DAL 20 SETTEMBRE CHIUSA STRADA PER MANZIANO

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

 

Ord. n. 60 /  del 17 settembre 2021

 

Prot. n.  3997 del 17 settembre 2021

 

IL SINDACO

PREMESSO che sono in corso i lavori di ripristino della strada vicinale ad uso pubblico di “Casa Balda” eseguiti dall’Agenzia Forestale Regionale Umbria (AFOR) con sede in Perugia (PG) Via Pietro Tuzi, 7.

 

CONSIDERATO che si rende necessario, al fine di consentire un efficiente svolgimento dei lavori in parola, disporre il divieto di transito sulla strada in argomento ai non residenti e lungo tutto il tratto a partire dal guado del Fosso del Bagno in direzione Loc. Manziano.

 

VISTO l’art. 5 e l’art. 6 del D.l.vo 30 aprile 1992 n° 285 e successive modificazioni e integrazioni.

 

VISTO il D.l.vo  18/08/2000 n° 267.

 

ORDINA

 

Il DIVIETO DI TRANSITO A TUTTE LE CATEGORIE DI VEICOLI SULLA STRADA VICINALE AD USO PUBBLICO DENOMINATA “CASA BALDA”  DAL TRATTO DENOMINATO FOSSO DEL BAGNO IN DIREZIONE LOC. MANZIANO,  E IN ENTRAMBE LE DIREZIONI DI MARCIA.

A PARTIRE DA LUNEDI’ 20 SETTEMBRE 2021 E FINO ALLA CONCLUSIONE DEI LAVORI.

IL DIVIETO DI CUI AL PRESENTE PROVVEDIMENTO NON SI APPPLICA AI RESIDENTI E AI FRONTISTI.

DISPONE INOLTRE

 

  • Che la presente ordinanza venga resa nota al pubblico mediante l’installazione, a cura della ditta esecutrice dei lavori, della segnaletica prescritta e la pubblicazione all’Albo pretorio del Comune di Parrano.
  • Che sia consentita l’operatività ai veicoli di soccorso e di emergenza.
  • Che gli Agenti della Polizia Locale e delle altre forze di Polizia Stradale curino l’applicazione e l’osservanza del presente provvedimento.

 

Avverso il presente atto è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. Umbria da proporsi nelle forme e nei termini  (60 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del Comune di Parrano) previsti dalle norme vigenti oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporsi nelle forme e nei termini (120 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del comune di Parrano) di cui al D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.

La presente ordinanza verrà comunicata:

Al Comando Stazione Carabinieri di Fabro

Parrano, lì 17 settembre 2021

 

 Il SINDACO

VALENTINO FILIPPETTI

Comune di Parrano, campagna per la lotta agli incendi

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

                                 

N.53 /2021 Reg.Ordinanze  

Prot. 2680  del 17.06.2020

IL SINDACO

   

Ritenuto di dovere promuovere una campagna di sensibilizzazione per la lotta agli incendi;

Considerato di dovere disporre, a tutela della pubblica e privata incolumità, della sicurezza urbana, del patrimonio ambientale, al fine di prevenire fenomeni di illegalità diffusa ovvero comportamenti d’inerzia dei proprietari di terreni e conduttori di fondi, l’adozione di misure precauzionali atte ad impedire il verificarsi di incendi nel territorio Comunale;

Letto l’art.59 del T.U.L.P.S;

Vista la legge Regionale n.28/01, art 20-21-24, T.U. foreste;

Visto il T.U.E.L, D.Lgs 267/2000 e il D.Lgs 165/2001;

 

ORDINA

        

Al fine di impedire che dai terreni attigui le aree boschive e le principali vie di comunicazione  provinciali e comunali si propaghino incendi, tutti i proprietari ed affittuari di terreni adiacenti alle aree suddette, dovranno durante la stagione estiva tenere sgombri i loro terreni fino a venti metri dai confini di cui sopra, da depositi di paglia, erbe secche o da ogni altro materiale facilmente combustibile;

I proprietari ed affittuari di terreni coltivati a cereali hanno l’obbligo di circoscrivere l’intero fondo,appena mietuto, con una striscia di terreno solcato dall’aratro e completamente scevro di stoppia, larga non meno di 4 metri da mantenere costantemente pulita;

Eguale obbligo spetta ai proprietari ed affittuari di terreni incolti e/o tenuti a pascolo;

E’ altresì obbligo di ripulire tutte le aree incolte ricadenti all’interno dei centri abitati o nelle immediate vicinanze, onde evitare pericoli per la pubblica incolumità ed il propagarsi di incendi ai centri abitati stessi;

E’ fatto obbligo di non bruciare le stoppie e quanto altro possa provocare incendi nel periodo di massima pericolosità dichiarata dalla Regione dell’Umbria;

I proprietari ed i possessori a qualsiasi titolo di terreni saranno ritenuti responsabili dei danni che si verificheranno per negligenza , imperizia ed inosservanza della presente ordinanza, salvo sempre l’applicazione di altre comminatorie previste per legge;

I Trasgressori, ove la legge non preveda sanzioni penali, saranno sanzionati ai sensi dell’art 7 bis del D.Lgs 267/2000, l’ordinanza sarà inviata per conoscenza alla Prefettura di Terni e per quanto di competenza al Comando stazione Carabinieri Forestali di San Venanzo.

Contro la presente si potrà ricorre, entro 60 giorni dalla pubblicazione all’albo on line , al TAR dell’Umbria, per eccesso di potere, incompetenza e violazione di legge e/o con ricorso straordinario, entro 120 giorni dalla pubblicazione , al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità.

Gli agenti di PS e PG sono incaricati del rispetto della presente

                                                                                                                                            Il Sindaco

                                                                                                                                      Valentino Filippetti

                                                                                                                                                                         

Comune di Parrano , ordinanza per il contenimento consumi idrici anno 2021 nel Comune di Parrano.

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

Via XX settembre,1 – C.A.P. 05010 – Tel. 0763/838751 – Fax 0763/838520 – pec: comune.parrano@postacert.umbria.it – C.F. 81001460559

  1. 54 del 17 giugno 2021 Reg.Ordinanze                                                Protocollo n.2681 del  17  giugno 2021

Oggetto : Contenimento consumi idrici anno  2021 nel Comune di Parrano.

Il Sindaco

 

     -Premesso che con l’arrivo dell’estate e con l’innalzamento delle temperature sia importante scongiurare crisi idriche nel territorio comunale;

     -Ritenuto che l’andamento della stagione imponga l’adozione di misure improntate ad evitare grave pregiudizio agli interessi collettivi e gli stessi devono essere tutelati mediante l’emissione di ordinanza Sindacale avente il carattere della contingibilità e dell’urgenza, con l’obbiettivo specifico di consentire l’uso alimentare e igienico sanitario dell’acqua potabile e vietarne gli altri usi non essenziali;

     -Ravvisata quindi la necessità di tutelare la salute dei cittadini;

     -Considerato il carattere  contingibile ed urgente dell’atto, che è finalizzato a preservare la maggiore quantità di acqua potabile per gli usi umani ed alimentare e di ridurre conseguentemente i prelievi di acqua potabile dall’acquedotto pubblico per scopi diversi da quelli primari;

–  Tenuto conto che queste disposizioni non si applicano per le attività di pubblica utilità ;

     -Ritenuto di inviare il presente provvedimento alla Società Sii, servizio idrico integrato, a norma dell’articolo 98 del D.Lgs 152/2006, norme in materia ambientale  che prevede che: “coloro che gestiscono o utilizzano la risorsa idrica adottino misure necessarie all’eliminazione degli sprechi ed alla riduzione dei consumi”;

     -Visto l’art. 50 commi 4 e 5, del D.Lgs 267/2000 e smi;

ORDINA

     -Per i motivi esposti in premessa, con decorrenza dal 17  GIUGNO 2021 e per i prossimi 60 giorni, il divieto nel territorio del Comune di  Parrano, di prelevare e/o utilizzare l’acqua erogata dal pubblico acquedotto per:

1)Innaffiamento di prati, giardini e orti;

2)Lavaggio di veicoli;

3)Riempimento di piscine;

 4)Tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico, per gli animali e per l’igiene personale;

 

INVITA

     -La cittadinanza ad un uso razionale e corretto dell’acqua al fine di evitare inutili sprechi;

AVERTE

     -Che è ritenuta di estrema importanza la collaborazione di tutti i cittadini;

     -Che i contravventori saranno perseguiti sia amministrativamente con l’irrogazione delle sanzioni di cui all’articolo 7/bis del D.Lgs 267/2000 e sim, sia penalmente mediante l’applicazione delle sanzioni previste dall’articolo 650 del codice penale;

TRASMETTE

     -La presente Ordinanza all’Ufficio Polizia Locale ed alla stazione dei Carabinieri che vigileranno sul rispetto dell’ordinanza e l’applicazione delle sanzioni ivi previste;

     -Avverso la presente si potrà ricorrere entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza al TAR dell’Umbria, per incompetenza, eccesso di potere o violazione di legge e/o entro 120 giorni, con ricorso straordinario, al Presidente della Repubblica, per motivi di legittimità.

     -Il presente provvedimento sarà reso noto mediante pubblicazione all’albo on line e mediante affissione nei pubblici locali.

Dalla residenza Municipale, li 17 GIUGNO  2021

                                                                                                                          

                                                                                                                              Il Sindaco

                                                                                                                                   Valentino Filippetti

                                                                             

                                                                                                                               

                                                                               

 

PARRANO : Ordinanza per i test Covid del 20 Marzo

 

 

 

     COMUNE DI PARRANO

 

                                              PROVINCIA DI TERNI

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLIZIA LOCALE

 

PRESO ATTO dell’attuale andamento della curva epidemiologica da Covid 19.

 

CONSIDERATA la volontà dell’Amministrazione Comunale di Parrano di procedere, nella giornata di sabato 20 marzo, in collaborazione con La Regione dell’Umbria e della Protezione Civile funzione Associata Sud Ovest Orvietano, alla effettuazione di uno screening generalizzato dei propri cittadini.

 

RITENUTO che per la effettuazione dello screening in parola si rende necessario portare delle modifiche al sistema viario all’interno dei centri abitati di Parrano e della loc. Cantone

 

VISTO l’art. 7 del D.l.vo 30 aprile 1992 n° 285 e successive modificazioni e integrazioni

 

VISTO il D.l.vo  18/08/2000 n° 267

 

ORDINA

Per la

 giornata di sabato 20 marzo dalle ore 9 alle ore 16

 

  • Il DIVIETO DI SOSTA PER TUTTE LE CATEGORI DI VEICOLI:

in piazza della Repubblica e nel parcheggio sottostante la chiesa della Madonna delle Grazie.

 

  • Il DIVIETO DI TRANSITO sulla SP 102 nel tratto urbano individuato come via dell’Osteria e ricompreso tra l’innesto sulla stessa di Via dell’Alboratello e l’innesto sempre sulla stessa strada di Via  dell’Uliveto. Il transito veicolare interessato verrà deviato, con l’apposizione della necessaria segnaletica su reticoli stradali alternativi e intersecanti l’arteria principale. Dovrà comunque essere consentito e garantito il transito di veicoli di emergenza.
  • IL DIVIETO DI TRANSITO

 

DISPONE INOLTRE

  • Che La presente ordinanza viene resa nota al pubblico mediante l’installazione della segnaletica prescritta e la pubblicazione all’Albo pretorio del comune di Parrano.
  • CHE gli Agenti della Polizia Locale e delle altre forze di Polizia Stradale curino l’applicazione e l’osservanza del presente provvedimento.

 

Avverso il presente atto è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. Umbria da proporsi nelle forme e nei termini  (60 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del Comune di Parrano) previsti dalle norme vigenti oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporsi nelle forme e nei termini (120 giorni dalla pubblicazione del presente atto presso l’Albo Pretorio del comune di Parrano) di cui al D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.

 

La presente ordinanza verrà comunicata:

Al Comando Stazione Carabinieri di Fabro

ALLA PROVINCIA DI TERNI

 

 

Parrano,  lì 18 marzo 2021

 

 

Il Responsabile del Servizio

Giovanni Sabatini