle norme vigenti oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporsi nelle forme e nei termini (120 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del comune di Parrano) di cui al D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.

La presente ordinanza verrà comunicata:

Al Comando Stazione Carabinieri di Fabro

Parrano, lì 04 novembre  2021

 Il Responsabile del Servizio  Giovanni Sabatini

PARRANO: ordinanza cimitero per il 1 e 2 novembre 2021

 

 

COMUNE DI PARRANO

 

               PROVINCIA DI TERNI

 

 

 

ORDINANZA  SINDACALE  N. 68   DEL  26.10.2021

 

 

Oggetto:  EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID – 19

DISCIPLINA ACCESSI AL CIMITERO CIVICO NEI GIORNI 1 E 2 NOVEMBRE 2021

 

IL SINDACO

 

Preso atto della attuale situazione di emergenza sanitaria nazionale ed internazionale, causata dalla emergenza epidemiologica  da Covid -19;

VISTA tutta la normativa susseguita ai vari DPCM  in materia di contrasto alla epidemia da Covid -19

Considerato che nei giorni 1 e 2 novembre, dedicati alla commemorazione dei defunti, si prevede un notevole afflusso di visitatori presso il civico cimitero che potrebbe determinare potenziali condizioni di rischio.

Ritenuto, pertanto, in coerenza con le linee di indirizzo per il contrasto al diffondersi dell’epidemia emanate dall’ autorità di governo di adottare provvedimenti idonei a garantire il rispetto delle stesse.

Visto l’art. 50, c. 5, del D.lgs 267/2000

O R D I N A

per i giorni 1 e 2 novembre 2021

  • che il civico cimitero di Parrano osserverà i seguenti orari di apertura: dalle ore 8.00 alle ore 20;
  • che l’ingresso e l’uscita all’area cimiteriale saranno consentiti attraverso due varchi separati e distinti, riconoscibili attraverso apposita segnaletica;
  • che all’interno del cimitero è obbligatorio l’uso della mascherina e di rispettare in modo rigoroso la distanza interpersonale di 1 metro;
  • che sono vietati assembramenti sia all’interno che all’esterno del cimitero;
  • che all’interno del cimitero la permanenza è consentita solo per il tempo strettamente necessario alla visita e al raccoglimento presso le tombe;

 

 

D I S P O N E

Che la presente ordinanza venga pubblicata all’albo pretorio del Comune di Parrano e immediatamente comunicata:

  • Al Prefetto di Terni;
  • Alla Questura di Terni;
  • Al Comando Stazione Carabinieri di Fabro;

Ai sensi della Legge 07.08.1990 n. 241 e s.m.i., contro il presente provvedimento, è ammesso ricorso al T.A.R. dell’Umbria entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione della stessa, oppure in alternativa al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni. A norma art. 8 della stessa legge n. 241/1990, il Responsabile del Procedimento è l’Ufficio di Vigilanza Urbana, nella persona del  M.llo Giovanni Sabatini.                         

 

 Dalla Residenza Municipale lì 26/10/2021                         

 

 

               IL SINDACO

Valentino Filippetti