COMUNE di PARRANO , al consiglio del 22 maggio approvati Rendiconto 2019, Rinegoziazione dei Mutui, Ripiano del Disavanzo e Piano Comunale di Protezione Civile.

 

Il 22 maggio si è tenuto   il Consiglio Comunale di Parrano con all’ordine del giorno :

1) Approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2019 ai sensi dell’art. 227 del d.Lgs. n. 267/000;

2) Ratifica Deliberazione Giunta Comunale n. 27 del 31.03.2020, avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione dell’esercizio 2020/2022”;

3) Ratifica Deliberazione Giunta Comunale n. 35 del 28.04.2020, avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione dell’esercizio 2020/2022”;

4) Regolamento per l’applicazione della nuova IMU e approvazione aliquote;

5) Rinegoziazione mutui CDP ai sensi della circolare CDP n. 1300 del 23.04.2020;

6) Disavanzo       di      amministrazione relativo      all’esercizio          2019 Provvedimento di ripiano ai sensi dell’art. 188 del D.Lgs. n.267/2000 e FCDE Il Decreto Milleproroghe (Decreto Legge 30 dicembre 2019, n. 162).

7) Variante Parziale tematica al PRGS- PRGO ai sensi lettera A 4 comma art.32 LR 20/2015 n.1

8) Piano Emergenza Comunale di Protezione Civile

Tutti i punti sono stati approvati all’unanimità.

Di fatto con queste decisioni si chiude la lunga fase di difficoltà che accumuna tutti i piccoli Comuni ma che è stata aggravata a Parrano dal commissariamento e dalle gravi carenze della struttura amministrativa.

Un Comune rimasto per anni senza Ragioniere, senza Segretario Comunale e con altre figure fondamentali.

Il bilancio 2019 si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 546.000 euro compromesso pero dalla presenza di residui attivi per 1.072.000 euro che in virtu delle nuove norme sul Fondo Crediti a garanzia dei creditori del Comune ha generato un risultato finale di 244.000 euro di disavanzo.

La decisione presa dal Governo di autorizzare un mutuo a 15 anni per ripianare il debito,la scelta di rallentare la restituzione dei mutui e la decisione della Cassa Depositi e Prestiti di permettere una rinegoziazione dei mutui  stessi permetterà di affrontare bene i prossimi anni.

Ovviamente rimane la necessità di una azione forte e decisa per recuperare l’evasione fiscale.

E’ stato varato il nuovo Regolamento per l’IMU mantenendo le aliquote invariate.

E’ finito il lungo iter la Variante al PRGS-PRGO per ridefinire le zone boscate

E a conclusione è stato approvato il Piano Emergenza Comunale di Protezione Civile realizzato grazie alle risorse delle Aree Interne e al lavoro prezioso del nucleo tecnico della Funzione Associata della Protezione Civile

A conclusione il Sindaco a voluto ringraziare tutti i dipendenti che in una situazione diffficile come quella creata dal Covid19 sono riusciti a produrre una mole di lavoro straordinaria per qualità e quantità.

 

 

 

PARRANO COMUNE AMICO DELLE API

20 Maggio 2020, GIORNATA MONDIALE DELLE API

Il Comune di Parrano rilancia questo appuntamento e aderisce alla proposta di Citta Slow che fa un  l’appello per iniziative di sensibilizzazione e progetti concreti a difesa delle Api.

In particolare vede con interesse il progetto in allegato promosso da Paolo Fontana , Entomologist-Apidologist , della Fondazione Edmund Mach – Centro Trasferimento Tecnologico, Unità operativa: Protezione delle piante e biodiversità agroforestale.

Con PARRANO BIODIVERSA abbiamo avviato anni fa un impegno che si stà sviluppando in varie direzioni con il GIARDINO AMICO DELLE API E L’APIARIO DI COMUNITA’.

 

 

 

 

PARRANO, riapertura dei cimiteri con regolamentazione

 

     COMUNE DI PARRANO

 

        PROVINCIA DI TERNI

 

ORDINANZA N.11 DEL 18.05.2020

PROT.2052 DEL 18.05.2020

IL SINDACO

 

OGGETTO: RIAPERTURA AL PUBBLICO DEI CIMITERI COMUNALI (Parrano e Frattaguida)

VISTO

il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26.04.2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale” pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 108 del 27.04.2020;

VISTO

il DPCM 17.05.2020 Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33 (DL Riaperture), recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

RICHIAMATA

l’Ordinanza Sindacale n. 8 del 2.05.2020 con cui in ragione di salvaguardia della piena operatività dei servizi pubblici, inevitabilmente derivante dalla tutela dei pubblici ufficiali e degli incaricati di pubblico servizio, si è disposta la chiusura al pubblico dei cimiteri comunali fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-2019, ovvero fino ad una data antecedente stabilita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, garantendo, comunque l’erogazione dei servizi funebri di ricevimento, inumazione e tumulazione;

PRESO ATTO

dell’evolversi in maniera positiva della situazione epidemiologica in tutte le regioni d’Italia e in particolare in Umbria ove il contagio è tra i piu bassi del paese ;

VISTO

che all’interno del Comune di Parrano, come negli altri Comuni dell’Alto Orvietano, non si sono mai verificati casi positivi al contagio da COVID-19;

RITENUTO

alla luce di quanto sopra espresso di poter autorizzare dalla data di pubblicazione del presente atto fino a diverse disposizioni la riapertura dei cimiteri di Parrano (Parrano e Frattaguida) secondo le linee guida di seguito descritte;

 

 

  • L’accesso sarà consentito ad una persona alla volta per nucleo familiare, salvo necessità di accompagnamento di persona non autosufficiente;
  • La permanenza massima è di minuti 20 a persona all’interno del cimitero;
  •         E’ fatto obbligo di accesso per tutti con mascherina e guanti, salvo impedimenti da dimostrare con specifico certificato medico;
  •               E’ fatto obbligo di mantenere il distaccamento sociale di almeno metri 1,00;
  •         E’ fatto obbligo di evitare qualsiasi forma di assembramento;
  •                Al raggiungimento del numero massimo ammissibile, le persone in attesa potranno accedere    solo dopo l’uscita di un equivalente numero di persone;
  •                Le operazioni di tumulazione o inumazione dovranno avvenire alla presenza di un solo familiare o parente, degli eventuali esecutori testamentari, degli operatori delle imprese di onoranze funebri dotati di adeguati DPI e degli operatori cimiteriali anch’essi dotati di adeguati DPI.  Vista, altresì, la Circolare Ministero della Salute del 10 aprile 2020 prot. 0023470 avente oggetto “Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19 riguardante il settore funebre, cimiteriale e di cremazione.” affinché codeste Imprese ne prendano debita conoscenza garantendone l’immediata applicazione, in particolare si richiamano le disposizioni contenute nell’allegato 1 “Caratteristiche dei feretri e loro confezionamento”.
  •         Ove le misure, sulla base dei rapporti del personale addetto al controllo, si rivelassero inidonee, insufficienti o venissero disattese da scorretti e reiterati comportamenti da parte delle persone, uno o entrambi i cimiteri potrebbero nuovamente essere resi inaccessibili.

    VISTO

 l’art. 50, comma 5, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”, in cui è previsto che “in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale”;

                                                                 O  R  D  I  N  A

 dalla data di pubblicazione del presente atto fino a diverse disposizioni la riapertura programmata dei cimiteri di Parrano (Parrano e Frattaguida) secondo le linee guida di seguito descritte;

  • L’accesso sarà consentito ad una persona alla volta per nucleo familiare, salvo necessità di accompagnamento di persona non autosufficiente;
  • La permanenza massima è di minuti 20 a persona all’interno del cimitero;
  • E’ fatto obbligo di accesso per tutti con mascherina e guanti, salvo impedimenti da dimostrare con specifico certificato medico;
  • E’ fatto obbligo di mantenere il distaccamento sociale di almeno metri 1,00;
  • E’ fatto obbligo di evitare qualsiasi forma di assembramento;
  • Al raggiungimento del numero massimo ammissibile, le persone in attesa potranno accedere solo dopo l’uscita di un equivalente numero di persone;

 

 

  • Le operazioni di tumulazione o inumazione dovranno avvenire alla presenza di un solo familiare o parente, degli eventuali esecutori testamentari, degli operatori delle imprese di onoranze funebri dotati di adeguati DPI e degli operatori cimiteriali anch’essi dotati di adeguati DPI.  Vista, altresì, la Circolare Ministero della Salute del 10 aprile 2020 prot. 0023470 avente oggetto “Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19 riguardante il settore funebre, cimiteriale e di cremazione.” affinché codeste Imprese ne prendano debita conoscenza garantendone l’immediata applicazione, in particolare si richiamano le disposizioni contenute nell’allegato 1 “Caratteristiche dei feretri e loro confezionamento

 

  • Ove le misure si rivelassero inidonee, insufficienti o venissero disattese da scorretti e reiterati comportamenti da parte delle persone, uno o entrambi i cimiteri potrebbero nuovamente essere resi inaccessibili;

 

                                                                          R  E  V  O  C  A

 

la precedente Ordinanza Sindacale n. 8 del 02.05.2020 con cui in ragione di salvaguardia della piena operatività dei servizi pubblici, inevitabilmente derivante dalla tutela dei pubblici ufficiali e degli incaricati di pubblico servizio, veniva ordinata la sospensione delle visite ai defunti nei cimiteri di Parrano (Parrano e Frattaguida) fino a data da destinarsi rendendo possibili esclusivamente le operazioni di tumulazione;

 

                                                                       I  N  F  O  R  M  A

 

che la presente Ordinanza è resa pubblica mediante affissione all’Albo Pretorio on line del Comune di Parrano e divulgazione attraverso il sito web istituzionale e gli altri organi informatici, ed esposta all’ingresso dei cimiteri di Parrano e Frattaguida, al fine di garantirne la più ampia diffusione.

Contro la presente Ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale dell’Umbria entro 60 giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio (Legge 06/12/1971, n. 1034), oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla medesima data (D.P.R. 24/11/1971, n. 1119).

 

Parrano, 18/05/2020                                                         IL SINDACO

                                                                                  

                                                                                   VALENTINO  FILIPPETTI

 

 

                                                                       

 

 

PARRANO, cordoglio a Parrano per la scomparsa dell’avv. Vittorio De Sanctis

 

Ci ha lasciato l’avv. Vittorio De Sanctis un concittadino che ha amato ed è stato amato dai Parranesi. Alla sua famiglia va il cordoglio dell’Amministrazione Comunale .

Per ricordarlo usiamo le motivazioni con le quali il 13 luglio del 2008 gli fu conferita unanimemente dal Consiglio Comunale di Parrano la cittadinanza onoraria :

“Vittorio De Sanctis, nonostante i suoi numerosi impegni internazionali, non ha mai abbandonato Parrano.

Anzi è tra i pochi parranesi a poter contare una conoscenza intima del territorio, una frequentazione puntuale di boschi e sentieri romiti.

A lui dobbiamo iniziative di grande pregio culturale e scientifico che proprio a Parrano hanno trovato una felice espressione, rafforzando in noi la convinzione di abitare e vivere in un posto un pò speciale  in compagnia di gente speciale.”

 

 

PARRANO: il 12 maggio chiusura tratto strada da via Osteria da intersezione con la S.P. 104 a porta nord del capoluogo

 

     COMUNE DI PARRANO

 

       PROVINCIA DI TERNI

 

                                 

Ordinanza n. 9  del 11.05.2020

Prot. 1961 del 11.05.2020

 

Il Sindaco

 

     -Premesso che il giorno 12.05.2020, si procederà all’attivazione del nuovo distributore sito in via Osteria snc;

     -Accertato di dovere riservare dello spazio pubblico per permettere agli operai di poter lavorare;

     -Atteso che lo spazio pubblico individuato è quello  in via Osteria da intersezione con la SP.104 a porta Nord del capoluogo;

     -Al fine di tutelare la sicurezza dei lavoranti, necessita il divieto di sosta e di transito in via Osteria, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 del 12.05.2020;

     -Attesa la propria/ competenza all’adozione del presente atto, in forza dell’art 106 del D.Lgs 267/2000 (TUEL);

     -Richiamate le disposizione del Capo II° del Titolo II° del D.Lgs 165/2001;

     -Visto il Decreto Sindacale n.11 del 04/07/2016;

     -Per i motivi sopra esposti;

 

Ordina

 

Martedì 12/05/2020

 

     –La chiusura alla sosta ed al transito di via Osteria da intersezione con la S.P. 104 a porta nord del capoluogo dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

     -La presente sarà pubblicata all’albo pretorio on-line, sarà inviata alla Caserma Carabinieri di Fabro, sarà installata idonea segnaletica temporanea,  avverso la stessa si potrà ricorrere in via giurisdizionale al TAR dell’Umbria entro 60 gg dalla pubblicazione e/o con ricorso straordinario  al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio on-line.

 

Dalla residenza Municipale, 11.05.2020

                                                                                                         Il Sindaco

                                                                              Valentino Filippetti