PARRANO : ordinanza per i bocconi avvelenati

Comune di    PARRANO                                   Provincia di  TERNI

 

“Servizio Polizia Municipale dei Comuni, di Monteleone di Orvieto, Montegabbione  e Parrano”

IL SINDACO

 

     -Vista la nota inviata tramite fax dal Veterinario Dott.Stefano Gallinella, del centro veterinario S.Anna srl sede di Chiusi (SI), assunto al protocollo con il n. 584 in data 17/02/2017, con il quale si segnala un sospetto avvelenamento di un cane razza Golden R. in località Verciano nel Comune di Parrano;

     -Sentita per le vie brevi la comunicazione del veterinario Dott.Federici Marcello, del servizio veterinario USL n.2 sede di Orvieto, con la quale si rappresenta inoltre il ritrovamento di una possibile esca avvelenata in località Verciano nel Comune di Parrano;

     -Letta l’ordinanza del Ministero della Salute in data 13 giugno 2016 “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o bocconi avvelenati”;

     -Considerato che in via cautelativa, nelle more delle risultanze dell’Istituto Zooprofilattico, che sta analizzando l’esca ritrovata, è necessario tabellare l’area insistente in località Verciano, con la scritta “attenzione possibile presenza di esche avvelenate”

     -Visto il il D.Lgs 267/2000, nello specifico l’art.50 e 54;

     -Per le motivazioni sopra esposte;

 

Ordina

 

 

     -Al Servizio di Polizia Municipale dei Comuni in convenzione di Monteleone di Orvieto, Montegabbione  e Parrano di indagare sull’accaduto per risalire al responsabile dell’abbandono di esche o bocconi;

     -Al Servizio Tecnico di provvedere a tabellare l’area interessata dall’abbandono di esche o bocconi e dove inoltre è morto il cane  per sospetto avvelenamento;

     -La bonifica della località interessata dall’abbandono di esche o bocconi, se dalle risultanze delle analisi dell’Istituto Zooprofilattico, non venga escluso la presenza di sostanza tossiche o nocive in esche o bocconi. La bonifica dovrà essere effettuata con l’ausilio di volontari, guardie zoofile o nuclei cinolfili antiveleno e organi di Polizia Giudiziaria.

    -La presente viene inviata per conoscenza e quanto di competenza, al Prefetto di Terni, al servizio veterinario della USL n.2 sede di Orvieto, ai Carabinieri Forestali di S.Venanzo, al servizio Polizia Locale sopra citato e al servizio Tecnico del comune di Parrano.

 

Dalla residenza Municipale

Parrano 17 febbraio 2017

                                                                                                               Il Sindaco

                                                                                                         Valentino Filippetti

Il Consiglio Comunale di Parrano da il via all’accordo per la realizzazione dell’ intervento ” Rischio dissesto abitazioni del centro storico di Parrano

Il 15 febbraio si è svolto a Parrano il Consiglio Comunale che ha visto approvati all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno. 

 

  • Aree interne: Presa d’atto bozza di strategia. E’ stato invitato Giuseppe Germani, Sindaco di Orvieto e capofila del Progetto.
  • Approvazione nuovo schema di convenzione con la Provincia di Terni per le funzioni di stazione appaltante e centrale unica di committenza per l’affidamento di lavori, servizi e forniture a favore del comune;
  • Regolamento per la disciplina della video sorveglianza nel Comune di Parrano. Approvazione;
  • Regolamento sagre e feste popolari- art.7 della legge regionale 21 gennaio 2015, n.2 “Disciplina delle sagre, delle feste popolari e dell’esercizio dell’attività temporanea di somministrazione di alimenti e bevande.Approvazione;
  • -Accordo tra la Regione dell’Umbria e il Comune di Parrano ai sensi dell’art.15 della legge n.241 del 07 agosto 1990 relativo all’adozione di un’azione coordinata per la realizzazione dell’ intervento ” Rischio dissesto abitazioni del centro storico di Parrano di cui al Decreto del Commissario di Governo n.1 /2016- Presa d’atto;                                                                                                                                          Questo ultimo punto permetterà di avviare la realizzazione del secondo stralcio dei lavori di consolidamento del centro storico di Parrano che prevede l’impiego di un milione e mezzo di euro.       La Regione dell’Umbria per conto dell’ass. Chianella ancora una volta ha dimostrato grande disponibilità e vicinanza ai piccoli comuni dando corpo all’idea che Cooperare, Collaborare e Condividere è possibile.                                                                                                                                                  Venerdi 17 si è svolto un incontro tecnico presso la Regione a Perugia al quale hanno partecipato l’ATI 4. la SII, l’Ufficio Tecnico del Comune di Parrano e gli uffici regionali per coordinare gli interventi.

VI RACCONTO UNA STORIA, letture presso la biblioteca di Parrano il 13 febbraio

Lunedì 13 febbraio l’iniziativa VI RACCONTO UNA STORIA, organizzato da UNITRE Alto Orvietano in Collaborazione con le biblioteche di Fabro, Ficulle, Montegabbione, Monteleone e Parrano, farà tappa proprio nel paese delle Upupa.

La lettura è affidata all’attore Ivan Orano a partire dalle ore 16 e sono invitati tutti i cittadini.

Cogliamo l’occasione per segnalare che martedi si svolgerà un’altra bella iniziativa dell’UNITRE , il CORSO di POTATURA a cui si sono iscritti 25 persone

Il 15 Febbraio alle 18 Consiglio Comunale a Parrano

IL CONSIGLIO COMUNALE E’ CONVOCATO IN SESSIONE ORDINARIA NELLA CONSUETA SALA DELLE ADUNANZE PER LE ORE 18.00 DEL 15 FEBBRAIO 2017

PER DISCUTERE SUGLI AFFARI DI COMPETENZA E DI CUI AL SEGUENTE:

ORDINE DEL GIORNO

1) Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti;

2) Comunicazioni del sindaco;

3)Accordo tra la Regione dell’Umbria e il Comune di Parrano ai sensi dell’art.15 della legge n.241 del 07 agosto 1990 relativo all’adozione di un’azione coordinata per la realizzazione dell’ intervento ” Rischio dissesto abitazioni del centro storico di Parrano di cui al Decreto del Commissario di Governo n.1 /2016- Presa d’atto;

4)Aree interne: Presa d’atto bozza di strategia. E’ stato invitato Giuseppe Germani, Sindaco di Orvieto e capofila del Progetto.

5)Approvazione nuovo schema di convenzione con la Provincia di Terni per le funzioni di stazione appaltante e centrale unica di committenza per l’affidamento di lavori, servizi e forniture a favore del comune;

6)Regolamento per la disciplina della video sorveglianza nel Comune di Parrano. Approvazione;

7)Regolamento sagre e feste popolari- art.7 della legge regionale 21 gennaio 2015, n.2 “Disciplina delle sagre, delle feste popolari e dell’esercizio dell’attività temporanea di somministrazione di alimenti e bevande.Approvazione;

 

                                                                                                                                           Il Sindaco

                                                                                                                                   Valentino Filippetti

PARRANO, fatte le verifiche la scuola rimane aperta.

Nella mattinata del 18 gennaio si sono verificate diverse scosse avvertite anche a Parrano. Alle  alle 12 si è svolto un sopralluogo presso l’edificio scolastico di Parrano al quale ha preso parte il tecnico comunale Marco Pellorca e l’ing Mauro Brustenga , un tecnico abilitato a verifiche sulle strutture.  Il risultato delle verifiche dicono   che “la struttura è idonea all’uso per cui è stata costruita”.
Pertanto non riteniamo necessario  emettere provvedimenti che prevedano la chiusura della scuola.

Un sopralluogo analogo è stato fatto presso la Sede Comunale e ha dato gli stessi risultati.

Nel primo pomeriggio la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, dopo aver incontrato la Protezione Civile ha emesso un comunicato. :

“A seguito di quanto concordato durante la riunione del Centro Coordinamento Soccorso svoltasi immediatamente dopo le scosse di oggi, 18 gennaio, la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha invitato i Comuni e la Provincia di Perugia e Terni a verificare tutti gli edifici scolastici dell’Umbria. A tal fine i sindaci sono stati invitati  a disporre con specifica Ordinanza la chiusura per la giornata di domani, 19 gennaio, e la riapertura dei plessi scolastici al termine delle procedure di verifica. Ciascun sindaco dovrà indicare nella propria Ordinanza il giorno di riapertura. “

POICHE’ NOI SIAMO RIUSCITI A FARE QUESTE VERIFICHE OGGI NON ABBIAMO BISOGNO DI CHIUDERE LA SCUOLA.

 

VALENTINO FILIPPETTI

Sindaco di Parrano

 

Buona affluenza alle elezioni della Provincia di Terni, Lattanzi eletto presidente con il 71% .

 

(provincia di terni notizie) Provincia, elezioni: Giampiero Lattanzi nuovo presidente con il 71.1 per cento / TERNI – 9 gennaio – Giampiero Lattanzi, sindaco di Guardea, è stato eletto presidente della Provincia con il 71,1 per cento delle preferenze. Il risultato è stato reso noto stamattina appena terminato lo scrutinio per le elezioni provinciali, relativo al presidente, ed iniziato alle 8 a Palazzo Bazzani. L’altra candidata, Laura Pernazza, sindaca di Amelia, ha ottenuto il 28,9 per cento.

La percentuale di votanti finale si è attestata al 72,86 per cento. Hanno infatti votato 298 aventi diritto su 409 complessivi. L’affluenza a mezzogiorno era stata del 36,67 per cento, alle 16 del 51,34. Guardea, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Giove e Otricoli sono i comuni in cui hanno votato tutti i consiglieri e i sindaci. Per quanto riguarda i Comuni più grandi, per il Comune di Terni non hanno votato solo i consiglieri Cinquestelle, a Narni è mancato solo un consigliere, a Orvieto due, ad Amelia tre. Baschi e Montegabbione i Comuni che hanno votato di meno. 

Il neo Presidente ha rilasciato la seguente dichiarazione .

 “Ci mettiamo subito al lavoro per affrontare tutte le priorità, da quelle finanziarie a quelle dei servizi al cittadino”. Lo ha detto poco fa Giampiero Lattanzi nella sua prima dichiarazione dopo l’elezione a presidente della Provincia. “Sono molto soddisfatto del risultato – afferma – per il valore in se stesso e perché ottenuto con un consenso che abbraccia tutto il territorio provinciale. E’ un segnale importante di coesione e di condivisione sulla scorta del quale continuerò a lavorare affrontando i temi sui quali, Leopoldo di Girolamo, mio predecessore, aveva già svolto il suo impegno con serietà e profitto”. Tre le grandi questioni, secondo Lattanzi, oltre a quella finanziaria, su cui la Provincia dovrà da subito operare. “Dobbiamo potenziare – dice il presidente – il servizio viabilità, sia in termini di mezzi che di operatività. Il maltempo di questi giorni ha ancora una volta confermato l’importanza di un presidio fisso della Provincia e di un ruolo difficilmente sostituibile in questo momento. Altra priorità saranno le scuole sulle quali continua il monitoraggio per verificare, e per intervenire dove necessario, in merito alla sicurezza, anche sismica, e alla necessità di garantire un ottimale livello di manutenzioni. La terza direttrice sarà quella dell’assistenza ai Comuni, come stiamo già facendo. E’ un ruolo delicato e fondamentale soprattutto in un periodo in cui i tanti tagli agli enti locali stanno mettendo in grande difficoltà molti Comuni, specie quelli più piccoli. Voglio infine ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con impegno, costanza e serietà ed hanno contributo in maniera determinante all’ottenimento di questo risultato”.   

Il nuovo Consiglio Provinciale è così composto: “Democratici, progressisti e riformisti per la nuova area vasta di Terni” (203 voti) – 8 consiglieri:Renato Bartolini 20 voti (consigliere Terni), Giuseppe Germani 36 voti (sindaco di Orvieto), Leonardo Grimani 15 voti (sindaco di San Gemini), Federico Novelli 27 voti  (consigliere Narni), Valdimiro Orsini 26 voti (consigliere Terni), Sandro Piccinini 5 voti (consigliere Terni), Marco Rosati 13 voti (consigliere Giove), Sandro Spaccasassi 40 voti (vice sindaco Calvi dell’Umbria); “Provincia Civica” (54 voti) – 2 consiglieri:Francesca Fiorucci 21 voti (consigliera Calvi dell’Umbria), Leonardo Pimpinelli 19 voti (consigliere Amelia).  La lista “Progetto Civico” (33 voti) non ha ottenuto consiglieri.

Conclusa la manifestazione PARRANO, I PRESEPI DELLA SOLIDARIETA : i vincitori del concorso.

Si è conclusa la sera dell’EPIFANIA la manifestazione PARRANO, I PRESEPI DELLA SOLIDARIETA’ con la premiazione dei presepi.. La commissione giudicatrice

era composta dalla prof.ssa Elvira Busa, dalla direttrice del GAL Trasimeno Orvietano Francesca Caproni, dall’artista Mariella Malara e dalla fotografa Erina Amari

del Canon Club dell’Umbria. Sono stati 89 i presepi che hanno partecipato alla manifestazione e provenivano dalle scuole del territorio, dall’Istituto Piccole

Ancelle del Sacro Cuore di Roma e da privati. E tre erano quindi le categorie esaminate dalla commissione.

Una Menzione Speciale per andata  al presepe di Gabriele Lupi ” ….per aver unito Tradizione, Modernità e impegno tra le Generazioni….”.

Per la sezione che riguardava le scuole della zona ha vinto il primo premio la Scuola Secondaria di primo grado di Montegabbione

Per la sezione dei presepi provenienti da Roma il primo premio è andato a Valerio Pallavicini, il secondo a Gabriele Zelli ed il terzo a Giovanni Garofili tutti di

classi della scuola primaria delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore

Per la sezione privati il primo premio è andato a Egidio Castellano della Basilicata, il secondo premio a centro di aggregazione giovanile Frejest di Montegabbione

ed il terzo premio al Villaggio Mauro Faina di Collelungo di San Venanzo.

Questa lunga manifestazione iniziata il 23 dicembre e conclusa il 6 gennaio è stata molto importante per Parrano perchè ha visto un impegno di tutti a partire dalla

Pro Loco che ha coordinato l’iniziativa. Ci sarà tempo per fare un bilancio piu approfondito ma l’Amministrazione Comunale vuole ringraziare tutti coloro che hanno

dedicato tempo, fantasia e impegno per Parrano.

 

PARRANO, scatta dal 1 gennaio 2017 la nuova regolamentazione del traffico e della sosta nel Centro Storico

Dal 1 gennaio 2017 entra in vigore definitivamente la nuova regolamentazione del traffico e della sosta nel Centro Storico. Il giudizio dell’Amministrazione Comunale è molto positivo perchè è stata riscontrata una grande disponibilità da parte della popolazione.

l’unica modifica riguarda il transito in via XX settembre che è stato allargato a tutti i residenti nel Comune di Parrano

Di seguito la nuova ordinanza.

 

============

 

Servizio Polizia Municipale dei Comuni, di Monteleone di Orvieto, Montegabbione e Parrano”

________________________________________________________________________________

Ordinanza n. 23 protocollo n.4267 del 31/12/2016

Il Comandante

-Letta l’ordinanza n.21 del 30/11/2016, con la quale è stata istituita una nuova regolamentazione della circolazione nel centro storico di Parrano capoluogo;

-Accertato la valenza temporanea della nuova disciplina della circolazione e specificatamente in essere fino al 31/12/2016;

-Considerato che la nuova regolamentazione merita di essere trasformata in definitiva, ancorché con dei cambiamenti migliorativi rispetto alla precedente regolamentazione;

-Sentite e valutate le indicazioni verbali da parte dell’Amministrazione di Parrano;

-Richiamate le disposizioni di cui al capo II° del titolo II° del decreto legislativo n.165/2000;

-Attesa la competenza alla stesura del presente atto in forza dell’art.109 D.Lgs 267/2000

-Visto il decreto Sindacale n.11 del 04/07/2016;

-Visto l’art 7 del D.Lgs 285/92

-Per i motivi sopra esposti;

ORDINA

Dal 01/01/2017

-Il divieto di transito nel centro storico di Parrano, da inizio di via XX settembre a fine passeggiata Sante De Sanctis, di tutti i veicoli di cui all’art 47 del D.Lgs 285/92, ad eccezione dei residenti nel suddetto Comune e di coloro che detengano a qualsiasi titolo un’immobile con destinazione d’uso ad abitazione, garages, magazzino e/o altro, ancorché non residenti;

-In via Roma potranno circolare coloro che sono residenti in detta via, ovvero coloro che detengano a qualsiasi titolo un immobile con destinazione d’uso ad abitazione, garages, magazzino e/o altro, ancorché non residenti;

-Potranno derogare al divieto di transito nel centro storico di Parrano, i veicoli delle Forze dell’Ordine, degli addetti al servizio postale, di Pronto Soccorso, di persone munite di contrassegno invalidi, di cui all’Art.188 del D.Lgs 285/92, i Ministri di Culto, i mezzi del Comune, ed inoltre in deroga al divieto, potranno circolare, le persone che riscuotano la pensione di anzianità e/o invalidità, anche se non residenti, nei giorni e nelle ore di pagamento delle medesime presso l’Ufficio Postale, coloro che avranno dal Comune il permesso per motivi straordinari.

-Rimangono invariate l’istituzione e le nuove disposizioni riguardanti i parcheggi, previste con l’Ordinanza n.21 sopra richiamata;

La presente sarà inviata per conoscenza alla locale stazione dei Carabinieri di Fabro, sarà pubblicata all’albo on line e secondo i dettami di cui al D.lgs 33/2013. Contro la presente si potrà ricorrere al TAR dell’Umbria e con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 o 120 giorni dalla pubblicazione. Tutte gli Agenti e Ufficiali di P.S. e P.G. , nonché i Soggetti individuati dall’art.12 del D.Lgs 285/92, sono incaricati del rispetto di cui sopra

Dalla residenza Municipale

Il Comandante

Cap. Dott. Francesco Giuliacci

Assemblea Consorziati Strade Vicinali di Manziano il 17 dicembre

Assemblea STRAORDINARIA del Consorzio Strade Vicinali di Manziano che si terrà in prima convocazione presso la Sala riunioni Scuola Elementare – via della Stazione – Parrano (TR) alle ore 08:30 del giorno 17/12/2016 e, qualora non si raggiungesse il numero legale, presso Sala riunioni Scuola Elementare – via della Stazione – Parrano (TR) in seconda convocazione: il giorno 17/12/2016 alle ore 10:00, per discutere e deliberare sul seguente Ordine del Giorno:

1) Modifica dell’art. 6 dello Statuto riguardante il bacino del Consorzio, come previsto dalla delibera di Consiglio Comunale n° 33 del 30/09/16;

2) Fondi comunitari 2014/2020, Piano sviluppo rurale per strade vicinali ad uso pubblico. Delega al Comune di Parrano alla presentazione del progetto;

3) Situazione consorziati morosi;

4) Varie ed eventuali.