PARRANO, il Consiglio Comunale approva l’assestamento di Bilancio

Il 29 novembre si è riunito il Consiglio Comunale di Parrano per discutere e deliberare il seguente ordine del giorno:

  • RATIFICA VARIAZIONE DI BILANCIO AI SENSI 175 DEL D.LGS. 267/2000 E S.M. I (DGC N. 44 DEL 21/10/2022)

 

  • VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE – COMPETENZA DEL CONSIGLIO (ART. 175, C. 2 TUEL)

 

 

  • SOSTEGNO ED ADESIONE ALLE INIZIATIVE DI COLDIRETTI CONTRO IL CIBO SINTETICO.

 

  • APPROVAZIONE DEL “REGOLAMENTO SULLE MODALITÀ DI ESERCIZIO DEL “CONTROLLO ANALOGO” SU AGENZIA UNICA UMBRIA TPL E MOBILITÀ S.P.A. DA PARTE DELLA REGIONE UMBRIA, DELLE PROVINCE DI PERUGIA E DI TERNI E DEI COMUNI SOCI” PER LA COSTITUZIONE DEL COMITATO DI COORDINAMENTO DEI SOCI DI CUI ALL’ART. 28 DELLO STATUTO SOCIETARIO,

 

  • APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ATTIVITA’ EDILIZIA

 

Sono stati discussi e approvati tutti i punti all’ordine del giorno tranne il quinto (APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ATTIVITA’ EDILIZIA) che è stato rinviato.

=====================================================================

Il testo della delibera che approva le iniziative Coldiretti contro il cibo sintetico :

Premesso che:

il cibo sintetico:

– è prodotto in bioreattori;

– non salvaguarda l’ambiente perché comporta un maggiore consumo di acqua ed energia rispetto agli allevamenti tradizionali e soprattutto è meno efficiente di quelli oggi più performanti.

– limita la libertà dei consumatori e omologa le scelte sul cibo;

– favorisce gli interessi di pochi operatori, monopolizzando l’offerta di cibo nel mondo;

– spezza lo straordinario legame che unisce cibo e natura;

– non tutela la salute non essendoci garanzia che i prodotti chimici usati siano sicuri per il consumo alimentare e l’esperienza maturata è ancora troppo limitata per giungere a conclusioni differenti;

– non aiuta a perseguire gli obiettivi di giustizia sociale, in quanto prodotto sulla base di brevetti e tecnologie con alti costi di ingresso e sviluppo, nelle mani di pochi grandi investitori multinazionali;

– può avere impatti socio-economici molto pericolosi, in quanto frutto di una fascinazione ecologica che non ha finora consentito riflessioni ben più approfondite;

Atteso che

– il raffronto con i sistemi più avanzati e sostenibili per la produzione del cibo, propri dell’agroalimentare italiano, consente di valutare correttamente gli esiti pregiudizievoli per l’ambiente del cibo sintetico fabbricato a mezzo di bioreattori;

Considerato che:

– ai sensi dell’articolo 3 del citato decreto legislativo n. 267 ilComune è l’ente locale che rappresenta la propria comunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo;

– in attuazione del principio di sussidiarietà di cui all’articolo 116 della Costituzione il Comune è l’Ente che, in virtù del rapporto di prossimità con i cittadini, può efficacemente garantire la salvaguardia dei diritti fondamentali alla salute ed alla corretta alimentazione anche attuando le misure di tutela predisposte a livello statale;    

– Coldiretti ha promosso una petizione contro il cibo sintetico e sono nate diverse iniziative di sensibilizzazione finalizzate ad evidenziare i rischi della diffusione del cibo artificiale;

– la petizione di Coldiretti è pienamente condivisibile quanto a contenuti e modalità di attuazione delle finalità nella stessa esplicitate;

– gli impatti omologanti di un modello produttivo distante dalle specificità territoriali locali può   cancellare le produzioni tipiche, distintive e tradizionali connesse alla varietà della biodiversità locale;

Visto

lo Statuto comunale ed il regolamento per il funzionamento del Consiglio;

Valutato che

la presente deliberazione non necessita dei pareri di regolarità tecnica e contabile, stante la sua natura politico-programmatica e che, come tale, non comporta impegni di spesa;

DELIBERA 

 

  1. di approvare quanto riportato nel preambolo della presente;
  2. di aderire pienamente alla petizione promossa da Coldiretti contro il cibo sintetico sostenendo tutte le conseguenti e connesse iniziative di sensibilizzazione attinenti ai pericoli del cibo sintetico ed avvalorate anche dal mondo accademico e scientifico;

 

IMPEGNA

 

il Sindaco e la Giunta Comunale ad adottare, nel rispetto delle rispettive competenze, tutti i provvedimenti utili al sostegno della petizione Coldiretti contro il cibo sintetico fornendo, a tal fine, specifiche direttive ai competenti uffici e servizi del Comune anche per la sollecita trasmissione della presente deliberazione al Ministero dell’Agricoltura della Sovranità Alimentare e delle Foreste.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PARRANO, finiti i lavori di pavimentazione del Centro Storico

Stiamo festeggiando con del buon prosecco la fine dei lavori di pavimentazione del centro storico di Parrano. Dobbiamo dire grazie al lavoro dei Posatori di Pietre Raffaele Della Porta e Gennaro Dividio che ci hanno regalato un bel lavoro artigianale che ci restituisce la vecchia pavimentazione con una veste rinnovata e più bella. Li dobbiamo anche ringraziare insieme all’impresa Bagnoli per il modo gentile e paziente con cui hanno affrontato le intemperanze dei nostri concittadini. Tutto è bene quello che finisce bene. Parrano non si ferma.

PARRANO ricorda Renzo Galanello

Sono passati quasi 10 anni dalla scomparsa di Renzo Galanello. Era  stato Sindaco di Parrano agli inizi degli anni settanta. Si era da poco laureato in medicina e , giovanissimo , fu fatto sindaco per la prematura scomparsa del maresciallo Ciano.
Fu una vera novità che viveva del clima aperto dal ’68. Il suo lavoro da medico lo porto in Sardegna dove sulla scia del prof Colao raggiunse risultati importantissimi dando un contributo significativo all’avanzamento della ricerca per la cura della  talassemia.
Persona per bene e grande studioso.
Noi tutti lo ricordiamo con affetto e e con rimpianto.
Valentino Filippetti
Sindaco di Parrano

Le ricette di guerra di Amalia De Sanctis presentate a Parrano durante la Festa della Terra 2022

L’amministrazione Comunale di Parrano ha presentato il 7 maggio presso la sala consiliare il libro edito da FEFE’ Editore sulle RICETTE di GUERRA di Amalia De Sanctis in occasione della Festa della Terra 2022.

Si tratta di un ricettario realizzato tra il 19941 e il 1944 mentre Amalia divideva la sua presenza tra Roma e Parrano potendo in questo modo sia di avere a disposizione degli ingredienti introvabili nel Paese Umbro che delle derrate alimentari fresche fatti arrivare da Parrano a Roma che soffriva delle ristrettezze della guerra.

Come ha detto la giornalista e scrittrice Rita Bovini già in partenza piu che un ricettario si trattava di un vero e proprio libro che parla non solo di un periodo storico bene definito e drammatico da di un ben preciso spaccato sociale rappresentato dalla borghesia agraria dell’Umbria. Famiglie con grandi possedimenti agrari  che in genere abitavano a Firenze e a Roma ma che frequentavano abitualmente le residenze di campagna creando un circuito virtuoso città-campagna che arricchiva entrambi.

La Bovini come del resto Leonardo De Sanctis hanno messo in evidenza il profondo rapporto con la terra di queste persone ed anche un senso etico che si traduceva nel rispetto per il territorio.

Luciano Martelloni, presidente dell’UNITRE dell’Alto Orvietano ha messo in evidenza il valore di queste iniziative che permettono di mantenere un legame tra le generazioni e mantenere vivi i legami con le proprie origini.

Daniele Guidantoni, un giovane chef talentuoso, ha messo in evidenza dei rischi rappresentati da una certa massificazione dei consumi che tende ad educare i gusti dei giovani con le campagne di marketing e comunicazione portando ad una cesura tra i gusti dei prodotti sul mercato e le basi materiali dell’alimentazione. Da qui l’importanza di tutte le iniziative che riportano alla realtà dei prodotti naturali e che presentano la realtà delle produzioni locali.

Il presidente della Società Operaia di Parrano, Roberto Todini, ha messo in evidenza il profondo legame tra la Famiglia De Sanctis e l’Associazione e apprezzato non solo il contenuto del libro ma anche la grafica e la presentazione.

Il Sindaco Valentino Filippetti, ringraziando Leonardo De Sanctis e FEFE’ Editore per l’iniziativa che rinnova il profondo legame di Parrano con la Famiglia De Sanctis ha auspicato che con questa pubblicazione possa nascere qualcosa che caratterizzi dal punto di vista gastonomico Parrano.

 

PARRANO, il 4 maggio niente energia elettrica nel centro storico e zone limitrofe

Il 4 maggio l’intero centro storico di Parrano e le zone limitrofe non avrà l’energia elettrica dalle ore 8 alle otre 16

Questa interruzione si rende necessaria per riparare un guasto all’impianto di illuminazione pubblica causato dall’ultimo temporale.